il territorio
  • Milano Linate facile da raggiungere con DriiveMe
    driiveme-vivilanotizia1
    Milano Linate facile da raggiungere con DriiveMe

    Milano – L’aeroporto di Linate da poco riaperto dopo i lavori di rinnovo durati tre mesi, ha ripreso le normali attività, con la conseguenza di un traffico passeggeri in costante aumento e la necessità di spostarsi da e verso lo scalo milanese.
     
    A questo scopo DriiveMe ha messo a disposizione una flotta di autovetture a noleggio, che offrirà agli utenti la possibilità di spostarsi al costo di 1 euro, copertura assicurativa compresa, su una serie di tratte con partenza da numerose città del Nord Italia, tra cui Bergamo, Torino, Venezia, Bologna, Malpensa e Milano Centrale, in direzione dell’aeroporto di Milano Linate.
     
    Come funziona DriiveMe
    Per poter sfruttare questa possibilità è sufficiente collegarsi al sito Web di DriiveMe o utilizzare le app per Android e iOS, verificare la disponibilità del veicolo per la tratta e il giorno d’interesse e selezionare l’ora in cui verrà ritirata l’auto, che entro le 24 ore successive dovrà essere consegnata all’agenzia di riferimento dell’aeroporto milanese di Linate.
     

    Disporre di un veicolo ad un costo di noleggio bassissimo è un’opportunità che presto sarà apprezzata da chi dovrà raggiungere Linate dalle regioni vicine. E’ questa l’idea di Victor De Pasquale, responsabile operativo e business developer Italia e Spagna di DriiveMe, che con questo servizio vuole offrire un’ottima alternativa ai mezzi in particolare a chi si trova già a Milano o negli aeroporti di Malpensa o Bergamo e magari deve trasportare con sé molti bagagli o sia accompagnato da più persone.
     
    Come nasce DriiveMe
    DriiveMe nasce nel 2012 in Francia dall’intuizione dei fratelli Alexandre e Geoffroy Lambert che, considerando la necessità delle società di car rental di spostare quotidianamente i loro veicoli, hanno realizzato un’innovativa piattaforma che consente di noleggiare un’auto al costo di 1 euro. DriiveMe ha già conosciuto una rapida crescita internazionale con l’espansione nel Sud Europa, affidata al fratello minore dei fondatori, Constantin, e nel nord Europa per mano di Trevor, cugino dei fratelli Lambert. Con una presenza che copre attualmente Francia, Spagna, Portogallo, Regno Unito e dal 2019 anche Italia e Germania, DriiveMe sta già guardando oltreoceano per il prossimo futuro.
     
    Per maggiori informazioni
    informazioni: https://it.driiveme.com/
    Comunicato Stampa
     
    La Redazione
    Pubblicato il 29/10/2019
     
    Clicca qui e continua a seguirci sui nostri social
    Continua a leggere

  • Il Castello Visconteo di Legnano 
    Castello legnano 1
    Il Castello Visconteo di Legnano 

    Il Territorio Legnano (MI) – Il Castello Visconteo di Legnano si affaccia su viale Toselli fra il Parco Castello e la grande area di piazza Primo Maggio nota per il tradizionale Luna Park che ogni anno in occasione della Fiera dei Morti illumina le grigie giornate di novembre.
    Si tratta di un’antica fortificazione militare di epoca medievale costruita su un’isoletta che forma il fiume Olona lungo il suo percorso.
     
    La città di Legnano ebbe infatti una funzione strategica poiché si trovava in una posizione interessante lungo la via di comunicazione che collegava l’antica Milano con il lago Maggiore. L’attuale statale del Sempione occupa infatti l’antica strada percorsa in epoca romana e medievale per collegare l’antica Mediolanum al Verbano. La fortificazione di Legnano poteva così impedire un facile accesso dei nemici al capoluogo milanese.
     
    Le origini del Castello di Legnano sono legate ad un antico monastero che includeva anche la chiesetta di San Giorgio per poi passare nelle proprietà delle nobili famiglie dei Della Torre, che ne fecero una vera e propria fortezza costruendo anche l’antica torre risalente al 1231 e attualmente visibile; dei Visconti che lo inserirono nelle loro numerose proprietà immobiliari che circondavano Milano, a scopi militari e residenziali; dei Lampugnani che ne fecero una dimora fortificata attraverso la costruzione di torri, mura, fossati e ponte levatoio.
     
    A fine ‘700 la struttura fu acquistata dalla famiglia Cornaggia, decisa a farne inizialmente la residenza durante gli afosi giorni estivi per poi non utilizzarla più neppure nella stagione calda.
    Fu allora che il Castello di Legnano fu spogliato di tutte le sue opere d’arte, del mobilio di pregio degli antichi camini e lasciato in stato di abbandono. Furono mezzadri e contadini ad occupare le antiche sale senza occuparsi della manutenzione dell’intera struttura, ma addirittura creando pareti divisorie nei locali più ampi.
    Negli anni ’60 il Comune di Legnano iniziò una lunga trattativa con gli eredi Cornaggia per la proprietà del Castello che si concluse nel 1973 con l’acquisizione del Castello, del mulino e di duecento quaranta mila metri quadrati di terreno.
     
    Dopo una serie di ristrutturazioni, oggi il Castello di Legnano è sede espositiva e offre anche spazio al collegio dei capitani e delle contrade, ossia l’organismo incaricato di coordinare le attività delle contrade di Legnano in funzione della grande rievocazione storica del Palio di Legnano.
    A giugno poi il Castello di Legnano ritorna alle sue origini attraverso l’evento Castello in Festa che attraverso un ricco programma di spettacoli, mostre, esibizioni, bancarelle di artigiani rievoca l’ambiente e la vita nel Medioevo.
    La Redazione
    Pubblicato il 10/10/2019
    Continua a leggere

  • Tutto pronto! Arriva il Grandioso Luna Park Legnano
    Inaugurazione-Luna-Park-Legnano-vivilanotizia-1
    Tutto pronto! Arriva il Grandioso Luna Park Legnano

    Legnano (MI) – Attesissimo da tutti arriva puntuale l’appuntamento con il grandioso Luna Park di Legnano, che dal 19 ottobre al 17 novembre 2019, in occasione della fiera dei morti occuperà come da tradizione l’area limitrofa allo storico Castello di Legnano lungo il trafficato viale Toselli.
     

    Diventato ormai punto di attrazione per famiglie, giovani, ragazzi e scolaresche, il Luna Park di Legnano offre ogni anno uno svariato numero di attrazioni, proponendo sempre nuove giostre, animazione, spettacoli e numerose offerte in buoni sconto. E’ infatti da qualche anno che l’organizzazione del Luna Park di Legnano mette in palio euro 100 di sconti ai primi 1000 utenti che si presenteranno il giorno dell’inaugurazione e che quest’anno è prevista per il 26 ottobre 2019 a partire dalle ore 15.00. La giornata proseguirà fino a sera inoltrata tra intrattenimenti, musica dal vivo e un coloratissimo spettacolo pirotecnico.
     
    Momento clou del Luna Park di Legnano è la notte di Halloween, giovedì 31 ottobre 2019 tra i viali della grande kermesse di giostre si potranno incontrate personaggi inquietanti. Fantasmi, mostri, zombi e scheletri vagheranno nella notte più stregata dell’anno in attesa della luce di un nuovo giorno. Il Luna Park Legnano attende tutti i suoi ospiti a partecipare alla grande festa in maschera che avrà inizio già nel pomeriggio a partire dalle ore 15.00
     
    I programmi delle giornate e le promozioni possono essere consultati sul sito www.lunaparkitaly.it mentre i coupon sconto possono essere scaricati dal sito www.parchionline.it/Legnano
    Quando dal 19 ottobre al 17 novembre 2019
    Dove Viale Toselli – Legnano (MI)
    La Redazione
    Pubblicato il 08/10/2019
    Continua a leggere

  • VILLA ARCONATI-FAR… una storia lunga 4 secoli
    inverno-villa-arconati-vivilanotizia-1
    VILLA ARCONATI-FAR… una storia lunga 4 secoli

    Bollate (MI) – Villa Arconati-FAR si trova a soli 10 km dal centro di Milano, ma sorge in un luogo in cui il tempo sembra essersi fermato: situata nel cuore verde del Parco delle Groane, ha infatti mantenuto miracolosamente intatta la propria identità senza essere inglobata nel tessuto urbano.
    Tra i più illustri esempi di “villa di delizia” del patriziato milanese, ha mantenuto il suo fascino senza tempo arricchendolo grazie a quattro secoli di storia.
    Villa Arconati non sarebbe ciò che è oggi senza il Conte Galeazzo Arconati che acquistò la tenuta di campagna del Castellazzo nel 1610, iniziandone la trasformazione: a lui si devono la realizzazione del giardino all’italiana con statue classiche e giochi d’acqua costruiti partendo dallo studio diretto del Codice Atlantico di Leonardo. Fu proprio l’Arconati, infatti, ad acquistarlo quando ancora nessuno aveva compreso il valore unico di questo testo, e fu lui a donarlo alla Biblioteca Ambrosiana nel 1637.
    Cugino per parte di madre del Cardinale Federico Borromeo, l’Arconati seguì il prelato a Roma, dove ebbe il privilegio di toccare con mano la meraviglia degli scavi e i tesori che ne stavano riaffiorando. Dai suoi viaggi fece portare nella sua villa la colossale statua in marmo di Tiberio, da lui creduta Pompeo Magno, sotto la quale secondo la leggenda è stato pugnalato Giulio Cesare. Quattro generazioni di Arconati dimostrarono la propria grandezza attraverso le “delizie” della loro villa, che nel corso dei secoli si arricchì di meraviglie per tutti i sensi, tanto da diventare nel Settecento meta prediletta di artisti e letterati alla corte di Giuseppe Antonio Arconati. A lui Carlo Goldoni, ospite in villa nell’estate del 1747 dedicò la sua Putta onorata, e per lui i Fratelli Galliari, gli scenografi della Scala, realizzarono lo spettacolare affresco della sala dei ricevimenti del piano nobile, dove una scena opulenta e ridente nasconde il mito di Fetonte ed il monito degli Arconati contro la superbia. Marc’Antonio Dal Re celebrò la piccola Versailles nelle sue “Ville di Delizia” con ben 24 incisioni che documentano il progetto di uno dei pochissimi giardini all’italiana e alla francese che si conservano oggi in tutta la Lombardia.
    Anche le scuderie nobili sono un autentico capolavoro d’ingegneria: studi in corso, infatti, mirano a dimostrare che siano state costruite sul modello leonardesco della Scuderia ideale, il cui foglio è conservato alla Bibliothèque nationale de France.
    Non si deve, tuttavia, credere che il secolo d’oro della villa sia terminato con la morte dell’ultimo Arconati nel 1772. Se inizialmente i Marchesi Busca, che ereditarono la proprietà a fine Settecento, pensarono di venderla all’Arciduca Ferdinando D’Asburgo, date le sue dimensioni e le conseguenti spese di gestione; al Marchese Antonio Busca nella prima metà dell’Ottocento va il merito di avere restaurato l’intero complesso, chiamando a sé artigiani ed artisti che lavorarono sul giardino e nelle sale del palazzo ammodernandoli nel rispetto, però, del gusto e dello stile che nel corso di due secoli avevano reso unico questo luogo. Senza il suo intervento forse oggi non avremmo nulla che ricordi il passato glorioso degli Arconati. Per lui furono realizzati l’imponente affresco dello scalone d’onore e i quattro monocromi di Francesco Podesti, egli arricchì inoltre la collezione artistica del palazzo con sculture di Pompeo Marchesi. A lui si deve anche l’ultimo intervento di restauro delle facciate.
    Nel Novecento, che vide tempi duri per la popolazione sconvolta dalle due guerre mondiali, furono tre generazioni di donne ad occuparsi del Castellazzo e a mantenerlo in vita con i mezzi a loro disposizione: vi portarono l’elettricità e il riscaldamento e la villa fu il loro rifugio nei momenti Continua a leggere

  • Palazzo Taverna attuale sede del Comune di Arconate
    Stemma-arconate
    Palazzo Taverna attuale sede del Comune di Arconate

    Arconate (MI) – All’ingresso della via principale del centro storico di Arconate, via Roma, che porta alla piazza della Chiesa, sul lato destro si trova Palazzo Taverna o Villa Villoresi 2, dal nome dell’ultima famiglia proprietaria, ex sede della Biblioteca e attuale sede dell’Amministrazione Comunale.

    Da una lettura dei documenti della sovraintendenza per i beni ambientali e architettonici della Lombardia, si tratta di un edificio di origine settecentesca a pianta a L con un porticato, al piano terra, a cinque archi che dà sulla corte d’ingresso, alla quale si può accedere dalla strada. Le sale del primo piano, sapientemente restaurate, mantengono ancora le decorazioni pittoriche dei soffitti in legno a cassettoni.  Due scaloni laterali conducono invece al piano nobiliare, oggi sede degli uffici comunali.
    In origine l’edificio possedeva un vasto parco sul retro al quale si accedeva passando attraverso un cancello sorretto da due pilastri decorati in intonaco, attualmente però non si ha più traccia dell’intera area verde, sostituita da edilizia urbana.
    ” template=”/web/htdocs/www.vivilanotizia.it/home/wp-content/plugins/nextgen-gallery/products/photocrati_nextgen/modules/ngglegacy/view/gallery-caption.php” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]
    Alla fine del Medioevo Arconate era governata dalle nobili famiglie degli Arconati e dei De Capitaneis e fu proprio Ercole De Capitaneis, un nobile imprenditore milanese, a realizzare un progetto per la costruzione del palazzo che però non riuscì a realizzare personalmente poiché morì subito dopo. L’idea fu allora portata avanti dal nipote Carlo legittimo erede testamentario che nel 1650 fece costruire quello che oggi si chiama palazzo Taverna De Capitaneis.
    Il nome Taverna è quello di un’ altra antica e nobile famiglia milanese, che vede la sua presenza nel territorio di Arconate.  Si sa che i nobili milanesi di quel tempo ereditavano, costruivano e acquistavano residenze estive in campagna, nel territorio del ducato di Milano, da adibire ai loro svaghi e piaceri personali, oltre che ad ospitare uomini intellettuali e di cultura.
    Nel 1747 il conte Lorenzo Taverna sposò Anna Lunati, erede della famiglia De Capitaneis e proprietaria del caseggiato. Alla sua morte egli ereditò l’intera proprietà che poi nel 1801 fu intestata al conte Stanislao Taverna che ne fu proprietario fino al 1873. Palazzo Taverna fu poi acquistato dalla famiglia Villoresi che ne avrà la proprietà fino alla seconda metà del 1900. Passò poi all’Amministrazione Comunale di Arconate nel 1983 quando i figli eredi di Luigi Villoresi lo vollero vendere al Comune.  
    Attualmente, dopo aver ospitato la Biblioteca comunale, Palazzo Taverna è la sede degli uffici amministrativi e luogo di numerosi eventi culturali.
    La Redazione
    Pubblicato il 09/11/2018
    Continua a leggere

  • Il primo Museo del Liberty
    riflessi-liberty-vivilanotizia-1
    Il primo Museo del Liberty

    Pallanza (VCO) –  Nasce il primo Museo del Liberty italiano che aprirà i cancelli nel 2021. Un’idea, una necessità culturale tanto desiderata, ma che grazie a una facoltosa famiglia diventerà realtà.
    L’evento culturale in anteprima
    A villa Giulia di Pallanza, organizzato dal Museo del Paesaggio Verbania – Venerdì 14 settembre alle ore    21:00 si terrà un incontro a ingresso libero dal titolo Riflessi Liberty. Dal Lago Maggiore all’Italia della grande bellezza… Ieri, oggi e domani? con il giovanissimo Andrea Speziali, grande esperto del Liberty italiano, un dottorato all’Accademia di Belle Arti a Urbino, direttore dell’Ist. Italia Liberty, delegato alla Bellezza del Comune di Sarnico e Giorgio Chiari, professore dell’Università di Trento e promotore di questa iniziativa, con l’obiettivo di introdurre gli ascoltatori nei segreti del Liberty e dell’Art Nouveau, tanto ambiti all’estero, in Europa e nel mondo intero e punti di attrazione culturale e turistica delle nostre zone lacuali del VCO. L’incontro svelerà in anteprima i segreti dell’atteso Museo del Liberty, primo in Italia. La programmazione di mostre tematiche; la collana editoriale “Italia Liberty” con nove volumi che raccolgono esempi dello stile floreale in ogni regione (CartaCanta editore); le opere d’arte già raccolte per il museo che saranno proiettate tra litografie, ceramiche, mobili e pubblicazioni (Novissima e La Casa tra le più note). Il curatore del Museo, Andrea Speziali è già attivo per raccogliere tramite prestito e donazioni le opere d’arte necessarie per costruire ad hoc il percorso sull’arte Liberty italiana abbracciando ogni settore tra pittura e scultura, arti applicate, arti grafiche e architettura. Quest’ultima annovera già il progetto del Kursaal e il Casinò di Rapallo assieme ad altre progettazioni del periodo firmate dall’Ing. Enrico Macchiavello, acquisite di recente. Il museo disporrà anche di una biblioteca specifica con già pronti un centinaio di pubblicazioni a tema per ospitare un piccolo centro studi sull’Art Nouveau.
    Nel corso della serata saranno proiettate suggestive immagini per raccontare al pubblico, a grandi linee, quello che fu il panorama Liberty tra fine Ottocento e inizi Novecento, oggi in parte distrutto. Si parlerà delle opere architettoniche progettate da Giuseppe Sommaruga (ricordato con una grande mostra accompagnata da monografia l’anno scorso nel centocinquantesimo dalla nascita), protagonista del nuovo stile per l’Italia moderna che nella zona di Verbania lasciò prova di sé.
    I protagonisti di questo evento verranno presentati dalla Dr. Silvia Marchionini, sindaco di Verbania, sociologa dell’Università di Trento.
    Quando Venerdì 14 settembre 2018 ore 21.00
    Dove Villa Giulia Corso Zanitello, 8 Pallanza fraz. Verbania (VCO)
    Per info tel. 320.0445798
    Comunicato Stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 11/09/2018
    Continua a leggere

  • Emozioni sotto le stelle
    Emozioni sotto le stelle

    Olgiate Olona (VA) – L’estate 2018 è alle porte e ad Olgiate Olona incominciano le Emozioni sotto le stelle.
    Venerdì 22 giugno 2018 alle ore 21.15 ci sarà la proiezione del film RIO nel cortile del Municipio in via Luigi Greppi, 9 presentato e commentato dalla dott.ssa Patrizia Arrighi.
    Il Comune di Olgiate Olona invita bambini, famiglie e amici animali a partecipare numerosi.
    Ingresso gratuito. In caso di maltempo la proiezione si svolgerà nel Teatrino di Villa Gonzaga.
    La Redazione
    Pubblicato il 18/06/2018
    Continua a leggere

  • Il 2 Giugno nel cuore di Milano
    Il 2 Giugno nel cuore di Milano

    Milano. Il 2 Giugno saranno aperti i siti artistici del Quadrilatero della Bellezza nel cuore di Milano, per una giornata speciale con mostre, cinema e buona cucina. In occasione del 2 Giugno sarà possibile scoprire e vivere la Milano nascosta dai suoi sotterranei fino ai tetti grazie alle aperture speciali del Quadrilatero della Bellezza, il Percorso nel cuore di Milano, realizzato dal Gruppo MilanoCard, di cui fanno parte la Cripta di San Sepolcro, il Foro Romano, Highline Galleria, Cinema Bianchini, le Sale Capitolari e il Sepolcreto della Cà Granda.
    Ecco gli eventi che animeranno questa giornata
    La Cripta di San Sepolcro ospita una nuova esperienza che mette insieme cinema e arte, uno straordinario cortometraggio di Michelangelo Antonioni affiancato dagli scatti di Aurelio Amendola. A questa esperienza sarà possibile aggiungere la visita ai cantieri di restauro da poco inaugurati.
    – Aperto dalle 15 alle 22.  Biglietto speciale a 7€ – Info www.criptasansepolcromilano.it
    Highline Galleria, il Percorso lungo i tetti di Galleria Vittorio Emanuele, che permette di toccare con una mano la cupola della Galleria e con l’altra il cielo, ospita degustazioni naturali gratuite, per ammirare il tramonto da una prospettiva inedita, con vista a 360° su Milano e le Alpi che la circondano. Sempre in Highline è in corso Cinema Bianchini, il primo Cinema esperienziale di Milano sui tetti della Galleria, permette di vivere un’esperienza cinematografica fuori dal comune, in una location unica e suggestiva, con i più bei film d’autore e del passato.
    – Aperto dalle 11 alle 21 – Biglietto a partire da 9.60€ – Info www.highlinegalleria.com
    All’interno della Statale, la mostra “Ritorno alla luce. Shirin Neshat al Sepolcreto della Cà Granda” porta l’intensità dell’arte contemporanea della grande artista iraniana all’interno del seicentesco Sepolcreto dove sono custoditi i resti di oltre 150.000 persone. Il percorso espositivo presenta l’opera video dell’artista intitolata Pulse affiancata da terram anima caelum, l’installazione site-specific del designer Henry Timi che valorizza lo splendido cielo affrescato sulle volte del Sepolcreto. Possibilità di semplice visita oppure di soffermarsi anche per una Cena al Museo, per sentirsi come a casa propria in un affascinante contesto museale.
    – Aperto dalle 15.00 alle 22.00 – Biglietto a partire da 6€ – Info www.arsemilano.it
    Grazie a questa iniziativa, i visitatori contribuiscono a riportare a pieno splendore tali luoghi che sono un bene comune.
    Comunicato stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 29/05/2018
    Continua a leggere

