Bassa Engadina

Bassa Engadina

LA VICINA SVIZZERA IL CASTELLO DI TARASP. 

Simbolo della Bassa Engadina è una fortificazione risalente all’IX secolo, che domina il paesaggio circostante e che fu costruita su un costone roccioso alto cento metri.

Il Castello di Tarasp, risale all’XI secolo, sull’omonima località in Bassa Engadina. La rocca è appartenuta all’Austria fino al 1803, è stata assediata e oggetto di lotte parecchie volte, ma non è mai stata presa. Nel 1900 l’inventore del collutorio Odol, Karl August Lingner, vide il castello nel frattempo vuoto e in decadenza, lo comprò e lo fece completamente restaurare fino al 1916. Dal 1919 il Castello è aperto al pubblico. Il castello di Tarasp, con la sua storia quasi millenaria, può essere eletto a pieno titolo simbolo dell’Engadina Bassa. Dalla sommità di una rupe alta un centinaio di metri, la fortezza veglia sui villaggi che si estendono ai suoi piedi e specchia le sue mura bianche nelle acque del Lago di Tarasp. Chi desidera dare uno sguardo dietro queste mura deve prenotarsi per una visita guidata. Le sale dei cavalieri e i saloni per le feste, le stanze da letto e gli appartamenti per gli ospiti, una cappella di grande valore storico-culturale e numerose altre stanze renderanno la visita al castello un’esperienza ricca di sorprese!

Chi si reca a questa bianca roccaforte con la Ferrovia retica, riceve il 20% di sconto sul viaggio, l’entrata e la visita guidata.

Per informazioni e orari clicca qui

Prezzi Ferrovia Retica clicca qui

Scopri un’altra gita indimenticabile dai ghiacciai alle palme a bordo del Bernina Express

Pubblicato il 30/09/2016

il territorio como
Annuncio Google

I commenti sono chiusi