  • Michelangelo alla Cripta
    Michelangelo alla Cripta

    Milano Michelangelo alla Cripta di San Sepolcro dal 11 maggio al 15 settembre 2018. Nella Cripta di San Sepolcro, in uno dei luoghi più suggestivi di Milano, è stata installata una creazione del grande regista Michelangelo Antonioni dedicata al Mosè di Michelangelo Buonarroti, conservato in San Pietro in Vincoli a Roma. La grande opera è inoltre accompagnata da bellissime immagini fotografiche del fotografo Aurelio Amendola. La Cripta di San Sepolcro è uno dei luoghi più ricchi di spiritualità della città di Milano. 
    Dalla sua riapertura nel 2016 è stata visitata da oltre  70.000 persone. Sarà proprio in questi ambienti che i visitatori potranno godere del capolavoro Lo sguardo di Michelangelo, un cortometraggio di 15 minuti, realizzato dal regista ferrarese Michelangelo Antonioni nel 2004, tre anni prima della sua scomparsa. Il filmato racconta la straordinaria esperienza dell’incontro del protagonista, il regista Michelangelo Antonioni, con l’opera d’arte il Mosè di Michelangelo Buonarroti conservato nella basilica di San Pietro in Vincoli a Roma . Lo sguardo di cui si parla nel titolo è quello del regista che entra nella penombra della chiesa, si arresta e rimane immobile, quasi sopraffatto quando si trova di fronte al capolavoro di Michelangelo Buonarroti, ne scruta i particolari e si sofferma sull’espressione del Mosè. Il Mosè sembra un marmo che parla, capace di trasmettere all’osservatore tutta la bellezza che il suo autore ha saputo regalargli. In questa visita il regista Michelangelo Antonioni sembra entrare in simbiosi con il Mosè, muovendo delicatamente il braccio fino a sfiorarlo con la mano per coglierne lo spirito. L’uscita del regista dalla porta della chiesa, accompagnato da un misterioso coro di Pierluigi da Palestrina, fa ritornare l’autore del documentario verso la luce del sole che penetra dall’esterno.
    Si tratta di una straordinaria esperienza che fa sentire il visitatore protagonista, che in quella atmosfera, in quel luogo millenario, sotto la frenetica città di Milano, coglie inevitabilmente il confronto tra la caducità umana e l’eternità dell’arte.
    L’iniziativa è curata da Giuseppe Frangi, prodotta da MilanoCard e Casa Testori, promossa dalla Veneranda Biblioteca Ambrosiana, col patrocinio dell’Associazione Michelangelo Antonioni e la sponsorizzazione di Analysis.
    QUANDO 11 maggio – 15 settembre 2018
    DOVE Milano, Cripta di San Sepolcro (ingresso piazza Santo Sepolcro, lato destro della Chiesa)
    ORARI tutti i giorni dalle ore 17.00 alle ore 22.00. Le visite hanno inizio ogni ora.
    BIGLIETTI intero 10€ gratuito: bambini accompagnati Il 50% del ricavato viene destinato agli interventi di conservazione della Cripta.
    Speciale offerta per le scuole: ingresso €190 (fino ad un massimo di 25 persone) con guida in orario mattutino.
    EVENTI COLLATERALI Visita guidata in notturna, in collaborazione con Neiade: tutti i weekend alle ore 22.00. Ingresso + visita 21€. Visita con regista, in collaborazione con Neiade: tutti i Sabati di Giugno alle ore 22.00. Ingresso + visita 24,50€.
    Prenotazioni online: www.criptasansepolcromilano.it/michelangelo
    Informazioni: cripta@milanocard.it | www.criptasansepolcromilano.it/michelangelo
    La Redazione
    Pubblicato il 09/05/2018
    Continua a leggere

  • Humanitas ti offre la colazione
    Humanitas ti offre la colazione

    Busto Arsizio (Va) Per tutto il mese marzo 2018 i centri prelievo Humanitas di Busto Arsizio  e Lainate (Mi) offriranno la colazione alle persone che eseguiranno prelievi, esami del sangue, tamponi, paptest, HPV Test. Una brioche e un caffè o cappuccio in omaggio.
    Per Busto Arsizio per la colazione ci si potrà recare al bar Bacco e Tabacco aperto dalle ore 7.00 alle 19.00 in via Alberto da Giussano, 15 vicinissimo al Centro Prelievi.
    Per Lainate invece la colazione sarà offerta in loco oppure nella Pasticceria San Francesco, via San Francesco, 14 aperta da martedì a sabato dalle ore 7.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.30, la domenica dalle ore 7.30 alle ore 12.30
    Attenzione per la colazione è necessario presentare il tagliando che sarà consegnato durante l’accettazione, prima dell’esecuzione dell’esame.
    I Centri Prelievi sono convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale e puoi risparmiare tempo con il servizio Referti on line. Per il prelievo, puoi recarti direttamente ai Centri con l’impegnativa del medico, senza prenotazione oppure puoi scegliere giorno ed ora del prelievo, prenotando il servizio ed eseguendolo privatamente (anche convenzionato con i principali fondi assicurativi).
    Indirizzi:
    Humanitas Medical Care Busto Arisizio (Va)
    Via Alberto da Giussano, 9 – 21052 Busto Arsizio
    Giorni e orari apertuta: da lunedì a sabato dalle 7.00 alle 10.30
    Centro Prelievi Lainate (Mi)
    Via Lamarmora, 5 – 20020 Lainate
    Giorni e orari apertura: da lunedì a sabato dalle 7.00 alle 10.30
    Comunicato Stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 02/03/2018
    Continua a leggere

  • Il paese dei Campanelli
    Il paese dei Campanelli

     Limbiate (MB) – Al Teatro Comunale di Limbiate, sabato 10 marzo h.21,00 è di scena l’operetta scritta e musicata dalla geniale coppia Lombardo/Ranzato, “Il Paese dei campanelli” che debuttò nel 1923 al Lirico di Milano. La versione  originale, in tre atti come allora, è accompagnata da una grande orchestra.  Del resto Elena D’Angelo, che ne è la soubrette e la regista, ne ha curato ogni dettaglio. Oltre al cast d’eccezione sono imponenti gli allestimenti, pregiati i costumi. Il “Paese dei Campanelli” di Elena sta registrando in Italia grandi consensi; a conferma che uno spettacolo, quando è fatto bene, viene premiato. E cattura anche i giovani, poiché l’operetta altro non è che “la madre del musical”. Etichettata spesso, erroneamente, come “un’Opera in versione ridotta”, vanta invece di un genere scandito dall’alternanza di cantato, parlato, ballato, con una collocazione storica precisa e l’immancabile lieto fine. La musica, di grande orecchiabilità, affida un ruolo chiave anche all’orchestra, che diverte e coinvolge tanto quanto gli artisti in scena. Il Paese dei Campanelli racconta di un’isola in Olanda ove regna l’armonia. Sopra ogni casa c’è però un campanello, che suonerà nel caso in cui qualcuno tentasse di tradire il proprio coniuge. Ma un giorno arriva una nave militare con bellissimi ufficiali e marinai. E, in seguito, le mogli che li cercano: che succederà? Divertimento, allegria, amore…e lieto fine garantito.
    Elena D’Angelo: BOMBON-Matteo Mazzoli: LA GAFFE- Francesco Tuppo: HANS
    Merita di Leo: NELA- Gianni Versino: TARQUINIO-Maresa Pagura: POMERANIA-Stefano
    Menegale: ATTANASIO-Carlo Randazzo: BASILIO-Davide Capitanio: NANSEN-Paola Scapolan: GRETEL
    Direttore  d’Orchestra Grandi Spettacoli Marcella Tessarin Direzione Artistica Gianni Versino
    coreografie Giada Bardelli-corpo di ballo Flexpoint-produzione Gruppo da camera Caronte-
    allestimento e costumi Grandi Spettacoli
    Regia di Elena D’Angelo
    BIGLIETTI: poltronissima 24 Euro intero, 20 ridotto. Poltrona 20 Euro intero, 17 ridotto. Prevendita: Biglietteria del Teatro: ogni mercoledì e sabato dalle ore 16 alle 19 e un’ora prima dello spettacolo
    Su VIVATICKET, www.vivaticket.it e Biglietteria ONLINE pagabile con Paypal, Carte di Credito o Bonifico Bancario. Informazioni: info@melarido.it Tel. 392 8980187 www.teatrocomunalelimbiate.it
    Comunicato stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 01/03/2018
    Continua a leggere

  • 8 Marzo Giornata della Donna
    8 Marzo Giornata della Donna

    Somma Lombardo (Va) 8 Marzo 2018 – GIORNATA DELLA DONNA Nel Nome della Donna di e con Michela Prando
    Sala Polivalente Giovanni Paolo II, ore 21 Ingresso Libero
    Ritorna la giornata della donna. Un appuntamento annuale importante, su cui riflettere, insieme. Quest’anno la proposta è uno spettacolo teatrale, aperto come sempre a tutti. “Ci teniamo a sottolinearlo perché spesso le riflessioni di questa giornata tendono a essere lette come rivolte a un pubblico prettamente femminile” sottolinea l’Assessore alla cultura Raffaella Norcini. “La chiave di lettura di questa proposta vuole essere proprio lo stare insieme, la condivisione di un momento dedicato alle donne, che invita però alla partecipazione anche la componente maschile del pubblico.”
    Nel Nome della Donna è uno spettacolo che affronta tematiche attuali e che ci accompagna in una riflessione profonda che non manca di farci sorridere, ma anche piangere.
    Quali sono le differenze fra uomini e donne? Com’è il loro cervello e il modo di ragionare? Lo spettacolo inizia in modo comico, analizzando con il sorriso le differenze fra sessi, dal punto di vista maschile. In scena Marco che racconta il “suo modo di crescere” e poi Anna, il loro amore, il loro dramma.
    Cosa possiamo fare oggi noi contro la violenza sulle donne?
    Uno spettacolo che vede nell’educazione delle generazioni future la speranza e la chiave di volta a una cultura di stampo maschilista, che troppo spesso ancora genera drammi inauditi.
    Uno spettacolo scritto e interpretato dalla bravissima Michela Prando, che da anni è impegnata nel teatro sociale e propone attività teatrali laboratoriali sulla teoria e la pratica della parità di genere.
    Comunicato Stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 26/02/2018
    Continua a leggere

  • Laboratori per bambini
    Laboratori per bambini

    Gerenzano (Va) Venerdì 23 febbraio 2018 laboratorio alla scoperta della notte. Una bella escursione notturna all’interno del Parco degli Aironi,  accompagnati dalla tenue luce della luna crescente e dai suoni degli abitanti della notte. Le guide del Parco accompagneranno i partecipanti tra bosco e lago con lo scopo di cercare le tracce degli animali notturni con l’aiuto di appositi richiami.
    DOVE Parco Aironi via Inglesina Gerenzano(Va)
    RITROVO ore 20.45
    PER CHI  Adatto a bambini e adulti .Si consiglia di munirsi di torcia elettrica.
    COSTO euro 3,50 a persona, sconti per famiglie con bambini. Iscrizione obbligatoria. Il prezzo comprende l’accompagnamento e i materiali per il laboratorio. Iscrizione obbligatoria.
    PER INFORMAZIONI  didattica@parcoaironi.it;  matteo_pessina@virgilio.it;  328 9099987
     
    Domenica 25 febbraio 2018 una bella giornata al Parco degli Aironi per vedere gli animali selvatici dal vivo e raccogliere le loro tracce. Nel corso di circa due ore i bambini saranno accompagnati  all’interno del bosco protetto di daini e mufloni e nei recinti della fattoria didattica alla ricerca delle loro impronte. E una volta trovate verranno aiutati a creare un calco di gesso da portare a casa a ricordo della bella passeggiata.
    DOVE  Parco Aironi via Inglesina Gerenzano (Va)
    RITROVO ore 14.30
    PER CHI bambini dai 5 ai 12 anni .Richiesto abbigliamento con colori poco appariscenti
    COSTO euro 7,00 a bambino, sconti per fratelli. Iscrizione obbligatoria. Il prezzo comprende l’accompagnamento, i materiali per il laboratorio, la merenda al termine dell’attività.
    Iscrizione obbligatoria.
    PER INFORMAZIONI  didattica@parcoaironi.it;  matteo_pessina@virgilio.it;  328 9099987
     
    Sabato 3 marzo 2018 si potrà partecipare ad un evento particolare al Parco degli Aironi. Si potranno osservare da vicino, attraverso un’escursione guidata nei boschi interdetti ai visitatori, i riservati daini e gli imponenti mufloni per imparare a conoscerli e studiarli nel loro ambiente naturale.
    DOVE  Parco Aironi via Inglesina Gerenzano (Va)
    RITROVO ore 14.30 
    PER CHI  Adatto a bambini e adulti .Richieste calzature adatte a passeggiare nei boschi e abbigliamento poco appariscente.
    COSTO euro 6,00 a persona, sconti per famiglie con bambini. Iscrizione obbligatoria. Il prezzo comprende l’accompagnamento , i materiali per il laboratorio e la merenda al termine dell’attività.
    Iscrizione obbligatoria.
    PER INFORMAZIONI  didattica@parcoaironi.it;  matteo_pessina@virgilio.it;  328 9099987
    Comunicato Stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 15/02/2018
    Continua a leggere

  • Il Parco degli Aironi
    Il Parco degli Aironi

    Gerenzano (VA) Il Parco degli Aironi è sorto grazie ad ingenti opere compensative delle attività di cava. Con Delibera n° 240 del 6 luglio del 2005 della Provincia di Varese, tale Parco, insieme a tutta l’area adiacente  il vicino Fontanile di San Giacomo, ha ottenuto il riconoscimento dei requisiti ambientali richiesti per essere insignita della veste di Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) ed entrare a far parte della Rete Ecologica Regionale (RER). Dal 2017 inoltre è confluito nel PLIS “Parco dei Mughetti” .
    Il Parco degli Aironi si presenta come 45 ettari di verde con una notevole varietà di ambienti che vanno da un ampio e complesso bacino lacustre, formatosi a seguito della risalita del livello della falda, e che oggi ospita numerose specie dell’avifauna tipica degli ambienti umidi lombardi, insieme a quelle migratorie che vi trovano ristoro, a boschi fitti, prati, aree recintate destinate al pascolo di animali difficilmente osservabili in natura come il cervo, il daino ed il muflone e l’area dedicata alla fattoria ove sono presenti una pecora, una vacca varzese, un pony, un cavallo, un asino e due muli. In più è presente anche un punto ristoro che offre la possibilità di consumare pranzi o veloci spuntini.
    È attualmente gestito da Ardea Soc. Cooperativa Sociale Onlus che, fra le altre cose, propone anche escursioni e progetti tematici, indirizzati a scuole di ogni ordine e grado e ai visitatori del fine settimana, con lo scopo di stimolare bambini e adulti a conoscere meglio l’ambiente e a rispettare la natura, approfittando del contatto diretto con piante, animali ed habitat del Parco.
    Al fine di offrire elevati standard di qualità e professionalità, il settore Educazione Ambientale è affidato ad una Guida Ambientale Escursionistica associata all’AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche) e a numerose  altre Guide Naturalistiche formate appositamente in base alle varie competenze ed esigenze.
    Inoltre nella stupenda cornice del Parco degli Aironi si trova il Bar Ristoro L’Airone dove poter gustare ricche merende, pranzare e cenare con la famiglia. Aperto salvo maltempo da martedì a venerdì 10:00-17:30-sabato e domenica 9:00-18:00
    COME RAGGIUNGERE IL PARCO
    Il Parco degli Aironi si trova a Gerenzano (VA) in via Inglesina.
    Dall’autostrada A9 uscire a Saronno e seguire le indicazioni per Varese. Seguire la SP233 (Via Clerici) attraversando l’abitato di Gerenzano e proseguendo dritti alla Rotatoria (su ci si affaccia, sulla destra il centro polifunzionale Villaggio Amico) con semaforo. Dopo la rotatoria svoltare a sinistra nella terza strada, Via Risorgimento (collocata tra la concessionaria “Lancia” e il punto vendita “Picard”).
    Proseguire su Via Risorgimento per circa 2 Km e svoltare a sinistra in via Inglesina. Dopo circa 300 mt troverete l’ingresso del Parco degli Aironi sulla vostra destra.
    INGRESSO LIBERO
    GLI ORARI
    Lunedi: Chiuso 
    Martedì: 07:00 – 19:00 
    Mercoledì: 07:00 – 19:00 
    Giovedì: 07:00 – 19 :00 
    Venerdì: 07:00 – 19:00 
    Sabato: 07:00 – 19:00 
    Domenica: 07:00 – 19:00
    PROSSIMI EVENTI NATURALISTICI
    16 febbraio “Carnevale al Parco…” Giornata di campus natura dedicata a bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni.
    17 febbraio “Fiabe & Natura”. Escursione di carnevale con giochi naturalistici. Venire in costume! Per bambini e genitori.
    23 febbraio: “Alla scoperta della notte”. Escursione notturna adatta a tutti.
    25  febbraio: “Chi è passato di qui?”. Escursione nel bosco protetto di daini e mufloni con laboratorio sulle impronte e attività pratica di produzione di calchi di gesso partendo dalle vere impronte lasciate nei recinti. Per bambini 6 – 12 anni.
    03 marzo: “Fra daini e mufloni”. Escursione nel bosco protetto di daini e mufloni. Adatta a tutti.
    PER INFORMAZIONI
    tel. 3337057162 Continua a leggere

  • Carnevale a Busto Arsizio
    Carnevale a Busto Arsizio

    Busto Arsizio (VA) Il Carnevale a Busto Arsizio inizia domenica 11 febbraio 2018 alle ore 11 in piazza San Giovanni con la consegna delle chiavi della città alle maschere ufficiali il Tarlisu e la Bumbasina e con l’annullo postale dedicato al Carnevale Bustese rappresentante un’immagine tratta da un’opera di Silvio Crespi del 1999 che ritrae le antiche maschere sinaghine insieme al patron della famiglia Sinaghina Giovanni Sacconago. La cerimonia ufficiale si svolgerà al Museo del Tessile in caso di mal tempo.
    Giovedì 15 febbraio dalle ore 15 alle 18 nella sala delle feste del Museo del Tessile, il servizio Didattica Museale coinvolgerà i bambini in un laboratorio dal titolo Calze pazze. Tutti i bambini che vorranno partecipare dovranno portare una vecchia calza che sarà trasformata in un personaggio.
    Venerdì 16 febbraio dalle 15 alle 18 sempre nella sala delle feste del Museo del Tessile verrà presentata ai bambini la storia del Tarlisu dal titolo Giù la maschera. Il Tarlisu quest’anno compie 35 anni! Con stoffe e tessuti i bambini potranno divertirsi a creare nuove maschere.
    Sabato 17 febbraio ore 15 sfilata dei carri allegorici per le vie del centro cittadino a cura delle associazioni e dei gruppi folkloristici.
    Sabato 17 febbraio  ore 21 al Museo del Tessile Sala delle Feste Silent disco-carnival edition
    La Redazione
    Pubblicato il 01/02/2018
    Continua a leggere

  • Fiera di San Biagio Magenta
    Fiera di San Biagio Magenta

    Magenta (Mi) La festa per il santo San Biagio, è preceduta da uno spettacolo teatrale il giorno venerdì 2 febbraio alle ore 21.00 al Teatro Lirico di Magenta dal titolo ASPETTANDO WALTER CHIARI di Andrea Maria Carabelli con la drammaturgia di Francesca Sangalli. Regia di Marta Maria Marangoni, produzione Teatro degli Incamminati. A cura del Centro Culturale Don Cesare Tragella
    Il 3 febbraio 2018, Magenta aprirà dalle ore 8.00 alle 19.00 la tradizionale e centenaria fiera di San Biagio con più di 100 bancarelle nel centro storico,  collocate per l’intera giornata, in un percorso che si snoda da piazza Liberazione – via Mazzin i- via San Biagio – via Lomeni – via Don Milani – via Diaz – via Solferino Istituto Madri Canossiane.
    Dalle ore 12 si potrà fare sosta sotto il tendone in piazza Libertà per l’assaggio della tradizionale trippa o per un piatto da asporto in collaborazione con il Gruppo Alpini di Magenta e il Circolo Culturale Sardo G. Deledda.
    Sul sagrato della Basilica di San Martino alle ore 16.00 ci sarà l’attesissima benedizione dei panettoni e delle caramelle per i più piccini, offerti poi a tutti i presenti. Mentre durante le messe delle ore 7 e delle ore 10 il tradizionale bacio delle reliquie.
    Domenica 5 febbraio sarà la volta della 5^ edizione della STRAMAGENTA manifestazione di corsa su strada di 10 Km. e Family Run di 3 Km. In collaborazione con New Run Team
    Ritrovo ore 8 al Palazzetto dello Sport in piazza Mercato.
    Partenze:
    ore 9.30 Family Run
    ore 10.00 Gara Competitiva
    ore 10.05 Gara non Competitiva
     
    La Redazione
    Pubblicato il 01/02/2018
    Continua a leggere

  • A Sanremo 2018 il Pizzomunno
    A Sanremo 2018 il Pizzomunno

    Sul palco del teatro Ariston di Sanremo 2018 arriverà anche La leggenda di Cristalda e Pizzomunno cantata dal grande artista italiano Max Gazzè, accompagnato da Roberto Gatto alla batteria e da Rita Marcotulli al pianoforte. Il Pizzomunno, simbolo della città di Vieste nel Gargano in Puglia, è il grande faraglione bianco che sovrasta la costa sud. Bello, alto, splendente, bianco candido,  sopra un mare azzurro, il Pizzomunno racchiude una leggendaria storia d’amore riproposta a Sanremo in una canzone di Max Gazzè dalla grande leggerezza creativa.
     
    Si narra infatti che Pizzomunno,  un affascinante pescatore di Vieste innamorato della sua bella Cristalda, giovane e altrettanto affascinante fanciulla, ogni giorno al calar del sole si imbarcava dalla spiaggia  di Vieste per andare tra le onde del Mediterraneo per svolgere il suo lavoro. Ma durante la notte Pizzomunno veniva richiamato dalle voci ammalianti delle sirene, che lo corteggiavano e lo volevano tutto per loro. Pizzomunno però era fedele alla sua amata ed ogni volta le rifiutava suscitando in loro un forte odio. L’invidia delle sirene era tale che una sera, mentre i due giovani amoreggiavano sulla spiaggia, esse trascinarono con forza Cristalda negli abissi del Mediterraneo. Pizzomunno non riuscendo a salvare la sua amata si pietrificò dal dolore e si trasformò nella bellissima roccia candida circondata da acque cristalline, che oggi è l’emblema della città di Vieste. La leggenda continua, perché l’amore vero è eterno e narra che ogni 100 anni proprio su quella spiaggia i due amanti si ricongiungono fino all’alba, quando  ai  primi raggi di sole le sirene giungono dal mare per riprendersi la giovane donna. In quel preciso istante in cui Cristalda raggiunge gli abissi marini anche Pizzomunno ritorna ad assumere le sembianze dello splendido monolite bianco ai piedi di Vieste.
     
    Ecco il testo della canzone:
     
    La leggenda di Cristalda e Pizzomunno
    Tu che ora 
    Non temi, 
    Ignorane 
    Il canto… 
    Quel coro ammaliante
    Che irrompe nella mente 
    E per quanto 
    Mulini 
    Le braccia oramai 
    Non potrai 
    Fare più niente. 
    Ma se ti rilassi 
    E abbandoni 
    Il tuo viso 
    A un lunghissimo 
    Sonno, 
    O mio Pizzomunno, 
    Tu guarda 
    Quell’onda 
    Beffarda 
    Che affonda 
    Il tuo amore indifeso. 
    Io ti resterò 
    Per la vita fedele 
    E se fossero 
    Pochi, Anche altri cent’anni! 
    Così addolcirai gli inganni 
    Delle tue sirene… 
    Cristalda era bella 
    E lui da lontano 
    Poteva vederla 
    Ancora così 
    Con la mano 
    Protesa 
    E forse una lacrima scena 
    Nel vento. 
    Fu solo un momento, 
    Poi lui sparì 
    Al largo 
    E lei in casa cantando… 
    Neppure il sospetto 
    Che intanto 
    Da sotto 
    La loro vendetta 
    Ed il loro lamento! 
    Perché poveretta 
    Già avevano in cuore 
    I muscoli tesi 
    Del bel pescatore, 
    E all’ennesimo 
    Suo rifiuto 
    Un giorno fui punito! 
    Ma io ti aspetterò… 
    Io ti aspetterò, 
    Fosse anche per cent’anni aspetterò… 
    Fosse anche per cent’anni! 
    E allora dal mare 
    Salirono insieme 
    Alle spiagge 
    Di Vieste 
    Malvaghe 
    Sirene… 
    Qualcuno le ha viste 
    Portare 
    Nel fondo 
    Cristalda in catene 
    E quando 
    Le urla 
    Raggiunsero il cielo, 
    Lui impazzì davvero 
    Provando 
    A salvarla, 
    perché più non c’era… 
    E quell’ira 
    Accecante 
    Lo fermò per sempre. 
    E così la gente 
    Lo ammira 
    Da allora, 
    Gigante 
    Di bianco calcare 
    Che aspetta tuttora 
    Il suo amore 
    Rapito 
    E mai più tornato! 
    Ma io ti aspetterò… 
    Fosse anche per cent’anni aspetterò… 
    Fosse anche per cent’anni aspetterò… 
    Fosse anche per cent’anni! 
    Io ti aspetterò 
    Fosse anche per cent’anni! 
    Si dice che adesso 
    E non sia leggenda, 
    In un’alba 
    D’agosto 
    La bella Cristalda 
    Risalga 
    Dall’onda 
    A vivere ancora 
    Una storia 
    Stupenda.
     
    Alessia Campaniello
    4A Liceo Scientifico “Fazzini-Giuliani” – Vieste – Testo pubblicato sul portale dell’emittente radiofonica Onda Radio-Vieste.
    La Redazione
    Continua a leggere

  • La Giobia a Busto Arsizio
    La Giobia a Busto Arsizio

    Busto Arsizio (Va) Come da tradizione, a Busto Arsizio, giovedì 25  ultimo giovedì di gennaio 2018 si brucerà la Giöbia.
    Le Giöbie saranno esposte per l’intera giornata di giovedì 25 gennaio 2018 in piazza Santa Maria per poi essere spostate nel parcheggio di via Enaudi e alle ore 19 dare inizio al grande falò.
    La serata proseguirà dalle ore 19.30 in piazza San Giovanni per la cena in piazza a base di risotto e luganiga, chiacchiere e vino.   Risotto + dolce 2 euro e vino 1 euro.    
    Altri falò in città:
    ore 19  a Saccanago in via Caduti, 4 presso il centro terza età organizzato dalla Famiglia Sinaghina
    ore 19.30 davanti alla chiesa del Redentore preparata dai ragazzi dell’oratorio; davanti alla chiesa di Beata Giuliana organizzata dalle parrocchie San Luigi e Beata Giuliana; in via Pepe bruceranno invece le Giöbie del gruppo Ascout AGESCI Busto Arsizio 3
    ore 20.00 in via Sardegna angolo Cesare Battisti sarà la volta della Giöbia della Farmacia 3ponti; in via Lonate angolo via Micca andrà al rogo la Giöbia della parrocchia di Santa Maria Regina; in via Ponzella quella del Club boschessa e alla stessa ora inizierà anche la festa con cena e rogo alla Comunità Giovanile.
    Sempre alle ore 20.00 l’associazione “Club Borsanese Folclore e sport” darà inizio al falò al parco del Campone a Borsano accompagnato da polenta e bruscitt o gorgonzola; alla stessa ora anche a Sacconago Commercianti, Artigiani & Co bruceranno la loro  Giöbia per poi cenare con risotto con luganega.
    ore 20.30 oratorio di Sant’Edoardo in via Bergamo, 12 e oratorio Santa Croce in piazza Don Angelo Volontè.
    ore 21.00 in via Cassano Magnago  prenderà fuoco la  Giöbia del CAI mentre nel parcheggio in via Lega Lombarda,20 sarà la volta del fantoccio del PIME.
    La Giöbia a Busto Arsizio è il simbolo dell’inverno, che deve essere bruciata con un grande falò nelle piazze l’ultimo giovedì di gennaio, per far si che la nuova stagione possa nascere con doni abbondanti. La Giöbia è un fantoccio di carta e paglia, ricoperto di vecchi stracci e abiti dismessi e raffigurante una vecchia e brutta signora. Rappresenta così l’inverno, la brutta stagione che sene va con il fuoco, portandosi via ogni cosa brutta: le negatività, la carestia, le malattie e ogni elemento negativo.
    La Giöbia è una festa pubblica che ha origine dalle tradizioni contadine, quando i ragazzi preparavano nei cortili i loro fantocci per essere bruciati nei grandi cortili strillando A Giöbia… A  Giöbia… al suono di coperchi e latte battuti e dove tutti insieme accanto al falò ravvivato da fascine di rubinia e grano turco secco, si mangiavano i piatti tipici della tradizione: risotto con salsiccia e polenta con i  bruscitt.
    La Redazione
    Pubblicato il 22/01/2018
    Continua a leggere

  • Carmen Balletto di Milano
    Carmen Balletto di Milano

    Limbiate (MB) – Teatro Comunale Venerdì 5 gennaio 2018 alle ore 21.00, il Balletto di Milano proporrà una Carmen tutta danzata.
    Il Balletto di Milano è una tra le compagnie di danza di maggior prestigio in Italia. Diretta da Carlo Pesta è riconosciuta e sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dal Comune di Milano.
    Carmen è un capolavoro ispirato alla novella omonima di Prosper Mérimée e all’opera del compositore George Bizet.
    TRAMA
    Carmen è bella, passionale, desiderata, sfida chiunque voglia sottometterla con il fascino e la seduzione. Crede nel destino che legge nelle carte, che si svela con i colori bianco per l’amore, rosso per la passione e nero per la morte.
    Il destino metterà sulla strada di Carmen il soldato Don Joé, che per lei diventerà disertore, brigante, assassino eil torero Escamillo, che se ne innamora pur essendo già legato a Micaela. Lo stesso destino le rimarrà accanto fino a svelarle la fine imminente.
    PROTAGONISTI
    Carmen, Don Josè, Escamillo e Micaela sono gli interpreti principali di un balletto con quindici ballerini in scena impegnati in coreografie coinvolgenti: dagli appassionati pas de deux alle vivaci danze d’assieme di gitani, soldati, sigaraie. Ricordando anche l’interpretazione della soprano Maria Callas si può ritenere Carmen un’opera lirica eterna.
    COREOGRAFIE Federico Veratti e Agenese Omodei Salè
    BIGLIETTI
    Poltronissima 24/20 euro, poltrona 20/17 euro. Studenti con tessera scuola 15 euro.    Prevendita: biglietteria del Teatro un’ora prima di ogni spettacolo. Su VIVATICKET, www.vivaticket.it e  biglietteria ONLINE  pagabile  con Paypal,, Carte di Credito o Bonifico Bancario. 
    INFORMAZIONI
    biglietteria@melarido.it | Tel. 392 8980187 | www.teatrocomunalelimbiate.it
    La Redazione
    Pubblicato il 3/1/2018
    Continua a leggere

  • Concerto di Natale
    Concerto di Natale

    Limbiate (MB) – Gran Concerto di Natale al Teatro Comunale di Limbiate sabato 16 dicembre 2017 alle ore 21.00 del gruppo di artisti DIVERTIMENTO VOCALE. Il concerto organizzato con la collaborazione della Proloco proporrà le più celebri aree di Natale con gioia, sorrisi e partecipazione del pubblico. Il gruppo fondato nel 1996 era composto da 20 giovani artisti. Oggi conta più di 100 elementi altamente motivati, tutti con una carica di energia e voglia di vivere contagiosa, ai quali si è aggiunta un ensemble di musicisti che li accompagna. Anche il repertorio si è evoluto nel tempo: al classico e al sacro si sono aggiunti il gospel, jazz pop e rock, con un mix di brani ben eseguiti in ogni dettaglio.
    Per ulteriori informazioni potete consultare il sito ufficiale del coro: www.divertimentovocale.org
    Per il Concerto di Natale al Teatro di Limbiate i DIVERTIMENTO VOCALE proporranno: NOEL, DECK THE HALL, CAROL OF THE BELLS, CHRISTMAS WHAT A SEASON, IF IT WASN’TFOR HIS LOVE, CHRISTMAS IS FINALLY HERE, HAPPY BIRTHDAY JESUS, FELIZ NAVIDAD, CHRISTMAS CAROL MEDLEY, THEY FOLLOWED HIS STAR, THE LOVE MEDLEY, JOY TO THE WORLD, CAROL OF THE BELLS, YOU RAISE ME UP, BOHEMIAN RAPSODY, DON’T STOP ME NOW, HOLY IS THE LORD, MEDLEY GOSPEL, HAPPY DAYS.
    Dirige il maestro Carlo Morandi
    Soprani: F.Aragona, I.Aspesi, B.Ballarati, I.Balzarini, V.Bandera, M.Caianello, M.Carlino, L.Carnelli, V.Ciambrone,M.N.Cocciu,C.Colombo,S.Crimi,L.Curioni,S.DeBortoli,V.Dell’Orti,R.Diliberto,C.Ferrigno,S.Fontolan,G.Fossen, M.Fraulini, E.Guglielmo, A.Leoni, M.Locarno, P.Lovati, L.Martinetti, M.Milani, F. Morandi, E. Morati,M.Pagliuca,L.Pariani,F.Pasciuti,C.Passerini,S.Ravizzoli,E.Rolla,S.Rosa,V.Savoldi,S.Silvestri,G.Torresi,C.Tropea,C.Vitale,D.Zocchi.
    Contralti:L.Ballabio,V.Bertoldo,V.Bianchi,R.Bo,F.Bortollon,L.Carolo,M.Cavalli,F.Ciambrone,S.M.Ciraudo,S.Colombo,E.Foti,A.Francesconi,I.Frontini,C.Galli,G.Gennari,L.E.Keller,D.Laporta,C.Locarno,D.Loi,A.Lovati,A. Luoni,A.Macchi,M.Monti,P.Mussini,C.Orsini,G.Pedron,L.PerezForte,V.Puggioni,C.Puricelli,E.Rigato,M.Sassi,E.Silvestri, S.Sozzi,S.Spairani,R.Stefani,C.Stefano,A.Tondini,I.Trevisan,S.Vanelli,S.Vanerio
    Tenori: Fabio Aspesi, Alessio Bargigli,Marco Bellotta,Davide Caldarini,Giorgio Macchi,Riccardo Marini,Paolo Misci,AlbertoMorandi,LorenzoNovo,CosimoPansini,MaurizioPasciuti,FedericoPeroni,M.Petrignani,M.Siviero,S.Vessicchelli
    Bassi:F.Barbini,A.Belfiore,C.Colombo,L.Fieramonti,E.Gorletta,A.Imbriglio,S.L’Abbate,F.Lentini,C.Mattioli,G.Meroni,P.Pignataro,M.Savoldi,A.Visalli,M.Vola, M.Zanolini
    Pianoforte: Marco Zanolini tastiere: Giorgio Macchi, Claudio Mattioni chitarra: Stefano Dall’Osto batteria: Stefano Silvestri basso: Riccardo Macchi flauto:Stefania Fontolan violoncello: Marco Zanolini.
    Comunicato Stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 11/12/2017
    Continua a leggere

  • Villa Arconati non chiude
    Villa Arconati non chiude

    BOLLATE (MI) Domenica 19 Novembre 2017 . Villa Arconati-FAR in occasione della stagione autunnale apre il suo suggestivo giardino e il piano terra. Il pubblico avrà la possibilità di visitare un luogo affascinante in una stagione dai colori caldi prima del gelo invernale. Le carpinate, le quinte di verzura e le sculture dei teatri appariranno al visitatore con una luce nuova. Fascino e mistero accompagneranno gli ospiti lungo tutto il percorso.
    Sarà anche l’occasione per una buona merenda al caldo del punto ristoro BarOcco. Bevande calde, dolci e sfiziosità per un pomeriggio d’altri tempi.  
    Orari:
    Domenica 19 Novembre 2017  dalle 13.30 alle 16.30
    Biglietti:
    ingresso euro 5,00 ridotto euro 4,00 minori di 12 anni
    L’intero ricavato dei biglietti d’ingresso è devoluto da Fondazione Augusto Rancilio per il progetto di recupero di Villa Arconati-FAR 
    Dove:
    Villa Arconati-Fondazione Augusto Rancilio via Madonna Fametta, 1 Bollate (Mi)
    Per informazioni 393.8680934 info@villaarconati.it
    La Redazione
    Pubblicato il 13/11/2017
    Continua a leggere

  • La Notte delle Streghe
    La Notte delle Streghe

    FAGNANO OLONA (VA) La Pro Loco Fagnano Olona prenderà parte anche quest’anno all’evento “La notte delle streghe“, una camminata in notturna, organizzata per Martedì 31 Ottobre 2017 dall’Associazione Contrada dei Calimali.
    Il ritrovo è alle ore 20.30 a Fagnano Olona, in via Marmolada o via Cristoforo Colombo dove sarà possibile posteggiare le auto. La partenza sarà libera, dal momento dell’arrivo seguendo gli itinerari indicati in loco.
    Preparatevi a spaventose e piacevoli sorprese. Si consiglia di indossare costumi a tema e scarpe adatte alla camminata, e di portare torce elettriche o lanterne per illuminare il percorso.
    Al termine della camminata si svolgerà la sfilata e premiazione della strega più bella, più brutta e più sexy.
    La manifestazione, che si avvale del patrocinio non oneroso del P.L.I.S. Medio Olona, è organizzata grazie alla collaborazione tra l’Associazione Calimali, la Pro Loco Fagnano Olona, l’Ass. “l’ombelico del mondo” di Gorla Maggiore, l’Ass. “Sala d’arme magli d’acciaio” di Fagnano Olona, Ass. “Quelli del 63” di Somma Lombardo, la Protezione civile di Dairago, la Protezione civile di Fagnano Olona e “Animazioni danze popolari” a cura di Marina Colombo.
    La Redazione
    Pubblicato il 30/10/2017
    Continua a leggere

  • I mostri a Somma Lombardo
    I mostri a Somma Lombardo

    SOMMA LOMBARDO (VA) Martedì 31 ottobre 2017 per la notte di Halloween dalle ore 17.00 il centro della città di Somma Lombardo si popolerà di strane creature notturne, streghe, mostri, fantasmi che girando per le vie del borgo storico incontreranno artisti di strada, gigantesche bolle magiche, musica, balli e tantissime attrazioni stregate tra le quali dalle ore 17.00 lo spettacolo teatrale “Piccole storie di paura” a cura dell’associazione teatrale Oplà offerto dall’Amministrazione Comunale di Somma Lombardo con ingresso gratuito presso la Sala Olimpo del Castello Visconteo. Sempre al Castello Visconteo dalle ore 18.00 con ingresso a pagamento di euro 5, prenderanno vita in occasione di Halloween le spaventose visite, durante le quali inaspettate scenografie ambientate in un contesto storico faranno sobbalzare dalla paura ogni visitatore. I bambini potranno stampare il loro passaporto mostruoso e recarsi nei luoghi elencati e contrassegnati da un fantasma al grido di “dolcetto scherzetto” per ritirare il loro dolce bottino. Gli appuntamenti per la notte di Halloween a Somma sono tanti:
    LARGO SANT’AGNESE a cura dei commercianti Dalle 16 alle 21 truccabimbi Dalle 18.00 alle 19.30 spettacolo di giocoleria e mangiafuoco
    VIA MELZI Pane e Vino la maga con le bolle di sapone e Come tu mi vuoi pozioni magiche
    PIAZZA SCIPIONE Punto ristoro a cura della Pro Loco e Pro Somma
    PIAZZA ERMES VISCONTI castagnata a cura dello Sci Club Assi
    CASA DEL CURATO (Via Briante) Frittellata con tunnel della paura a cura dello Sci Club 88
    PER LE VIE DEL CENTRO artisti di strada (bolle di sapone e mago)
    La città di Somma Lombardo vi aspetta tutti numerosissimi e soprattutto mostruosi.
    La notte di Halloween è organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con la Fondazione Visconti di San Vito, Pro Loco, Pro Somma, Confcommercio, Sci Club Assi, Sci Club 88, i Love Somma.
    La Redazione
    Pubblicato il 30/10/2017
    Continua a leggere

  • Halloween a Legnano: Luna Park
    Halloween a Legnano: Luna Park

    LEGNANO-MILANO Record di presenze all’inaugurazione del luna park di Legnano. Con la grande inaugurazione di Sabato pomeriggio 21 Ottobre 2017 si è aperta la kermesse del “Grandioso Luna park di Legnano”. Le giostre d’Autunno piazzate vicino al Castello Visconteo di Legnano sono state prese d’assalto da una fiumana di pubblico.

    Presenti all’apertura ufficiale l’amministrazione comunale rappresentata da Gianluca Alpoggio, con le varie rappresentanze cittadine e la protezione civile accolte dai vertici del luna park e accompagnate ad un tour interno del parco per scoprire le varie attrazioni, alcune nuove di questa edizione. A monitorare il parco e l’area circostante una squadra di vigili coordinati da Ivano Re e Gianni Palluotto, quest’ultimo responsabile tecnico dell’evento, che garantiranno la sicurezza per tutta la durata del luna park. Un’occasione in più per trascorrere la notte di Halloween all’insegna del divertimento e in tutta sicurezza tra attrazioni spettacolari, giochi paurosi e tanti simpatici dolcetti -scherzetti per grandi e bambini.

    L’appuntamento è per martedì 31 Ottobre a partire dalle h.16.00 del pomeriggio per la notte più stregata dell’anno con maschere trampolieri e personaggi inquietanti. Dopo la tradizionale “fiera dei morti” del 1° Novembre con tutti i colori e le particolarità delle bancarelle in esposizione lungo Viale Toselli, seguirà Venerdì 3 Novembre la “giornata dello studente” organizzata dalle attrazioni del luna park con sconti e promozioni per le giostre riservate a tutti i ragazzi delle scuole.
    ” template=”/web/htdocs/www.vivilanotizia.it/home/wp-content/plugins/nextgen-gallery/products/photocrati_nextgen/modules/ngglegacy/view/gallery-caption.php” order_by=”imagedate” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]
    Il divertimento adrenalinico del luna park proseguirà per tutti fino a Domenica 12 Novembre.
    La Redazione
    Pubblicato il 23/10/2017
    Continua a leggere

  • Sagra della Zucca al Castello
    Castello-Fagnano-ingresso-Vivilanotizia
    Sagra della Zucca al Castello

    La Pro Loco Fagnano Olona organizza la ventiduesima edizione della Sagra della Zucca domenica 15 ottobre 2017, in Piazza Cavour dalle ore 10 alle ore 18, con il patrocinio del Comune di Fagnano Olona. Come da tradizione, sugli stand allestiti per l’occasione saranno esposte numerose qualità differenti di zucche, coltivate anche da agricoltori locali. A disposizione dei visitatori anche diverse qualità pregiate delle mele di Cavour, che unitamente alle caldarroste fumanti, a gustose frittelle di mela, alla polenta con i Bruscitt o con il gorgonzola, pan tramvai (con uvetta), Veneziane e dolci a base di zucca e altri prodotti tipici della stagione autunnale.
    Un Mercatino di hobbistica, per l’intera giornata, con esposizione di oggettistica, riempirà Piazza Cavour e gli spazi adiacenti. E’ ancora possibile iscriversi per esporre, inviando un’email all’indirizzo presidente@proloco-fagnanoolona.org.
    Il triportico del Castello Visconteo si trasformerà per un giorno in una biblioteca grazie all’iniziativa “Un libro per un libro“, promossa da alcuni soci Pro Loco, in cui sarà possibile scambiare un libro in buone condizioni con un altro volume in cambio, ma anche solamente curiosare tra i tanti libri messi a disposizione.
    L’organizzazione ha pensato anche ai bambini, ai quali sarà dedicato uno stand di Truccabimbi e intrattenimento con laboratori didattici a tema, in cui i bambimi potranno dare sfogo alla fantasia.
    I volontari della Pro Loco organizzano una visita guidata del Castello Visconteo, alle ore 10, e per i partecipanti vi sarà la possibilità di fare “Colazione al Castello“. (Per organizzare al meglio la colazione, è richiesta la prenotazione, inviando un’email all’indirizzo presidente@proloco-fagnanoolona.org ).
    Alle ore 17 uno dei momenti più attesi dell’intera rassegna, ovvero la Maxi Risottata che – come da tradizione ventennale – vedrà la distribuzione di quasi mille porzioni di gustoso risotto, preparato sotto gli occhi di tanti curiosi con oltre 60 Kg di riso, accompagnato ovviamente dalla zucca, da 20 Kg di luganiga tagliata a pezzetti e da polvere di amaretti.
    Il ricavato dalla Risottata quest’anno sarà devoluto a favore della ricerca promossa dal progetto Telethon.
    Nel pomeriggio, in Piazza Cavour, si avrà la possibilità di assistere a esibizioni coreografiche di danza e Cheerleading con il gruppo “Black Falcons Cheer“, l’esibizione di danza dell’associazione “Motiv-Azione”, a cui seguirà la Sfilata “Moda e gioielli” a cura della Gioielleria Patrizia Colombo, per terminare con una esibizione di danza del ventre.
    Una serie di attività pensate per ogni fascia d’età, nel rispetto della sicurezza per i partecipanti grazie alla chiusura del traffico veicolare di Piazza Cavour, di via Volta e di parte di via Roma e di Piazza XX Settembre.
    GLI APPUNTAMENTI CON LA SOLIDARIETA’ INIZIANO GIA’ DA SABATO ALLE H. 21 CON “UNA GOCCIA NELL’OCEANO”.
    Nelle serate a partire da Sabato 14 Ottobre Concerto meditazione “Una goccia nell’oceano” all’interno del ciclo di concerti in valle promossi e organizzati da Telethon e dalle associazioni Avis e Aido di Fagnano.
    Il doppio appuntamento musicale e solidale si svolgerà nella Chiesa di Santa Maria Assunta a Fornaci (Via Dante Alighieri) nelle serate del 14 e 15 ottobre 2017 con inizio alle ore 21. Un accostamento di suoni e immagini sui temi del dono, della vita e della testimonianza preparato dal Coro Giovani “Madonna della Selva” della Comunità Pastorale di Fagnano Olona.
    Sabato 14 OTTOBRE, ore 21:00
    Chiesa S.MARIA ASSUNTA ALLE FORNACI
    Coro Gospel JOYFUL SINGERS
    Dirige il M° Davide Bontempo
    Domenica 15 OTTOBRE, ore 21:00
    Chiesa S.MARIA ASSUNTA ALLE FORNACI
    Coro Giovani MADONNA DELLA SELVA
    Dirige il M° Michele Zanella
    Eventi organizzati con il supporto di Fondazione Telethon, UILDM, Aido, Avis, Associazione Culturale Musikademia, Feder Gospel Choirs, Pro Loco Fagnano Olona e Comune di Fagnano Olona.
    Comunicato stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 10/10/2017
    Continua a leggere

  • Domenica all’Archivio di Stato
    Domenica all'Archivio di Stato

    Domenica di carta, 8 ottobre 2017 ore 11- 18 Palazzo del Senato, via Senato, 10 Milano. L’Archivio di Stato di Milano e la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Lombardia aderiscono all’iniziativa Domenica di carta promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, che prevede l’apertura straordinaria delle sedi e degli istituti di cultura per valorizzare il ricco e imponente patrimonio di carta del nostro Paese. Nella mattina di domenica 8 ottobre, la Sala Conferenze dell’Archivio di Stato di Milano ospiterà una serie di interventi coordinati dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Lombardia, volti a declinare il tema della giornata proposto dal Ministero (articolo 9 della Costituzione: “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”) con approfondimenti sul tema Educare per includere. Tutelare per conservare la memoria, in piena consonanza con il progetto Milano Attraverso coordinato dall’ASP Golgi-Redaelli. La riflessione sarà dedicata in particolare al tema dell’istruzione come percorso di inclusione e integrazione nel più ampio contesto sociale circostante dall’Ottocento ai giorni nostri. Le carte d’archivio di alcune importanti istituzioni milanesi di antica fondazione racconteranno il ruolo svolto attivamente dagli enti interessati negli ultimi due secoli.
    A partire dalle ore 13, gli archivisti dell’Archivio di Stato di Milano cureranno visite al patrimonio dell’Istituto e alla mostra documentaria Toscanini ‘maestro di musica’ e il suo tempo, a cura di Mariagrazia Carlone e Licia Sirch. Per tutta la giornata verrà offerta, inoltre, una preview della mostra documentaria L’Italia dei Rosselli. Una storia di giustizia e libertà, curata dalla Fondazione Anna Kuliscioff in occasione dell’ottantesimo anniversario dell’uccisione dei Fratelli Rosselli.
    Programma dettagliato degli appuntamenti.
    Gli incontri nella Sala Conferenze:
    Ore 11.00
    Benedetto Luigi Compagnoni – Archivio di Stato di Milano
    Maurizio Savoja – Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Lombardia
    Saluti introduttivi
    Ore 11.10
    Antonio Corrias – Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri
    Formare innovando: l’inclusione come leva di sviluppo
    Ore 11.30
    Agnese Santucci – Circolo Filologico Milanese
    Il Circolo Filologico: dal 1872 per Milano
    Ore 11.50
    Pietro Nimis – Scuola Superiore d’Arte Applicata del Castello Sforzesco
    La Scuola Superiore d’Arte Applicata del Castello Sforzesco: tra passato e futuro
    Ore 12.10
    Claudio A. Colombo – Archivio Storico Umanitaria
    La Società Umanitaria e i suoi pionieri di arditezze sociali.
    Focus sulla Casa degli emigranti (1907-1927ca)
    Ore 12.30
    Angela Maria Stevani – Unione Femminile Nazionale
    Il rapporto tra processi educativi e società in mutamento.
    L’esperienza dell’Unione Femminile Nazionale
    Le visite in Archivio di Stato
    Ore 13.00
    Visita guidata al patrimonio dell’Archivio di Stato di Milano (a cura di Carmela Santoro)
    Ore 14.00
    Visita alla mostra Toscanini ‘maestro di musica’ e il suo tempo (a cura di Mariagrazia Carlone)
    Ore 15.00
    Visita guidata al patrimonio dell’Archivio di Stato di Milano (a cura di Giovanni Liva)
    Ore 16.00
    Visita alla mostra Toscanini ‘maestro di musica’ e il suo tempo (a cura di Mariagrazia Carlone)
    Per tutta la giornata:
    Anteprima della mostra documentaria L’Italia dei Rosselli. Una storia di giustizia e libertà
    Comunicato Stampa-per informazioni dott.ssa Francesca Zara responsabile ufficio stampa Archivio di Stato Milano tel.027742161
    La Redazione
    Pubblicato il 05/10/2017
    Continua a leggere

  • Grandioso Luna Park Legnano
    Grandioso Luna Park Legnano

    APERTURA DAL 14 OTTOBRE AL 12 NOVEMBRE 2017. Come ogni anno in occasione della “Fiera dei Morti” torna a Legnano il Grandioso Luna Park Legnano per la gioia di bambini, giovani e famiglie! Un evento che è diventato ormai una ricorrenza entrando a far parte della tradizione cittadina. Frittelle, giostre all’avanguardia, autoscontri, bancarelle coloratissime rallegreranno le grigie giornate autunnali da metà Ottobre fino a metà Novembre. Ricche le novità che il coordinatore Heros Salvioli e il suo staff ha portato per questa Kermesse quindi non solo giostre ma anche grandi spettacoli:

    VELOCITA’ AD ALTA QUOTA “ROLLERCOASTER”
    NOVITÀ MONDIALE IL NUOVO GAME: AUTOSCONTRO CON “POINT CRASH”
    UNO SHOW DI MOTO UNICO IN ITALIA  “L’ULTIMO MURO DELLA MORTE”
    DUE GRANDI MAJOR RIDES “ROLLING STONE” e “TOP SPIN”
    Il Grandioso Luna Park Legnano sarà attivo da Sabato 14 Ottobre 2017 a Domenica 12 Novembre 2017 presso l’area di viale Toselli, piazzale I° Maggio, adiacente al Castello di Legnano. Tra gli appuntamenti in programma: la Grande Inaugurazione Sabato 21 Ottobre 2017 con 100,00 Euro di sconti ai primi 1000 utenti, dalle ore 15.30, si continua con animazione, musica dal vivo e marching band, a seguire spettacolo serale di fuochi d’artificio alle ore 22.45.

    Partecipa al “GRANDE CONCORSO GRANDIOSO LUNA PARK LEGNANO” Regaliamo 10 Golden Pass(valido per 2 persone) per salire GRATIS su tutte le giostre.sceglieremo casualmente 10 persone. Per il regolamento collegati alla pagina Facebook del Luna Park cliccando sul Golden Ticket. Se non sei stato fortunato vai sulla pagina Lunapark Italy per scaricare i coupon scontati.
    Da ricordare e da non perdere la “Terrificante Notte di Halloween”, Martedì 31 Ottobre 2017 a partire dalle ore 16, dove al calar del sole, tutti saranno in maschera e si potranno incontrare tra giocolieri e trampolieri anche personaggi inquietanti per una notte tutta da brivido.
    La Redazione
    Pubblicato il 30/09/2017
    Continua a leggere

  • Toscanini e il suo tempo
    Toscanini e il suo tempo

    In questo fine settimana Parma e Milano saranno coinvolte in una due giorni particolare di musica e cultura. Due eventi che si inseriscono nell’ambito delle celebrazioni ufficiali per il centocinquantenario dalla nascita di Arturo Toscanini. In entrambe le città si svolgerà il Convegno di Studi Toscanini, l’Italia, il mondo: formazione, carriera, eredità musicale e civile, con l’intenzione di gettare nuova luce su alcuni aspetti della biografia e della carriera del grande Direttore. In particolare il Convegno di Studi si terrà il 29 Settembre 2017 a Parma presso il Conservatorio “A. Boito” e Casa della Musica mentre il 30 Settembre 2017 a Milano presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” alla mattina , a seguire, presso l’Archivio di Stato di Milano nel pomeriggio avrà luogo la sezione pomeridiana con il concerto finale. L’Archivio di stato che conserva l’importante fondo Toscanini recentemente acquistato dalla Direzione Generale per gli Archivi organizzerà per l’occasione anche una mostra documentaria in collaborazione con il Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi di Milano, dal titolo Toscanini maestro di musica e il suo tempo, a cura di Mariagrazia Carlone e di Liacia Sirch,  che verrà inaugurata sabato 30 settembre 2017 alle ore 19.15, al termine del Convegno di Studi, presso la sala mostre dell’Archivio di Stato di Milano. I documenti esposti provengono dall’Archivio di Stato di Milano, dalla Biblioteca del Conservatorio della stessa città, dalla Biblioteca Palatina di Parma e da raccolte private degli eredi di Toscanini. La mostra è articolata in tre sezioni. La prima, Toscanini musicista: compositore, revisore e studioso, documenta il “far musica” come concreta pratica quotidiana: le composizioni giovanili, l’orchestrazione e a volte il completamento di opere di altri autori, la minuziosa preparazione di partiture e parti; e il continuo studio con cui Toscanini “divora” e giudica la musica con lucida e feroce obiettività. La seconda sezione mostra l’impegno civile del Maestro come un aspetto indissolubile dalla sua attività musicale: i concerti al fronte durante la prima guerra mondiale e quelli di beneficenza al Conservatorio di Milano; la ferma opposizione al fascismo, e la rinuncia a dirigere il festival di Bayreuth dopo la presa del potere da parte di Hitler; il concerto registrato dopo la caduta di Mussolini, con l’esecuzione dell’Inno delle Nazioni di Giuseppe Verdi, simbolo e auspicio di pace fra i popoli, e le fermissime prese di posizione contro il Re e Badoglio, “traditori” indegni di sedere al tavolo delle trattative per la pace. La terza e ultima parte, segreti consensi, porta esempi eloquenti dell’impatto dell’uomo e dell’artista sul pubblico vastissimo e variegato di chi ebbe la fortuna di assistere a un suo concerto o anche soltanto di ascoltarne una registrazione alla radio, entusiasmandosi e commuovendosi.  La mostra è preceduta da una sonorizzazione dello scalone d’ingresso che introdurrà il visitatore nel “mondo acustico” di Toscanini, fatto certo di tanta grande musica, ma anche delle sue vivaci prove musicali e dei suoi coloriti commenti alle imprecisioni dei professori d’orchestra. Un montaggio sonoro di frammenti, di esecuzioni e di commenti del grande direttore accompagnerà all’ingresso della mostra vera e propria. All’interno di due delle sale saranno installati due schermi che riprodurranno, rispettivamente, la registrazione dell’Inno delle Nazioni (un eccezionale film-documento realizzato nel 1943 dallo U.S. Office of War Information) e, in loop, un video con spezzoni di filmati d’epoca di Toscanini, mentre dirige alcuni grandi classici del repertorio orchestrale, inframmezzati da commenti, analisi e considerazioni di alcuni studenti di direzione d’orchestra dei Conservatori di Milano e Parma. Al termine dell’inaugurazione presso la Sala Continua a leggere

  • Navigando il Panperduto
    Navigando il Panperduto

    Gioiello d’idraulica industriale, il Panperduto rappresenta un grande patrimonio culturale, storico, ambientale del territorio. Dal 2016 le attività culturali e turistiche, unitamente all’ospitalità dell’ostello e alla valorizzazione dei prodotti gastronomici del territorio proposti dalla caffetteria del Panperduto, sono affidate alla gestione della Cooperativa Ester Produzioni. 
    Arrivando presso la diga in Via Lungo il Canale Villoresi, 4 a Somma Lombardo (VA),
    a partire dal 24 settembre 2017 sarà possibile visitare il sito direttamente dall’acqua, navigando con l’imbarcazione Verdi dell’armatore consorzio Navigare l’Adda che condivide la proprietà con Autostradale srl, gestori della navigazione sul Naviglio Grande. L’imbarcazione è coperta e riscaldata, può ospitare al massimo 55 passeggeri.
    Il progetto sperimentale di navigazione è reso possibile grazie al Consorzio Navigare l’Adda, al Consorzio ET Villoresi, a Navigli Lombardi in collaborazione con Ester Produzioni. Questa iniziativa “Navigando il Panperduto” diventa uno strumento per la conoscenza dei territori dove l’elemento acqua, risorsa essenziale per lo sviluppo, ha segnato l’evoluzione storica e oggi può dare nuova linfa al turismo culturale.
    La barca, oggi come ieri, costituisce infatti, oltre che uno mezzo per trasportare uomini e merci, anche un veicolo d’esplorazione, scoperta e divertimento.
    Al momento, saranno due gli itinerari di visita e navigazione previsti al Panperduto, oltre ad una proposta di aperitivo al tramonto.

    IL PAESAGGIO DEL PANPERDUTO
    BARCA + GUIDA: tour di 50 minuti circa. Ogni domenica alle ore 14.15
    Giungendo in questo luogo si rimane incantati dal paesaggio: l’acqua è la protagonista assoluta, se ne percepisce la maestosità e la potenza; lo sguardo viene attratto dalla complessità dei percorsi da essa compiuti fra l’ambiente fluviale e le opere di derivazione e canalizzazione. Durante questo tour in barca, vi accompagneremo alla scoperta della diga del Panperduto, dell’Opera di Presa e tutto il complesso sistema idrico che qui si sviluppa, dall’inizio della sua storia ai giorni nostri, dove ancora oggi ricopre un ruolo fondamentale sia nell’economia che nella cultura del territorio.
    Programma:
    Ore 14.15 Imbarco davanti all’ostello. Concata, navigazione sul fiume Ticino fino a Porto della Torre. Concata del Panperduto e navigazione in bacino. Sbarco davanti all’ostello. Costo al pubblico 10,00 € cad. I bambini dai 5 ai 10 anni pagano 5,00 €
    Per i bambini sotto i 4 anni gratuito.

    TOUR COMPLETO DEL PANPERDUTO
    BARCA + GUIDA + MUSEO: tour di 90 minuti circa. Ogni domenica alle ore 15.20
    Gioiello d’idraulica industriale, il Panperduto rappresenta un grande patrimonio culturale, storico, ambientale del territorio. Durante questo tour in barca sarà possibile visitare tutto il Panperduto, navigare sul Fiume Ticino fino allo sbarramento di Porto della Torre, comprendere il complesso sistema idrico della Diga e dell’Opera di Presa del Panperduto, fino al Museo delle Acque Italo Svizzere, dove una grande mappa del territorio illustra l’origine, la storia e la complessità strutturale e funzionale del bacino idraulico italo-svizzero del Ticino. Il Giardino dei Giochi d’Acqua (visitabile fino alla stagione autunnale) completa l’esperienza di visita di tutto il complesso del Panperduto e racconta come è possibile sfruttare la fisica dell’acqua.
    Programma:
    Ore 15.20 Imbarco davanti all’ostello. Concata, navigazione sul fiume Ticino fino a Porto della Torre. Concata del Panperduto e navigazione in bacino. Sbarco davanti al Museo delle Acque Italo Svizzere, visita al Museo e al Giardino dei Giochi d’Acqua. Visita alla diga e all’opera di presa, rientro a piedi all’ostello.
    Costo al pubblico 15,00 € cad. I bambini dai 5 ai 10 anni pagano 8,00 € (ogni bambino deve essere accompagnato da 1 adulto). Per i bambini sotto i 4 anni gratuito.
    Continua a leggere

  • Villa Arconati in grigioverde
    Villa Arconati in grigioverde

    Villa Arconati-FAR in grigioverde. La Seconda Guerra Mondiale rivive al Castellazzo di Bollate (MI) Domenica 24 Settembre 2017.
    Villa Arconati-FAR in Grigioverde è l’evento rievocativo realizzato da Fondazione Augusto Rancilio in collaborazione con la Compagnia Carlo De’ Cristoforis, che farà rivivere gli anni della Seconda Guerra Mondiale al Castellazzo durante la ritirata tedesca: sarà riproposto un autentico spaccato di vita degli Anni Quaranta con l’allestimento di campi militari e mezzi originali usati durante il conflitto.
    Scopo dell’iniziativa è di far rivivere uno spaccato di vita e di storia locale che ha toccato l’Italia e il nostro territorio in maniera molto forte, e dunque merita di essere ricordato.
    Quest’anno sarà dato risalto in particolare all’aspetto Sanità Militare, con l’organizzazione di un vero e proprio ospedale con posti degenza e sale operatorie. All’interno troveranno posto i tre principali operatori sanitari: Tedesco, Italiano e Americano.
    Sarà inoltre allestita una mostra di abiti femminili degli anni 40’ tenuta dalle ragazze della rivista Giovanissima.
    Saranno esposti, infine, mezzi di dall’alto valore storico: la Lancia Torpedo del 37’ appartenuta a Sua Maestà Vittorio Emanuele III, una Citroen del 1939, e la Fiat Topolino del Ministro Starace.
    IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA:
    ore 10,30 apertura dei campi, attività e didattica con il pubblico;
    ore 10,30 cerimonia per i caduti e deposizione corona al monumento di Castellazzo davanti alla Chiesa di S. Guglielmo;
    ore 12,30/13,00 Rancio;
    ore 14,00-18.00 Attività di campo e didattica;
    ore 18,00 Chiusura Manifestazione con il Corteo delle Truppe nell’area di ingresso della Villa, Saranno resi gli Onori alla Direzione e sarà ritirata la Bandiera Italiana dal balcone principale.
    Domenica 24 settembre 2017 sarà anche all’insegna della grande arte contemporanea. Eccezionalmente esposte le ultime opere del fotografo americano W. Riley Maynard, sguardi profondi ed espressivi che spingono ad interrogarsi circa la propria vita. Sei riproduzioni fotografiche, ognuna di esse mostra il viso di una persona amplificato dalla grandezza esagerata (190 x 112 cm): questo permette di entrare nella sfera più personale e intima di queste persone, che ci osservano con sguardo polemico e totalmente privo di vergogna o finzione. Sono le anime di una vita pre-industriale marcata dalla povertà e dall’orgoglio. E ancora, ritornano a Villa Arconati le opere di Carlo Ramous. Due tra le sue più belle e rappresentative opere, dopo essere state esposte alla Triennale di Milano arrivano a Villa Arconati-FAR e saranno eccezionalmente esposte fino a fine stagione all’interno del bellissimo parterre alla francese, presso la facciata sud della villa. Le opere esposte: FRANTUMAZIONE 79 n. 2, 1979 realizzazione in scala del bozzetto originale, ferro, 300 x 275 x 70 cm IL SEGRETO DEL VENTO, 1994 realizzazione in scala del bozzetto originale, ferro, 300 x 225 x 130 cm. E sempre fino a fine stagione prosegue la mostra d’arte contemporanea Presenze, che espone in anteprima alcune opere della Collezione d’Arte Contemporanea di Kiron Espace.
    Le attività si inseriscono all’interno della tradizionale apertura di Villa Arconati senza alcun costo aggiuntivo sul biglietto d’ingresso.
    Villa Arconati è aperta ogni domenica dal 30 aprile al 22 ottobre 2017
    dalle 10.30 alle 18.30 (ultimo accesso alle ore 18.00)
    Ingresso € 5,00
    Ingresso + Visita guidata al Piano Nobile € 8,00
    INFO: +39.393.8680934
    L’intero ricavato dei biglietti d’ingresso è devoluto per il progetto di recupero di Villa Arconati-FAR
    Comunicato Stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 22/09/2017
    Continua a leggere

  • Lazzate. Patata in “Festa”
    Lazzate. Patata in "Festa"

    Già duemila anni fa la patata era il cibo degli Incas: il suo nome era “papas” e veniva considerata un dono divino. Ne erano conosciute quaranta varietà e rappresentava l’alimento base della popolazione degli altopiani, dove cresceva spontanea. La sua farina era utilizzata per preparare zuppe di carne e legumi. La patata apparve in Europa solo dopo la metà del XVI secolo, importata dagli Spagnoli che l’avevano conosciuta durante la conquista del Perù. Per molti anni fu considerata solo dal punto di vista botanico, come pianta medicinale e ornamentale. Una volta appuratone il suo impegno alimentare, si diffuse molto rapidamente: il suo consistente apporto nutrizionale, la crescita rapida e la facile coltivazione liberarono molte popolazioni europee dalle secolari carestie. Essa divenne il cibo fondamentale per tutti i contadini. L’arrivo della patata nelle nostre terre passò da Lazzate: fu qui che Alessandro Volta portò con sé nel 1777 una certa quantità di tuberi visti in Savoia. Si dice che proprio nel suo giardino di Lazzate ebbe inizio la coltivazione delle patate, diffusasi successivamente nel resto della Lombardia. In occasione della 14^ sagra della Patata, che quest’anno si svolgerà da giovedì  21 a domenica 24 Settembre,  sabato 23 e domenica 24 Settembre 2017, nelle vie del Borgo di Lazzate verranno allestiti mercatini, che proporranno i sapori d’autunno. Mentre già da giovedì,  il ristorante della Sagra della Patata, allestito in p.zza Giovanni XXIII, farà degustare piatti sempre diversi a base di patate, all’insegna delle tradizioni e dell’amore per i prodotti del territorio. Non mancheranno gli gnocchi di patate al sugo di luganega o al ragù di cinghiale, le chicche di patate alla boscaiola, i ravioli di patate e speck al burro e salvia, i secondi di carne mista con contorno di patate e per finire una torta dolce di patate con nocciole. Band locali, tra cui i giovani Sensazione Modà Tribute Band, giovedì 21 Settembre, il sosia e imitatore di Renato Zero Max Pianta, venerdì  22 Settembre, i fantastici ragazzi della Divina Band, Sabato 23 Settembre, e il coinvolgente Kikko con la Combricola del Blasco Domenica 24 Settembre, allieteranno le serate con musica disco anni 70/80/90, musiche di Renato Zero e Vasco Rossi. Per i bambini invece gli immancabili gonfiabili e i vivaci colori del truccabimbi di Stefania Sala mentre domenica 24 Settembre lo spettacolo di burattini “Truciolo e la Strega” di Ivano Rota.
    La Redazione
    Pubblicato il 18/09/2017
    Continua a leggere

  • Combattimenti tra Cani. “NO”
    logo-versus
    Combattimenti tra Cani. "NO"

    LA VERSUS IN AIUTO DEL CANILE E CONTRO I COMBATTIMENTI TRA CANI
    La celebre scuola legnanese di MMA ed arti marziali organizza sabato 23 un “Open Day” a favore della struttura di Via Don Milani e per lanciare un messaggio forte contro questo orrendo “spettacolo”. Per raccogliere fondi a favore del canile di Legnano e per lanciare un messaggio contro i combattimenti tra cani la Versus, la palestra di MMA, sport da ring e arti marziali, organizza per sabato 23 settembre un “open day” nella sua sede di Via Giusti 1 a Legnano. Lo slogan scelto per l’iniziativa è “Per Francesco combattere è un sogno; per Melinda il sogno è non combattere più”. Le immagini sono quelle del campione italiano di MMA Francesco Scaccianoce con un ospite del canile di Legnano, Melinda, ex cane da combattimento. Dalle 10.00 alle 18.00 si potrà assistere a dimostrazioni, parlare con lo staff tecnico e svolgere lezioni di prova per tutte le discipline insegnate: MMA, Krav Maga, Thai e Kickboxing, arti marziali per bambini, Jeet Kune Do e Kali, Brazilian Jiu Jitsu, Tai Chi, Kung Fu ed Aikido. Saranno presenti i volontari della PAL che gestisce il canile. Tutti i partecipanti potranno versare un contribuito spontaneo ai volontari della PAL e, qualora decidessero di iscriversi ad un corso, la quota associativa pagata alla Versus verrà devoluta alla Protezione Animali Legnano. Per maggiori informazioni: 339/36.70.263. info@ssversus.com Facebook: SocietàSportivaVersus.
    Foto: la locandina ideata dalla Protezione Animali di Legnano per l’evento del 23
    settembre. Le immagini sono quelle del campione italiano di MMA Francesco Scaccianoce
    con un ospite del canile di Legnano, Melinda, ex cane da combattimento.
    Comunicato Stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 18/09/2017
    Continua a leggere

  • Fagnano Olona evento Telethon
    Proloco-Fagnano-vivilanotizia
    Fagnano Olona evento Telethon

    A Fagnano Olona (VA) Due appuntamenti da non perdere per il Week end di Sabato 16 e 17 Settembre. Un caffè con l’autore: Sergio Cova e “Il Modigliani perduto” il 16/09. 
    L’autore varesino Sergio Cova presenterà il suo romanzo “Il Modigliani perduto”, Sabato 16 settembre 2017 alle ore 17.30 nella Sala del Camino all’interno del Castello Visconteo di Fagnano Olona, in Piazza Cavour. Il diario di un pittore spagnolo. Un dipinto inedito di Amedeo Modigliani. Una serie di furti e di delitti che ruotano attorno ai due oggetti. Sono questi gli ingredienti del nuovo romanzo di Sergio Cova, lo scrittore varesino giunto alla sua quarta pubblicazione, che dopo Il piano del Gatto, torna con un noir ambientato a Venezia e sul mondo dell’arte. La presentazione è organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune e dalla Pro Loco Fagnano Olona, e rientra nel ciclo “Un caffè con l’autore” che ha visto fino ad ora la presenza delle autrici Marta Bardi con “Come impronte nella neve“ e Miriam Ballerini con “Accadde una notte nel bosco“. La rassegna proseguirà sabato 30 settembre con il romanzo “Trenta giorni per un omicidio” di Umberto Bartoletti.
    La trama: A Giacomo Maran, ex falsario e ora esperto d’arte, capita tra le mani il diario di un pittore spagnolo vissuto a Parigi nei primi anni del Novecento, Manolo, che racconta di aver dipinto una natività sopra un nudo di Amedeo Modigliani. Scovare il Modigliani perduto tra le chiese e le collezioni private di Venezia è la missione affidata a Maran, ma quando alcuni dipinti vengono rubati e lui è accusato di omicidio, l’ex falsario dovrà scoprire anche chi vuole incastrarlo.
    L’autore: Sergio Cova è nato a Varese nel 1978. Ha pubblicato con Happy Hour Edizioni il noir Il piano del Gatto e, con altro editore, i gialli Tutti colpevoli (2011) e Una via d’uscita (2013). Finalista a diversi concorsi, il suo racconto Ventitré, vincitore del premio NebbiaGialla 2013, è stato pubblicato sul n. 3100 del GialloMondadori.
    Evento Telethon a Bergoro il 17/09.
    L’Associazione “Qualcosa per il mondo“, con il patrocinio di Fondazione Telethon, UILDM e della Pro Loco di Fagnano Olona, organizza una serata di festa per Domenica 17 settembre 2017, dalle ore 19 presso il Parco Don Mario Mascheroni in via Cadorna a Bergoro di Fagnano Olona. Sarà attivo una stand gastronomico con Panzerotti e altre specialità, per cenare insieme ascoltanto l’esibizione dal vivo del quartetto Rockabilly “The goose bumps“.
    Nel corso della serata è previsto uno spettacolo di intrattenimento con Leonardo Manera, comico e cabarettista che ha partecipato a varie edizioni di Zelig.
    La Redazione
    Pubblicato il 14/09/2017
    Continua a leggere

  • Una vigna con vista sul Duomo
    Una vigna con vista sul Duomo

    UN APERITIVO IN VIGNA… AL SETTIMO CIELO! MILANOCARD presenta la prima vigna (con enoteca) sulla cupola della Galleria Vittorio Emanuele di Milano. E dopo New York, anche Milano
    avrà il proprio vigneto sui tetti. Sorseggiare un calice di vino in una vigna con vista sulla Madonnina e sulle splendide guglie del Duomo di Milano… Non è l’effetto speciale dell’ultimo 007, ma un’esperienza inedita che si potrà godere dal 15 settembre al 31 ottobre (dalle 18.30 alle 20.30) su Highline Galleria, l’unica promenade sui tetti della celebre Galleria Vittorio Emanuele di Milano che festeggia quest’anno il proprio 150esimo anniversario. Milano conferma così ancora una volta la propria vocazione a metropoli internazionale sensibile e attenta alle tendenze più originali in materia di “bien vivre”: e dopo la vigna allestita a Brooklyn con vista sull’Empire State Building di New York, anche Milano avrà il proprio vigneto sui tetti e il rooftop non poteva che essere quello della Galleria, il “Salotto” per eccellenza del capoluogo meneghino. L’iniziativa – realizzata da MilanoCard – prevede l’allestimento di una vera vigna realizzata da 20 piante di vite dove poter degustare (ed eventualmente acquistare) pregiati vini friulani accompagnati da una selezione di prelibati formaggi svizzeri. Il tutto nello scenario unico e irripetibile di un’opera architettonica di grande fascino, simbolo dell’eleganza e della tradizione milanese.“Ancora una volta il Gruppo MilanoCard vuole contribuire a rendere Milano metropoli internazionale e a esaltare le sue eccellenze tra cui l’architettura, il green e la buona tavola. Sull’esempio di New York abbiamo voluto realizzare anche a Milano la prima vigna sui tetti e, avendo la gestione di Highline Galleria, abbiamo scelto di farlo sopra uno dei monumenti simbolo di Milano, la Galleria Vittorio Emanuele dichiara Edoardo Filippo Scarpellini, Amministratore Delegato del Gruppo MilanoCard.” Sponsor e wine partner del progetto, la Tenuta Bosco Albano, storica realtà friulana i cui eccellenti vini, prodotti con uve selezionate e di qualità, esaltano la passione e la cultura del buon bere; mentre il Consorzio Formaggi della Svizzera proporrà in abbinamento alla degustazione di vini una selezione delle proprie specialità. Anche per questa iniziativa il Gruppo MilanoCard può contare sulla collaborazione di Sirca, azienda italiana specializzata nella produzione di resine e vernici e technical partner per l’allestimento.
    L’iniziativa è a numero chiuso: ogni sera saranno previsti due gruppi (da 25 persone cad. come massimo), uno alle 18.45 e uno alle 19.30.
    Il costo del biglietto è € 15 a persona e comprende:
    ingresso e visita di Highline Galleria
    aperitivo (un calice di vino e degustazione di formaggi svizzeri).
    E per chi volesse concludere la serata con un buon film “sotto le stelle”, sino a fine settembre continua “Cinema sui Tetti”, prenotando i biglietti al seguente link:
    La Redazione
    Pubblicato il 11/09/2017
    Continua a leggere

  • Scuola per aspiranti Attori
    Scuola per aspiranti Attori

    Limbiate (MB) – Nasce a Limbiate un polo professionale per aspiranti attori.
    Era ora! Non si può sempre andare a Milano o trasferirsi a Roma, per chi va a scuola o risiede da queste parti per studiare seriamente teatro: e tanto meno a New York, Los Angeles e così via. Tuttavia, Melarido (che gestisce il teatro di Limbiate) lo aveva promesso… in particolare uno dei suoi soci fondatori, Rosanna Martinez Bergonzi, autore e formatore, che ha studiato teatro e musical a Parigi perché in Italia, trent’anni fa, non c’erano ancora le possibilità di oggi . Tanto meno i cosiddetti talent show, dai quali ogni anno qualcuno spunta, grazie al talento innato, e diventa una nuova star.
    Nasce per questo a Limbiate un nuovo polo culturale, che si prefigge di fornire una qualificata opportunità per addentrarsi nel meraviglioso mondo del teatro e poter così sostenere, per qualsiasi “talentuoso” che avrà voglia di impegnarsi, qualunque provino su scala nazionale. Il progetto sarà curato da MELARIDO e TEATRANDO, che da lungo tempo operano entrambi nella formazione didattica teatrale. E sarà una struttura che si distingue, con un gruppo di lavoro di altissima qualità e strutturato in modo completo. Dopotutto, per dare corpo a una scuola di livello, per MELARIDO era doveroso selezionare un partner con una grande storia ed esperienza alle spalle. TEATRANDO, con i suoi trent’anni di esperienza, è l’associazione che meglio può garantire tutto questo: diretta e gestita secondo criteri di qualità artistica e pedagogica, ben radicata sul territorio e riconosciuta da Enti privati e pubblici che ne patrocinano i progetti (Ministero della Repubblica Italiana, Regione Lombardia, provincia di Monza e Brianza, Fondazione Cariplo, Fondazione Monza e Brianza, Ministero della Pubblica Istruzione, Alternanza Scuola/Lavoro). La sede dei laboratori per aspiranti attori o attori ancora amatoriali sarà presso il teatro Comunale, in via Valsugana 3 a Limbiate e capitanata dal Direttore Artistico Silvano Ilardo, che si è diplomato presso l’Accademia Europea di Teatro e Danza del Teatro Carcano di Milano e presso la prestigiosa Accademia D’Arte Drammatica di New York. Tuttora, oltre a dirigere tutte le sedi di TEATRANDO e ad esserne da oltre 20 anni docente di teatro e danza, nonché regista dei suoi spettacoli, è spesso presente come attore in molte fiction televisive. Ma quanti sono i laboratori, quando iniziano, chi sono gli insegnanti, che cosa si studia? Tranquilli! Tutto questo sarà visibile grazie a uno spettacolo a ingresso gratuito, DOMENICA 8 OTTOBRE alle ore 17.00 presso il Teatro Comunale di Limbiate. Verranno presentati i laboratori e si conosceranno gli insegnanti, i costi, i programmi didattici. Ma, soprattutto, si vedranno all’opera gli allievi del terzo anno di Accademia a indirizzo professionale delle sedi Teatrando già presenti in Lombardia, che porteranno in scena “Un Impero di menzogne”. Diventare attori e farlo di mestiere, si può. Finalmente, presto, anche a Limbiate.
    Per ulteriori  Informazioni:
    Melarido Srl & Associazione Teatrando
    Per approfondimenti: 339 6361315- info@teatrando.net
    Comunicato Stampa
    Pubblicato il 11/09/2017
    Continua a leggere

  • “Arianna” al Castello di Somma
    "Arianna" al Castello di Somma

    L’Amministrazione Comunale è lieta di invitare la cittadinanza allo spettacolo teatrale a ingresso gratuito che si terrà venerdì 8 settembre 2017 presso il Castello Visconti di San Vito (in caso di pioggia la rappresentazione avverrà in Sala Polivalente, Biblioteca Comunale di via Marconi).
    ARIANNA SPETTACOLO TRAGICOMICO IN COMPAGNIA DI UN CLOWN CON SILVIA PRIORI migliore attrice Premio Ribalta
    REGIA: DANIELE FINZI PASCA; AUTORE: DANIELE FINZI PASCA Regista di Le Cirque du Soleil, della cerimonia finale delle Olimpiadi di Torino e di Sochi
    musiche: Saint Saens; progetto scenico: Daniele Finzi Pasca; Scene: Crazy Art – Milano; costumi: Teatro Blu; responsabile tecnico: Antonello Ruzzini
    Castello Visconti di San Vito, ore 21 venerdì 8 SETTEMBRE 2017
    La preziosa cornice del Castello di Somma, spazio gentilmente messo a disposizione dalla Fondazione Visconti di San Vito, ospita uno spettacolo adatto a tutti, adulti e bambini. Un viaggio surreale in compagnia di un clown. Arianna ci trascina nei mari avventurosi della mente.
    Uno spettacolo imperdibile in cui la bravissima Silvia Priori, scarpe giganti ai piedi, una treccia che arriva fino a terra, trascina con se sul palcoscenico uno spettatore. Con lui parte per un’avventura nella fantasia che fa ridere, senza ridicolizzare, che fa riflettere senza appesantire, sognare con poesia e dimenticare la pesantezza dell’essere.
    Lo spettacolo sfrutta le tecniche della clownerie, del coinvolgimento, delle libere associazioni fantastiche della mente, della dialettica, della poesia che si nasconde tra le pieghe della comicità. Uno spettacolo esilarante che volando fra i labirinti della mente, tocca apici di poesia, comicità e commozione.
    L’Assessore alla Cultura Raffaella Norcini spiega ‘abbiamo scelto uno spettacolo per tutti, che parli ai grandi ma anche ai bambini perché sia un’opportunità di crescita e di riflessione. Credo che sia necessario portare i bambini a teatro, affinché imparino ad apprezzare un linguaggio magico e speciale, che affonda le radici nel tempo della storia, ma che è al contempo attuale e rivoluzionario’.
    LA TRAMA
    Una guerra ha richiamato tutti, la città si è spopolata, l’inverno ha coperto tutto di neve. Tra i pochi superstiti c’è una donna che, racchiusa nella sua piccola stanza, immersa in una patetica confusione rievoca la tanto amata figura del fratello, anche lui partito per la guerra.
    In una giornata come mille ce ne sono, c’è a tenerle compagnia l’ultimo amico rimasto, a cui insegna tutte le astuzie per evitare l’arruolamento. Prima regola: diffidare della Commissione, “Quelli
    continueranno a farti domande, ma tu sei sempre da un’altra parte, lascia che i pensieri si susseguano l’uno all’altro e viaggia con la tua mente in posti sempre più remoti…”, ed è proprio in questi luoghi lontani che l’amico viene costantemente trasportato attraverso i voli avventurosi a cui la fervida fantasia della donna dà corpo e forma. Tutto ciò per fuggire all’ arruolamento e alla partenza verso paesi in guerra. Dalla memoria riaffiorano le vicende di alcuni personaggi legati alla mitologia, Teseo e Arianna, Minosse e il Minotauro, l’attesa di Egeo, la guerra di Troia e il rientro degli Argonauti…un volo pindarico tra Atene e Creta.
    Con l’ingenuità del clown, gioca con l’amico alla creazione dell’universo, stravolgendo il mito per ricrearlo nella tranquillità della sua piccola e insignificante vita.
    Arianna, salva così l’amico ancorandolo al filo di una realtà che non lascia posto alla violenza.
    Si tratta di uno spettacolo ricco di comicità e poesia, capace di scatenare ilarità e alla stesso tempo commozione nel cuore.
    Accarezza l’anima disegnando nel cuore un sorriso e accanto ad una lacrima….
    Comunicato stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 05/09/2017
    Continua a leggere

  • Anno del 50° G.B. Arconatese
    Anno del 50° G.B. Arconatese

    Nell’anno del 50° il G.B. Arconatese guarda al futuro aspettando novità strutturali… del Bocciodromo.
    Era la Primavera del lontano 1967 quando un gruppo di appassionati di bocce, con a capo il Cav. Cucco Ferdinando, si riuniva nel Circolino del paese costituendo e dando vita al G.B. Arconatese. All’inizio la Bocciofila era all’interno del cotile del “Circolino” di proprietà della Cooperativa CCCA di Arconate, poi ceduta all’Amministrazione diretta dal Sindaco Poretti G. Piero. Successivamente Poretti acquistava la struttura a livello comunale apportando delle migliorie e modifiche al complesso attualmente esistente che è comprensivo di 3 campi in Maiolica coperti, parcheggio interno, magazzino, bagni e uffici dove è ubicata l’attuale sede.
    La copertura dei campi del nuovo Bocciodromo, realizzato dall’Amministrazione Poretti segnò per la Bocciofila l’inizio di una nuova vita. Il mondo delle bocce intese come passatempo era destinato ad aprire definitivamente le porte allo sport-bocce. Da quel lontano 1967, nel quale il primo Presidente Salmi Luigi e i suoi collaboratori diedero vita alla Bocciofila Arconatese, molti presidenti si sono alternati alla guida della società. Questo l’elenco in successione: Colombo Marino – Cucco Ferdinando – Mosca Giorgio – Gian Franco Ravagnani e, l’attuale Presidente in carica Bandera Gianfranco. Ognuno di loro ha lasciato un segno del proprio passaggio; segni soprattutto di continuità che hanno consentito alla Bocciofila di diventare la grande realtà sportiva che tutto il mondo delle bocce conosce e stima. La Bocciofila Arconatese (dice l’attuale Presidente Gianfranco Bandera) non ha mai scordato il volto umile e ludico delle bocce, ma ha saputo fare dello sport e dell’agonismo una vocazione di aggregazione per coloro che si ritrovano sui campi della bocciofila anche solo per una sfida tra amici, infatti il campo è aperto a tutti anche solo per provare prendendo appuntamento con Gianfranco Bandera detto “Il maestro delle Bocce” al n° 347.2922505. Il desiderio di dare spazio e risalto allo sport bocce, ha spinto il direttivo societario ad impegnarsi sempre in competizioni e manifestazioni anche solidali legate al paese e al circondario richiamando ad essa innumerevole pubblico locale.
    Sono molti i risultati ottenuti dai giocatori della Bocciofila Arconatese durante gli anni trascorsi, nelle gare di vario livello, dalle provinciali alle nazionali e, nella storia societaria, non sono mancati titoli e traguardi prestigiosi, dettati non solo a livello sportivo ma anche collaborativo con la Federazione Bocce da parte del direttivo e in particolare di Doni e Bandera, i quali in questi anni hanno fatto conoscere, portando anche nelle nostre scuole cittadine il “Progetto Junior Bocce”, percorso di avvicinamento al gioco delle Bocce rivolto ai bambini delle Scuole Elementari. Un ringraziamento va fatto a tutta la cittadinanza per la stima e la partecipazione data in questi anni da parte del Direttivo della Bocciofila e dal Presidente.
    Responsabile Comunicazione G.B. Aconatese.
    La Redazione
    Pubblicato il 01/09/2017
    Continua a leggere

  • Ferragosto Fagnanese 2017
    Ferragosto Fagnanese 2017

    Il Comune di Fagnano Olona (VA), assessorato alla Cultura, e la Pro Loco Fagnano Olona, organizzano il tradizionale appuntamento del Ferragosto Fagnanese per allietare i cittadini durante i giorni di festa, presso la struttura dell’Area feste in Via De Amicis a Fagnano Olona. Il programma di quest’anno prevede tanta musica e squisite prelibatezze, e la novità dell’APERICENA dalle ore 19.Per l’intera durata della festa sarà attivo uno stand gastronomico con varie portate. Ci si  potrà divertire insieme con grande musica, ballo e intrattenimento tutte le sere dalle ore 21 con:
    13 agosto – Musica con il duo Marinella e Valter
    14 agosto – Esibizioni di varie specialità di balli con Imperial Dance
    15 agosto – Chiusura della festa con l’Orchestra Battain
    E…buon Ferragosto a tutti!
    La Redazione
    Pubblicato il 12/08/2017
    Continua a leggere

  • Ferragosto esplosivo
    Ferragosto esplosivo

    Fondazione Augusto Rancilio, dedica a tutti coloro che passano questo caldo agosto in città una APERTURA STRAORDINARIA di Villa Arconati  di Castellazzo di Bollate (MI) il giorno di Ferragosto dalle 10.30 alle 18.30 (ultimo accesso alle 17.30) E alle 18.15 a conclusione della giornata di festa, verrà sparato un colpo di cannone da uno dei cannoni ottocenteschi appartenuti al Marchese Antonio Busca e ancora splendidamente conservati. Un modo davvero unico per festeggiare l’estate!
    Ma non è finita qui … Villa Arconati è anche:
    – Natura: un giardino monumentale di 12 ettari con sculture classiche, freschi bersò, panchine di pietra e il vezzoso parterre alla francese sono interamente visitabili in autonomia nell’arco dell’intera giornata
    – Visite guidate: la storia che ha reso unico il fascino di questo luogo alla scoperta del Piano Nobile, tra stucchi, dorature, pitture strabilianti e stanze che ancora oggi dimostrano il gusto per il lusso elegante del Settecento
    Visite guidate garantite alle ore 11.00 – 14.30 – 16.00 – 17.30 (senza prenotazione)
    – Mostre: la collezione d’arte contemporanea di Kiron Espace viene valorizzata nella nuova ala aperta al piano terra con la mostra Presenza, un dialogo tra passato presente e futuro
    – Toc Toc Lab: un modo unico, semplice e divertente per grandi e piccini di tutte le età (da 0 a 99 anni) di conoscere la storia della villa attraverso tutti i sensi
    – InFuoriPoint: il punto verde allestito nella Limonaia per conoscere tutti i segreti del Giardino
    – BarOcco: il delizioso punto ristoro offrirà ai visitatori bevande dissetanti, freschissimi sandwiches, caffè equo e solidale per uno spuntino, un pic-nic da consumare nel parco o una merenda degna dei palati più raffinati
    – Bookshop FAR: tanti oggetti unici, realizzati in collaborazione con le realtà artigianali del territorio, per portarsi a casa un “pezzetto” della storia di Villa Arconati-FAR.
    Fondazione Augusto Rancilio ha avviato una collaborazione con La Grufa Ceramiche e Fabbrica dei Segni – due realtà artigianali e sociali – per la realizzazione degli oggetti del merchandising FAR proprio per sottolineare e promuovere la collaborazione e il senso di appartenenza al territorio in cui sorge la Villa.
    Ricordiamo che tutte le attività promosse da Fondazione Augusto Rancilio concorrono al progetto di recupero e valorizzazione della villa.
    Comunicato Stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 12/08/2017
    Continua a leggere

  • Ferragosto in grotta Remeron
    Ferragosto in grotta Remeron

    Immersa nel Parco del Campo dei Fiori a circa 10 km. da Varese, si trova la Grotta Remeron, attraverso la quale, percorrendo un sentiero illuminato e in sicurezza è possibile raggiungere il cuore della montagna ad una profondità di -50 metri. La prima parte del tragitto è fatta da gradini in pietra fino ad arrivare alla prima sala, scendendo oltre lungo la via del Fondo ci si trova nel mezzo della roccia circondati da concrezioni naturali, piccole stalattiti e da pozzi da cui hanno inizio i percorsi speleologici. Qui ci si trova a -48 metri ad una temperatura di 8°C.Risalendo di qualche metro ci si trova nel Grande Salone, dove ogni anno il 15 Agosto a Ferragosto viene celebrata la Santa Messa. In questa giornata, 15 Agosto 2017 Ferragosto, sono previste escursioni con partenza e arrivo alla Colonia Rossi di Barasso (VA). Dopo una breve spiegazione sulla geologia del territorio varesino si potrà scendere, con una spedizione guidata,  nel cuore della Grotta Remeron  e volendo assistere anche alla Santa Messa. All’esterno è possibile usufruire di un ampio spazio per la colazione al sacco oppure gustare l’ottima cucina, con specialità di polenta, della Colonia Rossi. Per escursione più la messa di Ferragosto  il ritrovo è alle ore 9.30 del 15 Agosto 2017. Nel pomeriggio invece è prevista solo l’escursione alla Grotta Remeron con partenza alle ore 14.30. Il prezzo del biglietto è euro 5,00 per gli adulti e gratis per i bambini fino ai 13 anni compiuti.
    La Redazione
    Pubblicato il 10/08/2017
    Continua a leggere

  • San Lorenzo, notte dei desideri
    San Lorenzo, notte dei desideri

    In occasione della notte di San Lorenzo 10 Agosto 2017 il Fai Fondo Ambiente Italiano cerca cacciatori di stelle nei luoghi del Fai, organizza infatti, grazie al contributo del Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca, l’evento ASTRONOMI PER UNA NOTTE per osservare la volta celeste, le galassie, le costellazioni, le stelle e capire attraverso conferenze, visite guidate e laboratori didattici, argomenti affascinanti e ancora spesso avvolti nel mistero. E i luoghi del Fai diventano punti di osservazione privilegiati. Scaricando gratuitamente l’APP del Fai si potrà trovare un’audioguida al cielo stellato per conoscere meglio le costellazioni. Mi raccomando non dimenticate di esprimere i più segreti desideri!
    Ecco gli incantevoli luoghi stellati
    Monastero di Torba, Gornate Olona (Varese) ingresso giovedì 10 Agosto 2017 ore 21.00
    Villa Della Porta Bozzolo, Casalzuigno (Varese) ingresso giovedì 10 Agosto 2017 ore 21.00
    Castello di Masino, Caravino (Torino) ingresso giovedì 10 e domenica 13 Agosto 2017 ore 21.30
    Castello della Manta, Manta (Cuneo) ingresso venerdì 11 e venerdì 18 Agosto 2017 dalle 20.00 alle 23.00. Ingresso entro le 20.30 per il picnic o entro le 21.30 per la sola visita.
    Villa dei Vescovi, Luvigliano (Padova) ingresso giovedì 10 Agosto 2017 dalle ore 20.00 alle ore 24.00
    Bosco di San Francesco, Assisi (Perugia) ingresso giovedì 10 e sabato 19 Agosto 2017 ore 21.00
    Villa e Collezione Panza (Varese)  ingresso venerdì 29  Settembre 2017 ore 21.00
    Per informazioni www.fondoambiente.it
    La Redazione
    Pubblicato il 08/08/2017
     
    Continua a leggere

  • Arconate Festa Patronale
    stemma-arconate-vivilanotizia
    Arconate Festa Patronale

    Anche quest’anno Arconate (MI) è pronta per la grande Festa Patronale, con un week-end di spettacoli e musica, che richiamerà migliaia di spettatori nell’ormai nota P.zza Libertà, la piazza della Chiesa.
    Le serate di intrattenimento hanno inizio Venerdì 28 Luglio 2017 alle ore 21.15 con “In Groenlandia siamo piaciuti“, il fantastico cabaret di Max Pisu, Claudio Batta e Giorgio Verduci direttamente da Zelig. Sabato 29 Luglio 2017 alle ore 21.15 sarà la volta del Concerto del Corpo Bandistico di Santa Cecilia di Arconate, che con la partecipazione degli  “Amici del Teatro-Compagnia dei Golosi” si esibiranno in “BANDA IN CROCIERA”
    Invece per la serata conclusiva Lunedì 31 Agosto 2017 alle ore 21.15 saranno in Piazza i Finley con “La fine del mondo-Tour-Finley live in concerto” e per finire dalle ore 23.00 in avanti un grandioso DISCO RADIO PARTY con Matteo Epis, Edo Munari, Walter Pizzulli e ospite speciale: Nathalie from The Soundlovers. I varchi d’accesso al concerto saranno aperti già dalle ore 19.30
    L’ingresso alle tre serate è gratuito inoltre sarà attivo un servizio bar e ristoro.
    La Redaziome
    Pubblicato il 25/07/2017
    Continua a leggere

  • Il Treno dei Bimbi a Baceno
    Il Treno dei Bimbi a Baceno

    Un villaggio molto particolare da visitare per una simpatica gita fuori porta o come meta turistica per grandi e bambini, il “Villaggio Treno dei Bimbi” di Baceno (VB) vi stupirà per la sua particolarità. Un villaggio unico nel suo genere composto e formato da vecchie carrozze ferroviarie nato per opera di un Frate Cappuccino nell’anno 1966. La struttura che può ospitare gruppi di ragazzi e famiglie è composta da 28 carrozze ferroviarie adibite a camere, refettoi, sale tv ed esposizioni molto particolari. All’interno del villaggio, troviamo un “Parco giochi” un campo da “pallavolo” ed un “campo da calcio”. Alcuni vagoni sono allestiti in maniera unica, possiamo visitare ed ammirare il “Paese dei Balocchi” un vagone espositivo di giocattoli, peluches e giochi vari, il “Vagone dell’arte” dove ogni anno vengono esposte le opere di vari artisti: ceramiche sculture, quadri, fotografie e tanto altro.  Da visitare al centro del parco il vagone del “C’era una volta” che raccoglie moltissimi pezzi di storia delle ferrovie e non solo. Una chiesetta, un presepe e un laghetto adibito alla pesca alla trota, oltre a tanti fiori e piante rendono veramente il posto unico. Il villaggio propone ai suoi visitatori e turisti anche ottime escursioni paesaggistiche. Nelle vicinanze si possono intraprendere passeggiate naturalistiche visitando le vicine Valli  Antigorio e Formazza. Da vedere sicuramente la “Cascata del Toce” e gli “Orridi di Uriezzo”. A pochi Km raggiungendo il Lago Maggiore e traghettando, si può visitare la splendida Locarno in territorio Elvetico. Numerose e sempre nuove sono le iniziative organizzate anche all’interno del “Villaggio Treno dei Bimbi” sopratutto nel fine settimana e nel periodo Estivo.
    La redazione
    Pubblicato il 19/07/2017
    Continua a leggere

  • Dongo-Fontane Danzanti
    Dongo-Fontane Danzanti

    MERCOLEDI’ 19 LUGLIO, DONGO (CO) – LAGO DI COMO

    Visit Dongo l’associazione tra commercianti e operatori nel settore turistico, nata per dare il proprio contributo allo sviluppo del paese e attiva da tre anni, propone ai visitatori e turisti un meraviglioso spettacolo di giochi d’acqua, fuoco, luci e colori a ritmo di musica. Il grande spettacolo delle Fontane Danzanti è in programma per Mercoledì 19 Luglio a Dongo a partire dalle 22.00. I visitatori però potranno prima intrattenersi visitando le bancarelle di artigianato artistico, collezionismo, hobbistica e prodotti tipici del tradizionale mercatino serale del mercoledì lungo il lago e per le vie del centro storico per poi raggiungere il piazzale Donatori di Sangue nell’area dietro il Comune e gustarsi una maxi grigliata con polenta , hamburgers e patatine fritte  o assaporare le specialità locali nei ristoranti associati come per esempio l’ Albergo Dongo, la Pizzeria la Lampara, il Ristorante Albano e l’Osteria del Bumbardin in attesa del grande spettacolo.
    Per informazioni Associazione Commercio e Turismo VisitDongo
    La Redazione
    Pubblicato il 17/07/2017
    Continua a leggere

  • Un caffè con l’autore
    Un caffè con l'autore

    Il Castello Visconteo di Fagnano Olona ospita la rassegna “Un caffè con l’autore”. Buon successo per l’incontro con Marta Bardi. Il 15 luglio sarà la volta del libro di Miriam Ballerini. Buon successo per il primo incontro della rassegna “Un caffè con l’autore“, nella suggestiva location della “Sala del Camino” al Castello Visconteo di Fagnano Olona (piazza Cavour), lo scorso sabato in compagnia di Marta Bardi per la presentazione del romanzo giallo dal titolo “Accadde una notte nel bosco“, pubblicato da Pietro Macchione Editore. Sorseggiando un caffè con i presenti e chiedendo informazioni ai volontari Pro Loco sul Castello Visconteo fagnanese, l’autrice Marta Bardi si è intrattenuta con i presenti prima di iniziare l’incontro, introdotto dall’Assessore alla Cultura Giuseppe Palomba. Intervistata da Paolo Bossi, giornalista e Vicepresidente della Pro Loco Fagnano Olona, la Bardi ha rivissuto insieme ai presenti l’esperienza di scrivere un romanzo, che in principio voleva essere dedicato al “mondo femminile” e invece si è trasformato in un racconto giallo, ambientato in un paese di fantasia sulle rive del Lago Maggiore. In verità, “Accadde una notte nel bosco” è il secondo volume di una trilogia, iniziata con la pubblicazione del libro “I vicoli stretti di Poggio Sant’Elvio” e si concluderà con un terzo romanzo che sarà edito probabilmente nella primavera del 2018. L’autrice varesina ha dialogato con Bossi e le persone presenti in Sala Camino, andando ad analizzare alcuni aspetti dei protagonisti delle vicende raccontate, svelando un po’ della propria intimità per rispondere alla domanda “Quale suo personaggio la rappresenta maggiormente?. Persona colta e affabile, è parsa subito a suo agio, regalando un’ora di suspance grazie al racconto. Alcuni estratti del romanzo sono stati interpretati dalla Sig.ra Miriam Falischia, che ha catturato l’attenzione del pubblico con la sua spiccata capacità oratoria ed interpretativa.
    Il secondo incontro della rassegna “Un caffè con l’autore“, nella suggestiva location della “Sala del Camino” al Castello Visconteo di Fagnano Olona (piazza Cavour), si svolgerà sabato 15 luglio 2017 alle ore 17.30 in compagnia di Miriam Ballerini per la presentazione del libro “Come impronte nella neve“, pubblicato da Kimerik Editore. Intervistata da Fausto Bossi, giornalista e socio onorario della Pro Loco fagnanese, la Ballerini spiegherà al pubblico i passaggi salienti del suo ultimo romanzo, rendendosi disponibile a rispondere alle domande che i presenti volessero rivolgerle.Il romanzo è l’esito di una lunga ricerca dedicata dall’autrice a censire, analizzare e interpretare gli sviluppi della vita nel suo perenne scorrere, con le sue ricadute, con i pericoli e i rischi, ma soprattutto descrive la capacità di modificare i nostri corpi e le nostre anime, rendendo possibile alla vita, di iscrivere una nuova capacità di cucirci addosso.L’autrice esprime attraverso paesaggi molto lirici, la lacerazione di una donna che si accorge di essere guidata dal proprio desiderio di felicità e dalla paura che una volta raggiunta, questa possa sfuggirle dalle mani.In un linguaggio elegante e suggestivo prende forma un romanzo avvolgente, duro, commovente e disincantato allo stesso tempo. Uno stile capace di penetrare le piaghe dell’animo. Ogni impronta a suo modo tocca le corde più profonde dell’io, offrendo spunti di riflessioni sui temi chiave dell’esistenza.“Come impronte nella neve” vuole essere un libro che faccia tabula rasa dell’avere, volgendo un occhio attento all’essere, tramite le storie dei vari protagonisti. Non vi troverete storie di grandi uomini, ma vite di persone normali; anche di chi è sotto la soglia della normalità. Dopo la pausa estiva, il caffe letterario riprenderà a settembre con i libri “Il cavaliere del Monastero di Cairate” di Silvio Foini (2 settembre), “Il modigliani perduto” di Sergio Cova (16 settembre) e “Trenta giorni per un omicidio” di Umberto Bartoletti (30 settembre). Sempre nella suggestiva cornice del Continua a leggere

  • Visita al Castello Baradello
    Visita al Castello Baradello

    Parco Regionale Spina Verde-Como – L’itinerario circoscrive il colle del Castello Baradello e permette di raggiungerne la sommità. Il castello, simbolo della città di Como è ben visibile a chiunque si avvicini alla città e dalla cima è possibile godere di un panorama a 360° sul lago, sulle Alpi e sulla Brianza. Il percorso ha inizio da via degli Alpini che affianca il parco delle Rimembranze, dove si trova il monumento dei Caduti, e prosegue sino alla cima dove si trova il Castello Baradello, eretto per ordine del Barbarossa, dopo la vittoria del 1168 su Milano, sui resti di più antichi insediamenti. Sotto al Castello si trova una baita e una area di sosta, attrezzata con delle panchine ombreggiate dalle conifere. Ripartendo dalla baita si procede in discesa sulla strada che porta verso l’arrivo, ornata da vegetazione arborea ed arbustiva considerata di pregevole interesse botanico. Nelle vicinanze si segnalano i resti di una cava di arenaria e, verso la convalle, la basilica di San Carpoforo, famosa perché sede di avvenimenti storico religiosi importanti. La tradizione vuole infatti che, verso la fine delle persecuzioni, un soldato romano, Carpoforo con cinque compagni, Esanto, Cassio, Licinio, Severo e Secondo, fuggiti da Milano, perché cristiani, subirono il martirio nella località detta Selvetta, sulle pendici orientali del colle Baradello, presso un tempio dedicato al dio Mercurio, di cui sono state rinvenute iscrizioni su pietra. Le persecuzioni cessarono nel 313 con l’editto di Costantino. Nel 386 Sant’Ambrogio consacrò primo vescovo di Como san Felice che trasformò in chiesa cristiana l’antico tempio pagano ormai in rovina e vi collocò le spoglie di San Carpoforo e dei suoi compagni. Intorno a questa prima chiesa di Como sorse la prima comunità cristiana comasca. Il sentiero si chiude infine in località Ul Ginocc, antico ritrovo che era attrezzato con una pista di pattinaggio sul ghiaccio. Il percorso adatto alle famiglie porta il visitatore attraverso il tempo, dalle origini di Como ai nostri giorni. Il castello è aperto al pubblico Domenica 9 Luglio 2017 e  visitabile dalle ore 10.00 alle 18.00 per informazioni e prenotazioni meglio rivolgersi a baradello@spinaverde.it cell.+39 3331634674 
    Comunicato stampa tratto dal sito del Parco Regionale Spina Verde
    La Redazione
    Pubblicato il 06/07/2017
     
    Continua a leggere

  • Il Palio di Castiglione Olona
    Il Palio di Castiglione Olona

    Prende il via come da tradizione “il Palio dei Castelli di Castiglione Olona” (VA). La manifestazione giunta alla 42^ edizione, che ogni anno richiama migliaia di turisti nel Borgo.
    Non prendete impegni e non mancate, a partire dal 30 Giugno e fino al 9 Luglio 2017, il piccolo Borgo, detto anche “Isola di Toscana in Lombardia“, si animerà con mostre, concerti, giochi e intrattenimenti in perfetto stile rinascimentale il tutto accompagnato da centinaia di figuranti in abiti d’epoca. La ricca programmazione del “Palio dei Castelli” coinvolgerà ogni fascia di pubblico, dai più piccoli ai meno giovani, con la maestria e il supporto della fantastica squadra della Pro Loco, la quale si prodiga da sempre per la buona riuscita della manifestazione e per la promozione della città di Castiglione Olona.
    Di seguito il TEMA STORICO di questa edizione e il PROGRAMMA. 
    TEMA STORICO 
    Tema storico di questa quarantaduesima edizione del Palio dei Castelli rievoca la partecipazione del Cardinal Branda Castiglioni al Concilio di Basilea, Ferrara e Firenze convocato da papa Martino V nel 1431 e trasferito in Italia da Eugenio IV nel 1438.
    L’assise di alti prelati, in cui grande ruolo ebbe il nostro Porporato, si dedicò anzitutto all’obiettivo di riunificare la Chiesa Latina con quella Greca: forti dell’esperienza del precedente concilio svoltosi a Costanza, con cui era stato ricomposto lo Scisma d’Occidente, i Padri Conciliari si trovavano a guardare ad un oriente che sembrava affatto più vicino sia grazie alle relazioni instaurate dalle Missioni francescane e domenicane, ma anche a rinnovate rotte commerciali che sempre più frequentemente volgevano a levante.
    Gli orientali giunsero al Concilio in numero di circa seicento e la discussione venne istruita riguardo a diversi temi teologici, ecclesiologici e politici. Le delegazioni delle due Chiese cercarono di sanare le proprie divisioni riguardo anzitutto al Credo professato, concentrandosi sull’articolo inerente lo Spirito Santo, e al primato papale posto in antitesi al conciliarismo. Non meno importante dal punto di vista strategico, la riunione delle Chiese era auspicata dall’Imperatore bizantino alla ricerca di alleati contro l’avanzata ottomana.
    Il documento finale del 1439 riuscì a sanare le antiche fratture, tuttavia, seppur sostenuto da entrambe le parti, non trovò mai applicazione concreta per diverse ragioni. Ciò ebbe conseguenze non solo sul piano ecclesiale, ma anche su quello politico con l’abbandono al proprio destino dell’Impero romano d’Oriente che crollò di lì a pochi anni, con l’assedio di Costantinopoli del 1453.
    Se dal punto di vista ecclesiale e politico questo Concilio non fu proficuo, è da sottolineare, invece, quanto la presenza dei cristiani ortodossi in Italia diede un grande contributo al rinnovamento culturale. Il Rinascimento, infatti, distaccandosi dalla concezione medioevale, aveva preso a riferimento l’età classica romana, ma anche quella greca: la venuta in Italia della delegazione orientale, tra cui possiamo annoverare uomini illustri quali Giorgio Gemisto detto Pletone o Giovanni Bessarione,  fu certamente occasione di contatto e riscoperta di questa tradizione. Gli echi di questa esperienza conciliare giunsero attraverso Branda Castiglioni fino a Castiglione Olona: tra le vie e i palazzi della Città ideale, vero laboratorio del Rinascimento, il Cardinale seppe precorrere i tempi, lasciandoci in eredità un patrimonio culturale che ci provoca quotidianamente, che ci sfida ad esserne all’altezza. Anche ai nostri giorni l’oriente è foriero di uomini che arrivano sul nostro territorio: la storia ci provoca ad essere all’altezza del nostro passato, capaci cioè di innescare circuiti virtuosi per la nostra cultura dall’incontro con tradizioni così apparentemente distanti. 
    PROGRAMMA
    VENERDI’ 30 GIUGNO
    Ore 19.30 – Castello di Monteruzzo
    “Il Palio a tutta Continua a leggere

  • Milano chiama Castellazzo
    Milano chiama Castellazzo

    Nel Parco delle Groane c’è la più grandiosa villa barocca di Lombardia, luogo del cuore con i suoi giardini considerati fra i primi dieci d’Italia per bellezza e importanza architettonica. Dell’uomo che ha realizzato questo capolavoro si parla poco e si conosce poco, eppure fu uno fra i personaggi più straordinari dell’epoca spagnola, che lasciò ai posteri, oltre alla sontuosa dimora, il Codice Atlantico vinciano, il colosso di Pompeo e le straordinarie opere del Bambaja per il monumento a Gaston de Foix (oggi in Castello): Galeazzo Arconati. Un viaggio attraverso la storia e la natura, un viaggio sorprendente che inizia ai tempi dei romani, attraversa il Rinascimento e la peste, per giungere ai giorni nostri, fra gli straordinari eventi del Festival e le prospettive di recupero dell’insigne monumento: Villa Arconati, la piccola Versailles milanese.L’incontro, dal titolo Galeazzo Arconati-Milano chiama Castellazzo,  organizzato dal Comune di Milano, Parco delle Groane in collaborazione con Fondazione Augusto Rancilio e con il patrocinio del Comune di Bollate, intende essere un modo per restituire ai milanesi un pezzo di storia ancora troppo poco conosciuto riguardo ad un bene storico e culturale, il Castellazzo, che è una realtà unica in tutta la Lombardia. Sarà, inoltre, l’occasione per ricordare Galeazzo Arconati, figura di spicco del panorama collezionistico e culturale milanese del Seicento, che fu tra i precursori del collezionismo di matrice classica, portando da Roma al Castellazzo la colossale statua un tempo creduta di Pompeo Magno, ma soprattutto che ebbe il merito di consegnare alla sua città in dono i fogli del Codice Atlantico di Leonardo.
    L’appuntamento è per Martedì 4 Luglio 2017 ore 17.30 in Galleria Vittorio Emanuele lato Piazza Scala presso Urban Center Milano. Interverranno: Fabio Lopez, già direttore Parco delle Groane – Quel fiumiciattolo chiamato Nirone che ha disegnato  due millenni di storia milanese. Carlo Dones, ricercatore- Galeazzo Arconati collezionista e mecenate del XVII secolo. Giancarlo Cattaneo, Comune di Bollate- Il Festival di Villa Arconati dagli esordi ai grandi successi internazionali, visto dal suo curatore-aneddoti e personaggi in scena. Sonia Corain, Fondazione Augusto Rancilio- La villa, fucina di cultura ed arti, oggi e domani.

    Comunicato Stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 27/06/2017
    Continua a leggere

  • Inzago Vintage Roots Festival
    Inzago Vintage Roots Festival

    Inzago (Mi) -Vintage Roots Festival, l’appuntamento musicale più importante nel Nord Italia dedicato alla musica e alla cultura dell’America degli anni ’30, ’40 e ’50, torna a Inzago dal 20 al 25 giugno 2017. Giunto alla sua nona edizione, il Festival animerà il centro storico di Inzago con 6 giorni di concerti di Blues, Country, Rock’n’Roll, Rockabilly, Rhythm’n’Blues e Swing con artisti e Dj del panorama internazionale, che si alterneranno sui palchi allestiti per l’occasione: Main Stage (Piazza Maggiore), Cogeser Jumpin’ Stage (Parco del Pilastrello), Lambrate Beer Stage (Via Brambilla) e  Aquaneva Park (Via Giuseppe Verdi) per il consueto After Show.Ricchissimo il programma dei concerti della settimana che ospiterà ben 21 performance dal vivo, con l’evento atteso del sassofonista e cantante londinese Ray Gelato, uno degli artisti più acclamati del new swing internazionale, che si esibirà mescolando sonorità italiane e musica italo-americana degli anni ’40 e ’50.Un viaggio nel passato e nelle sue molteplici sfaccettature con 60 espositori di moda, accessori e oggettistica vintage, il Beauty Corner, il Vintage Wedding Corner, dance stage gratuiti e numerose aree Food & Beverage. E ancora i tradizionali appuntamenti: l’Hawaiian Party, la Dance Competition, Miss Pin Up e l’American Car Contest. In programma anche Sabato 24 Giugno una grande gara di ballo molto divertente per il pubblico, ma soprattutto per i concorrenti animerà con sorprese e improvvisazioni l’intera serata. La ballerina infatti non sa quale sarà la musica e neanche chi sarà il suo partner. È una gara aperta a tutti i livelli in cui si deve ballare improvvisando come nel corso di una normale serata di ballo sociale. Dopo aver registrato tutti i ballerini e aver consegnato loro il numero di gara, le coppie saranno formate in modo casuale. Iscrizione gratuita. La gara si svolgerà presso il Cogeser Jumpin’Stage (Parco Pilastrello) a 100 mt dalla Piazza Maggiore. Domenica 25 Giugno automobili americane fino al 1962 verranno esposte recintate nel magnifico cortile di Villa Facheris in Piazza Maggiore. E per finire sempre Domenica 25 Giugno la sesta edizione di Miss Pin Up in Piazza Maggiore. Il tema di quest’anno sarà: “Music & Me”. Ovvero vincerà la ragazza che meglio saprà interpretare la musica e gli strumenti musicali, con un pizzico di ironia, abilità e fascino. 
    La Redazione
    Pubblicato il 19/06/2017
    Continua a leggere

  • Il mare di Milano
    Il mare di Milano

    MareinCittà: dalla motonautica alla canoa, dalla subacquea al green volley. “Aria di mare” nell’oasi Milanese dell’Idroscalo (Segrate-Mi). In arrivo con l’estate la prima edizione della Manifestazione ludico sportiva MareinCittà, che si terrà il prossimo 24-25 giugno all’Idroscalo di Milano.
     
    Una due giorni dove gli amanti delle discipline acquatiche potranno “toccare con mano” e cimentarsi con prove gratuite negli sport acquatici. Dalla canoa, al canottaggio, dalla subacquea, alla motonautica. E poi ancora gare di pesca sportiva, performace di Hidrofly e sfide a colpi di palla con il mini torneo di green volley.
     
    La prima edizione di MareinCittà, promossa dalla FIM-Federazione Italiana Motonautica, realizzata dal Club Nautico Gabbiane Asd e dall’Asd C&B Racing Team, ha come testimonial Alessandro (Alex) Cremona, riconfermato il 10 giugno scorso in Polonia Campione del Mondo di Motonautica cat. O.350.
     
    Una giovane promessa italiana che, insieme al fratello Massimiliano, da anni rappresenta al meglio il nostro Paese in ogni occasione agonistica legata a questo appassionante sport.E così i due fratelli daranno spettacolo per tutti, anche a Milano in quello che si appresta a diventare un appuntamento fisso per la città, a breve nella sua prima edizione.
    ” template=”/web/htdocs/www.vivilanotizia.it/home/wp-content/plugins/nextgen-gallery/products/photocrati_nextgen/modules/ngglegacy/view/gallery-caption.php” order_by=”imagedate” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]
    Tanto divertimento dunque e un po’ di adrenalina grazie anche alla competizione promozionale Formula Italia, e la gara interregionale GT15. “Una due giorni dove respirare ‘aria di mare’ “- commenta Alessandra Sarpedonti, ideatrice dell’evento -. “Quest’anno poniamo le basi di un’iniziativa che sarà ogni anno protagonista dell’estate milanese nel bellissimo bacino idrico dell’idroscalo, da sempre considerato ‘il mare di Milano’ “.
     
    E per chiudere in allegria: IDROFUN-GO. Una sfida che si disputerà tra “improbabili” e simpatici natanti dove i protagonisti saranno canotti, materassini, colorati ciambelloni, canoe, braccioli, o semplicemente dei “pretendenti” che nuoteranno con una tenuta originale. MareinCittà sarà anche musica con concerti dal vivo, aperitivi e punti ristoro nell’accogliente, verde e piacevole oasi dell’Idroscalo”.
    Comunicato stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 19/06/2017
    Continua a leggere

  • Sorriso di Stelle a Ville Ponti
    Sorriso di Stelle a Ville Ponti

    L’evento “Sorriso di Stelle” che unisce degustazione dei sapori e dei prodotti del varesotto  a scopi benefici si svolgerà quest’anno a ville Ponti di Varese.Durante la serata di martedì 20 Giugno si alterneranno momenti  di intrattenimento con ospiti famosi a degustazioni tra le isole gastronomiche e gli stand espositivi oltre alle risate proposte dal cabaret di Francesco Rizzuto direttamente da Zelig e alla musica garantita dal dj set di Mastermax Dj. Lo scopo benefico vede la raccolta di fondi a favore della Fondazione Giacomo Ascoli di Varese che da anni si impegna nel sostenere la lotta contro i tumori infantili, nel migliorare la qualità di vita dei piccoli pazienti del reparto Oncoematologico dell’Ospedale del Ponte di Varese  e delle loro famiglie. Nelle isole gastronomiche saranno presenti chef d’eccezione, Giordano Ferraerese, Damiano Simbula, Daniele Preda e Gian Maria Merlotti  che proporranno degustazioni di risotti, mentre alle 21.45 si svolgerà  un grande show cooking a cura dell’Associazione “Pasticceri per la Vita”che realizzeranno un torta per l’occasione con degustazione nell’area dessert. La serata è organizzato da Confcommercio Uniascom della provincia di Varese e dall’Associazione Provinciale Cuochi Varesini, in collaborazione con Coldiretti Varese, Associazione Pasticceri per la vita ed Unibirra.  I biglietti, che comprendono 8 ticket da consumare nelle isole possono essere acquistati direttamente all’ingresso della serata oppure sul sito online www.sorrisodistelle.com e anche presso le associazioni commercianti della provincia, da Unibirra e da Fondazione Ascoli. E allora l’appuntamento da non dimenticare con “Sorriso di Stelle” è per martedì 20 Giugno 2017 a ville Ponti Varese a partire dalle 18.00
    La Redazione
    Pubblicato il 16/06/2017
    Continua a leggere

  • Medioevo al Castello di Legnano
    Medioevo al Castello di Legnano

    Spettacolari raffigurazioni di scene medioevali, vi aspettano al Castello di Legnano. Da Venerdì 23 a Domenica 25 Giugno per fare un salto nel passato, con un evento collaterale al Palio di Legnano. La Festa delle contrade si svolgerà nel Borgo Medioevale e sarà caratterizzata da un ricchissimo programma di Eventi e Giochi con incontri e degustazioni in perfetto stile Medioevale. Giullari, Giocolieri e spettacoli con mangiafuoco intratterranno i presenti per la gioia dei bambini, oltre a spettacoli di falconeria con il coinvolgimento del pubblico.
    PROGRAMMA:
    VENERDì 23 GIUGNO
    Alle h.19.00 Apertura Castello accompagnato da “Aperitivo delle Contrade“. h.20.00 Locanda al Castello:cena a base di pesce in collaborazione con ASD 5 Mulini. h 21.30 Concerto Federico Avallone e la sua Band.
    LE GIORNATE MEDIEVALI
    SABATO 24 GIUGNO
    h.15.30 Apertura Campo con scene di vita medievali,banchi didattici
    h.16.00 Prova tiro con l’arco
    h.17.30 Spettacolo Falconeria e Battesimo del Guanto
    h.18.30 Lancio con Catapulta e combattimenti
    h.19.30 Esibizione di musica Medievale
    h.20.00 Spettacolo Giullari, Giocolieri e Sputafuoco
    h.21.00 Spettacolo Musica Celtica Medievale con il gruppo Barbarian Pipe Band
    h.22.15 Spettacolo bellico col fuoco, combattimenti, Frecce infuocate e macchine d’assedio
    h.24.00 Chiusura campo
    CENA MEDIOEVALE SU PRENOTAZIONE INIZIO H.19.30
    APERITIVO MEDIEVALE INIZIO H.18.30
    GRIGLIATA PER TUTTI DALLE H.19.00
    DOMENICA 25 GIUGNO
    h.10.00 Apertura Campo con scene di vita medievale,banchi didattici
    h.10.30 Santa Messa al Castello
    h.11.30 Chi fermerà il terribile Barbarossa? Avventura medievale per Bambini
    h.12.00 Musica Medievale, Spettacolo di Falconeria e volo dei Falchi
    h.14.00 Tiro con l’arco, prova la freccia
    h.14.30 Spettacolo Sbandieratori e Musici Città di Legnano
    h.15.00 Battesimo della sella su pony Centro Ippico La Stella
    h.16.00 Chi Fermerà il terribile Barbarossa? Avventura medievale per Bambini
    h.17.00 Spettacolo di Falconeria e Battesimo del Guanto
    h.18.00 Tornei di Spade dei cavalieri,combattimenti multipli
    h.19.30 Spettacoli sul palco: Musica Medievale – Giocolieri Giochi di Fuoco
    h.20.30 Chiusura festa medievale e inizio festa con musica dal vivo
     
    PRANZO MEDIOEVALE SU PRENOTAZIONE INIZIO H.13.00
    APERITIVO MEDIEVALE DALLE H.11.30 E DALLE H.18.30
    GRIGLIATA PER TUTTI DALLE H.12.00 E DALLE H.19.00
    DALLE H.21.00 MUSICA DAL VIVO
    La Redazione
    Pubblicato il 15/06/2017
     
     
    Continua a leggere

  • Pomeriggio d’Estate al Castello
    Pomeriggio d'Estate al Castello

    Sabato 17 Giugno il Castello Visconteo di Fagnano Olona (VA) apre le sue porte.
    L’evento “Un Pomeriggio d’estate al Castello” è organizzato dal Gruppo FAI Giovani Seprio e con la collaborazione della Pro Loco Fagnano Olona. Teatro di prestigio quello del Castello Visconteo dove si svolgeranno gli appuntamenti programmati. Previa prenotazione entro il 14 Giugno, alla mail faigiovani.seprio@fondoambiente.it sarà possibile partecipare ad una delle due visite programmate all’interno del maniero che avranno luogo alle h.17.00 e alle h.17.45. I partecipanti saranno accolti e accompagnati da figuranti in costumi medioevali a cura della Pro Loco di Fagnano Olona. Al termine del giro guidato, verrà offerto ai partecipanti  un “fresco Aperitivo” sulla spettacolare terrazza affacciata sulla Valle Olona. Seguirà alle h.18.30 un Concerto nel cortile del Castello Visconteo a cura dell‘Associazione “Amici del Bellini”
    Situato al centro del paese, in un punto panoramico sul ciglione che guarda il fiume Olona, il Castello di Fagnano presenta ancora evidenti le sue massicce strutture fortificate e da sempre ha avuto una funzione strategica di rilievo: viene, infatti, considerato l’antemurale di Castelseprio ed è citato nelle lotte tra i Torriani e i Visconti. Le notizie circa le sue origini sono scarse; pare comunque che il maniero già esistesse – proprio come luogo fortificato – in epoca romana.
    Come in ogni maniero che si rispetti, anche tra le mura del Castello di Fagnano Olona si aggirerebbero delle “entità”: diverse, infatti, sono le persone che hanno avvertito una “presenza” al proprio fianco proprio mentre si trovavano all’interno delle sale del Castello.
    La Redazione
    Pubblicato il 10/06/2017
    Continua a leggere

  • GirinValle 2017 in Valle Olona
    GirinValle 2017 in Valle Olona

    GIRINVALLE Sabato 17 e Domenica 18 Giugno E’ diventato ormai da anni l’appuntamento più atteso della Valle Olona. Si parla di GirinValle la manifestazione organizzata con le Pro Loco dei comuni del Medio Olona. Una grande festa coinvolgente dove tra musica, giochi, animazione, concerti, mostre, visite e buona cucina tutti si potranno divertire ed ammirare scorci di una valle tutta da scoprire. La manifestazione che richiama ogni anno sempre più persone, si svolge prevalentemente lungo la pista ciclabile della Valle Olona nelle giornate di Sabato 17 e Domenica 18 Giugno, coinvolgendo i comuni di Olgiate Olona, Marnate, Solbiate Olona, Fagnano Olona, Gorla Minore e Gorla Maggiore. Anche quest’anno non mancheranno le iniziative per i più piccoli con truccabimbi, gonfiabili e laboratori vari mentre i più grandi si potranno cimentare nello scalare la parete verticale messa a disposizione con i membri della protezione civile.
    Ecco cosa fare e vedere nei vari comuni della Valle Olona:
     
    Olgiate Olona Propone vari appuntamenti da consultare sul sito del Comune
     
    Marnate A Marnate il programma prevede: Sabato 17 Giugno 2017 Presso vecchia stazione di Marnate
    Stand gastronomico e animazione musicale con I PUJANIT – Rural party band e Presso Casa di Alice: Serata maialino al forno
    Per Domenica 18 Giugno 2017
    – Stand gastronomico – Animazione per bambini – Trenino Nel grande parco ex mulino
    – Battesimo della sella – Tiro con l’arco – Animazione Robin Hood con giochi e accampamento di Re Riccardo. – Gonfiabili. 
     
    Solbiate Olona Anche a Solbiate Olona puoi trovare numerose associazioni sportive e culturali, il battesimo della sella, un ristorante che propone ottimo cibo con servizio al tavolo (ma anche d’asporto) e i giochi di legno di un tempo: ecologici, per far divertire TUTTI e per tramandare il calore e l’importanza delle tradizioni….Promo EuroJollyService
     
    Fagnano Olona A Fagnano si inizierà Sabato 17 Giugno 2017 con l’evento FAI…un pomeriggio d’estate al Castello organizzato in collaborazione con il Gruppo FAI Giovani Seprio che prevede la possibilità di partecipare a due Visite guidate al Castello Visconteo accompagnati da figuranti in costumi medioevali, concludendo il pomeriggio con un Aperitivo sulla terrazza panoramica e con un concerto nel cortile del Castello Visconteo, alle ore 18.30 e aperto a tutta la cittadinanza a cura dell’Associazione “Amici del Bellini”.
    La festa si trasferisce nel fondovalle (zona approdo Calipolis) Domenica 18 Giugno 2017 con un’intera giornata di festa, nella quale la Pro Loco Fagnano Olona ha previsto tante iniziative per tutte le età, dai divertimenti per i più piccoli agli adulti che potranno scoprire le bellezze dei laghetti e delle “zone umide” grazie ai volontari delle G.E.V. Lombardia, oppure potranno scalare la parete verticale installata a cura dei volontari della Protezione Civile, e ancora gustando le prelibatezze preparate dai volontari della Pro Loco Fagnano Olona.
     
    Gorla Minore Per Domenica 18 Giugno 2017 Girinvalle COSPLAY. L’evento è quello di far conoscere il mondo del cosplay, stare in compagnia, divertirci e far sorridere bambini e adulti!
    L’evento si terrà in Via Galileo Galilei 2 a Gorla Minore.
     
    Gorla Maggiore Si comincia Sabato 18 Giugno!! Da Domenica alle 10.00 inizia la festa e alle 12.00 aprono i ristoranti/punti di ristoro! inoltre tante attrazioni per piccoli e genitori.
     
    DURANTE TUTTA LA GIORNATA POSSIBILITA’ DI DIVERTIRSI CON NUMEROSE
    ATTRAZIONI LUNGO IL PERCORSO E SCOPRIRE ANGOLI E PAESAGGI DELLA NOSTRA VALLE. GLI SPETTACOLI MUSICALI SI SVOLGONO PRESSO LE AREE RISTORANTE.
    IN CASO DI MALTEMPO LA MANIFESTAZIONE SI SVOLGERA’ IL 24-25 GIUGNO 2017
    IL PROGRAMMA E GLI EVENTI POTREBBERO SUBIRE VARIAZIONI.
    La Redazione
    Pubblicato il 12/06/2017
    Continua a leggere

  • Vette d’artificio 2017
    Vette d'artificio 2017

    Dal 28 luglio al 12 agosto tre imperdibili show in tre meravigliose località delle Alpi piemontesi!
    VETTE D’ARTIFICIO 2017: FUOCHI E MUSICA TRA LE CIME
    Al via la terza edizione dell’unica rassegna piromusicale “in vetta” d’Italia, dal 28 luglio al 12 agosto.
    Tra le novità un’iniziativa fotografica per premiare i vostri migliori scatti: in palio tre fantastiche vacanze nelle sedi degli show e un meraviglioso premio finale!
    Torna anche nell’estate 2017 l’unica rassegna piromusicale in alta quota mai proposta in Italia: un evento volto a valorizzare le località dell’alto Piemonte che hanno aderito anche quest’anno. Tre conferme nel calendario estivo, Mottarone, Macugnaga e San Domenico, tre tappe che diventeranno palcoscenici naturali di spettacoli piromusicali poco impattanti e “attenti” all’ambiente, grazie all’esperienza di GFG Pyro, azienda organizzatrice della rassegna.
    Mottarone, 28/07
    La prima tappa coincide con la “montagna dei sette laghi”, così denominata per la spettacolare e impareggiabile vista che il Mottarone offre dalla sua vetta di 1491 metri. Una cornice naturale dal panorama suggestivo che abbraccia, appunto, sette laghi, tra cui i Laghi Maggiore, d’Orta e di Mergozzo, e offre una vista a 360° dalle Alpi Marittime al Monte Rosa. Lo show coinciderà con l’inaugurazione dell’edizione 2017 di Vette d’artificio, venerdì 28 luglio.
    Macugnaga, 5/08
    Il secondo appuntamento si terrà invece a Macugnaga (Valle Anzasca): dal centro dell’antico borgo walser a quota 1.327 metri, il pubblico potrà assistere ad un emozionante show di fuochi, luci e musica letteralmente ai piedi dell’imponente parete est del Monte Rosa.
    Macugnaga è stata la culla delle popolazioni walser e una giornata in questo borgo, rimasto intatto nella sua struttura architettonica originaria, non può che lasciare senza fiato: arte, tradizioni, sapori autentici e una natura incontaminata proprio ai piedi della parete himalayana del Monte Rosa.
    San Domenico, 12/08
    La chiusura della terza edizione di Vette d’artificio è programmata anche quest’anno a San Domenico (Valle Divedro), ormai tra le più blasonate destinazioni dell’arco alpino per gli sport invernali, grazie ad un grandioso ammodernamento degli impianti sciistici, ma anche apprezzata meta estiva per la miriade di percorsi escursionistici disponibili. Questo sarà lo spettacolo più “alto” della rassegna: verrà infatti ospitato nella spettacolare conca alpina dell’Alpe Ciamporino, a circa 2.000 metri di altitudine, in uno scenario naturalistico mozzafiato.
    Tutti gli spettacoli piromusicali di Vette d’artificio inizieranno indicativamente alle ore 22.30 e saranno anticipati da un ricco programma di eventi collaterali (in costante aggiornamento su questo sito) a cura dei comitati promotori, per scoprire in quota le mille sfaccettature di queste località di montagna.
    PARTECIPA ANCHE TU !
    Tra le novità di quest’anno anche un’iniziativa speciale dedicata a voi che amate fotografare, che ci avete seguito fin dalla prima edizione e avete piacevolmente “inondato” i nostri social ufficiali con immagini spettacolari!
    Anche per valorizzare un patrimonio di immagini davvero di qualità l’organizzazione di Vette d’artificio, in collaborazione con i comitati promotori delle singole tappe, ha dunque pensato di coinvolgere tutti voi che seguite le nostre serate armati di fotocamera. Sarà sufficiente pubblicare sulla pagina Facebook ufficiale di Vette d’artificio – entro il giorno successivo allo spettacolo – una foto scattata durante lo show. Le votazioni saranno il frutto di un mix tra i “mi piace” espressi dai fan della pagina e i giudizi espressi da una competente giuria di qualità composta dal fotografo ufficiale di Vette d’artificio, Giancarlo Parazzoli, da un rappresentante del comitato organizzatore e dallo staff di GFG Pyro.
    Per chi si aggiudicherà il punteggio più alto in regalo una vacanza presso la località sede di spettacolo!
    E tra i tre vincitori verrà Continua a leggere

  • Impressioni del panperduto
    Impressioni del panperduto

    IMPRESSIONI DEL PANPERDUTO
    Passeggiata tra natura e impressionismo, incontrando gli artisti e l’atmosfera di quell’epoca. Domenica 18 giugno 2017 presso il Panperduto, l’Associazione “Quelli del 63” sarà protagonista dell’evento “Impressioni del Panperduto”, una composizione scenica che riprodurrà fedelmente le tele dei più famosi pittori impressionisti, alcuni dei quali presentati già nel 2014. Tra le acque del fiume Ticino e la natura che attornia il Panperduto, il pubblico potrà passeggiare godendo di uno spettacolo unico: figuranti in costume ottocentesco saranno i soggetti dei quadri viventi a comporre la struttura pittorica di artisti come Renoir, Van Gogh, Pissarro, Monet. Le opere d’arte prenderanno forma sotto i nostri occhi con pennellate cariche di luce e di colore dei pittori en plein air, che secondo la locuzione francese indica un metodo pittorico consistente nel dipingere all’aperto.
    L’opera di presa, la diga e il Museo del Panperduto saranno in questa occasione lo sfondo e l’ambientazione suggestiva di emozionanti tableaux vivants. Non mancheranno scene inedite e sorprese grazie anche agli amici dell’Accademia della Costina. Con questo evento il Panperduto festeggia la Giornata Nazionale dei Piccoli Musei, offrendo a tutti un piccolo dono, ovvero la possibilità di accedere gratuitamente all’area di visita di tutto l’itinerario del Panperduto, un grande patrimonio culturale, storico, ambientale del territorio. Con questo gesto gli organizzatori intendono regalare a tutti un’esperienza di immagini e suoni da custodire per sempre. Ameremo in modo particolare tutti quei visitatori che si presenteranno in abiti bianchi e tenui colori pastello, con grandi cappelli e grandi sorrisi. I visitatori potranno fare con noi un viaggio nel tempo, guardare, ascoltare, fantasticare e degustare specialità, ma soprattutto fotografare diventando protagonisti: infatti con gli hashtag #giornatapm e #invasionidigitali i partecipanti potranno raccontare insieme a noi la passione che ha dato vita a questo evento. Nella Giornata Nazionale dei Piccoli Musei, insieme al grande flusso italiano di immagini celebranti tutte quelle piccole realtà che salvano e divulgano la storia locale, ci sarà anche il Panperduto, che merita di essere apprezzato ben oltre la Lombardia. Evento a cura di Associazione “Quelli del ’63”, con la collaborazione di Ester Produzioni e Associazione Accademia della Costina, con il patrocinio del Comune di Somma Lombardo, del Consorzio ETVilloresi e del Parco Lombardo della Valle del Ticino.
    INFORMAZIONI UTILI:

    L’evento è gratuito e aperto a tutti; si svolgerà dalle ore 10.00 alle ore 19.00 (gli ultimi ingressi saranno alle ore 18.45). Per la particolarità dell’area, ogni ingresso all’area di visita sarà a gruppi accompagnati lungo il percorso obbligato (circa 1 km). L’ingresso sarà presso l’info point davanti all’opera di presa del Panperduto (Via Lungo Canale). A tutti i visitatori si consiglia abbigliamento adeguato: scarpe comode e cappello per proteggersi dal sole. Lungo il percorso di visita non saranno ammessi cani e passeggini. In caso di maltempo l’evento sarà annullato.
    Come raggiungere il Panperduto:
    Il Panperduto è immerso nella natura, per questo è bello raggiungerlo a piedi, circa 700 metri dai parcheggi dell’area Canottieri; 1,5 km dai parcheggi di località Maddalena. Parcheggio gratuito presso località Canottieri (Via Canottieri, Somma Lombardo) e parcheggio a pagamento con gratta e sosta presso Via Canottieri; parcheggi gratuiti presso località Maddalena (Via al Ticino, Somma Lombardo).
    Contatti:
    Panperduto info@panperduto.it Tel. 0331/259752 Associazione “Quelli del ’63” quellidelsessantatre@gmail.com 3488079775 (Sonia).
     
    PER APPROFONDIRE
    PANPERDUTO
    Il Panperduto è un grande patrimonio culturale, storico e ambientale del territorio. Ex casello di guardiania idraulica della diga del Panperduto e dell’opera di presa, dopo una ristrutturazione conservativa, oggi accoglie i turisti di tutto il mondo. Grazie alla nuova gestione a cura di Ester Produzioni Soc. Coop. Continua a leggere

  • Villa Arconati a tutta birra
    Villa Arconati a tutta birra

    Bollate (MI)- Birra in Villa – 2° edizione. Il venerdì sera della piccola Versailles.
    Da venerdì 9 giugno 2017 torna a grande richiesta la 2° edizione di Birra in Villa.

    Fondazione Augusto Rancilio in collaborazione con il Birrificio Artigianale Follia Pura propone 10 serate uniche e ancora più “gustose” per godersi l’atmosfera unica della piccola Versailles milanese sorseggiando ottima birra artigianale.La birra artigianale del Birrificio Artigianale Follia Pura: genuina rinfrescante e prodotta con materie prime di altissima qualità verrà sorseggiata durante le calde serate estive in un luogo dal fascino secolare, in un’atmosfera elegante ed esclusiva….dove si respira il fascino d’altri tempi! Il venerdì sera vivi la Corte Nobile della villa in un modo davvero unico, nello splendore delle sere d’estate.
    LE NOVITA’ DELLA 2° EDIZIONE
    Quest’anno le serate di Birra in Villa proporranno al Pubblico la possibilità di passare un’intera serata all’insegna del gusto: a partire dal tramonto, nell’atmosfera unica della Corte Nobile della villa sarà possibile gustare un’ottima cena con succulenti primi piatti, carne alla griglia, e sfiziosità dolci e salate accompagnate da ottima birra artigianale.
    Un modo davvero unico per passare il venerdì sera dall’happy hour fino al dopocena.
    SISILI … la nuova Pils per Villa Arconati-FAR
    Il Birrificio Artigianale Follia Pura produce in esclusiva e in serie limitata SISILI per Villa Arconati-FAR, la nuovissima Pils genuina e rinfrescante, ma soprattutto “buona” perché acquistandola si contribuisce al progetto di recupero e valorizzazione della Villa.
    Sisili è una birra artigianale a bassa fermentazione, si presenta di colore giallo dorato con abbondante schiuma bianca. Al naso sprigiona sentori erbacei e in bocca le dolci note del malto si uniscono ad un finale lievemente amaro.
    BIRRA IN VILLA
    Venerdì 9 – 16 e 30 giugno
    Venerdì 7 e 28 luglio
    Venerdì 4 e 25 agosto
    Venerdì 1 – 15 e 22 settembre
    dalle 19.00 alle 1.00
    Corte Nobile di Villa Arconati-FAR
    Ingresso libero
    Info serata:
    Birrificio Artigianale Follia Pura: 333.3618080 – birrificiofolliapura@gmail.com
    Fondazione Augusto Rancilio: 393.8680934 – eventi@villaarconati.it
    Comunicato stampa
    La Redazione
    Pubblicato il 07/06/2017
     
    Continua a leggere

  • Perseverant alla Provaccia
    Perseverant alla Provaccia

    Anche quest’anno, in occasione del Palio di Legnano,  la Società Ginnastica Perseverant è stata invitata per l’apertura della Provaccia venerdì 26 Maggio 2017, sfilando insieme ad altre 25 associazioni sportive, all’interno dello stadio “Mari” di Legnano , prima della corsa dei cavalli, che ha visto vincitrice la contrada di Legnarello. La società Perseverant Legnano, nasce il 15 Settembre 1945 presso l’oratorio SS Redentore a Legnarello. Sono i fondatori, Don Ettore Passamonti e Giuseppe Colombo , a idearne il nome, che è latino e significa “ESSI PERSEVERANO”. La società è la prima nata in città dopo la seconda guerra mondiale. È dal lontano 1946 che è affiliata alla  Federazione Ginnastica Italiana. Direttore tecnico Mario Tesorio  ex ginnasta della nazionale maschile. Per la sezione agonistica femminile, oltre a Mario, allena Rita Peri che ha partecipato alle olimpiadi di Monaco e di Montreal con la nazionale femminile di ginnastica artistica. Per la sezione agonistica maschile allenano Alessandro Prando e Stefano Brignoli entrambi ex ginnasti  Perseverant. Attualmente i ginnasti gareggiano nei tornei  Silver  organizzati dalla Federazione Ginnastica Italiana nelle varie categorie della serie D e C Nel 2017 Perseverant è arrivata sul podio in Lombardia nelle gare a squadre e nelle gare per singolo ginnasta con Elena Colombo, Noa Villa, Giorgia Toia, Emma Fadda, Silvia Ferro, Giulia Guzzetti, Emad Elbana. La ginnastica artistica è uno sport molto difficile dove necessitano costanza determinazione e doti fisiche eccezionali.
    I risultati si ottengono solo grazie ad un costante e continuo impegno a partire dagli allenamenti quotidiani che questi ragazzi svolgono guidati dai loro allenatori.
    Perseverant si trova in via Resegone  a Legnano oppure su facebook come  ginnastica  Perseverant.
    La Redazione
    Pubblicato il 27/05/2017
    Continua a leggere

  • Doppio Argento per la Versus
    Doppio Argento per la Versus

    DUE ARGENTI AI CAMPIONATI ITALIANI PER LA VERSUS
    Il giovanissimo Francesco Scaccianoce centra la piazza d’onore in due diverse discipline. Grande prestazione di Francesco Scaccianoce a Torino. Il portacolori della Versus l’unica palestra del legnanese a praticare le MMA, il fenomeno marziale degli anni 2000, ha infatti conquistato due secondi posti nella prova finale dei campionati italiani di MMA Light e Grappling – 70 KG svoltisi a Torino. “Una prova particolarmente significativa – dice il suo Maestro, Guido Colombo – perché Francesco non gareggiava dallo scorso autunno a causa di un infortunio”.
    Nelle MMA Light (versione a contatto leggero dello sport di combattimento totale – con colpi e tecniche di lotta – sempre più popolare in Italia e nel Mondo) Scaccianoce è stato fermato solo in finale, dopo aver dominato le qualificazioni, da una squalifica per eccesso di contatto. “Una decisione che ci ha lasciato perplessi” commenta Colombo. Anche rivedendo il video dell’incontro la tecnica non appare per nulla intenzionale, crediamo che al massimo fosse sanzionabile con un richiamo ufficiale. Comunque sia siamo molto soddisfatti perché sul piano strettamente tecnico la nostra superiorità era evidente”.
    Discorso analogo nel grappling, la disciplina di lotta interstile che racchiude le migliori tecniche delle principali discipline lottatorie come judo e lotta libera. Qui Scaccianoce è stato fermato di strettissima misura dall’atleta poi premiato come migliore in assoluto tra tutte le categorie dei campionati italiani. “Un risultato eccellente se si pensa che era la sua prima gara in questa disciplina” osserva il DT della Versus. Con questi due secondi posti l’atleta legnanese è anche risultato secondo nella graduatoria dei migliori atleti delle finali dato che in pochissimi riescono a salire sul podio in due discipline differenti. Adesso si comincia già a pensare alla prossima stagione che dovrebbe vedere l’esordio di Scaccianoce da semi professionista nel contatto pieno.
    Comunicato stampa
    Pubblicato il 15/05/2017
    Continua a leggere

  • Robecco Fiera di San Majolo
    Robecco Fiera di San Majolo

    Fiera di San Majolo: 105 candeline per una grande festa, dal 27 aprile
    Torna da ormai 105 anni l’antica Fiera di San Majolo. La Fiera che avrà il suo culmine il 1° Maggio sarà accompagnata da eventi collaterali che si svolgeranno dal 27 Aprile. Approfittane con questi itinerari di vedere luoghi, ville e cascine vicine.
    Una fiera antica nel suo genere con esposizione di bestiame e mezzi agricoli, accompagnata da tante attrazioni, sport e attività ludiche per i vostri bambini e che dà la possibilità di ammirare luoghi vicini ai navigli milanesi ricchi di storia e vecchie tradizioni.
    La Redazione
    Pubblicato il 26/04//2017
    Continua a leggere

  • Rifugio Antiaereo
    Rifugio Antiaereo

    In occasione della festività del 25 aprile il rifugio Antiaereo sarà aperto al pubblico e sarà possibile esplorare con visite guidate a cadenza oraria, un luogo affascinante e poco noto della città di Varese: il rifugio antiaereo nei Giardini estensi
    Le guide del Gruppo Speleologico Prealpino, con la collaborazione tecnica di Archeologistics e con il Patrocinio del Comune di Varese, condurranno il pubblico in un percorso carico di suggestioni alla scoperta della Varese sotterranea. Sebbene Varese sia stata colpita da un solo bombardamento aereo nell’aprile del 1944, la città si preoccupò di costruire numerosi rifugi nel sottosuolo per offrire protezione ai propri cittadini, avvisandoli dell’incombente pericolo con richiami e allarmi.
    Fra l’ottobre del 1943 e l’inizio dell’anno successivo si realizzò di gran carriera anche il rifugio situato nella parte alta dei Giardini Estensi, proprio al di sotto della collina, che si snoda nel sottosuolo per circa 140 metri, collegando l’ingresso di via Lonati a via Copelli. Questo fu di fatto l’unico rifugio varesino a essere stato interamente completato al momento dei bombardamenti. Lungo le pareti della galleria sotterranea in cemento, alta circa due metri e larga poco più di tre, si allineavano due file di panche in legno su cui potevano prendere posto circa 600 persone, che accedevano al rifugio attraverso i due ingressi principali, chiusi da pesanti porte in ferro e cemento progettate per contrastare la forza dirompente degli ordigni. Una volta scesi sottoterra si poteva solo attendere con pazienza la cessazione dello spaventoso pericolo possiamo solo immaginare i pensieri di coloro che erano riusciti a mettersi in salvo: l’apprensione per i propri cari e i propri conoscenti, il timore di non ritrovare più la propria casa, il quartiere, i punti di riferimento, lo stordimento e l’impotenza nell’udire i terribili colpi e le esplosioni che martoriavano la superficie; un turbinio di emozioni che possiamo a stento immaginare e che solo i racconti di chi ancora ricorda riescono in parte a restituirci. Terminata l’emergenza, molti di questi rifugi sparsi in tutta Italia, furono abbandonati o utilizzati per altri scopi e ancora oggi, spesso a nostra completa insaputa, giacciono per la maggior parte in abbandono sotto i nostri piedi, muti testimoni di un dramma che si consumò poco meno di ottant’anni fa. Nel rifugio di via Lonati tutto è rimasto fermo nel tempo conservando il suo aspetto originario: sulle pareti, ad esempio, è ancora possibile leggere le scritte concepite per istruire le persone sulla direzione da prendere o sui comportamenti da tenere all’interno del rifugio. La visita sarà un’occasione unica e coinvolgente per rivivere in prima persona una pagina drammatica della nostra storia cittadina recente.
    Tratto dal sito del Comune di Varese
    La Redazione
    Pubblicato il 20/04/2017
    Continua a leggere

  • Giochiamo insieme
    Giochiamo insieme

    Anche quest’anno, le Associazioni Sommesi e l’Amministrazione Comunale invitano bambini di oggi e di ieri a giocare insieme per le vie della città riscoprendo tanti giochi popolari e tradizionali. L’appuntamento con Cià ca giùgum è per domenica 23 Aprile 2017 dalle 10 alle 18 in centro a Somma Lombardo. Ma gli eventi in programma non finiscono qui, domenica 7 maggio 2017 sarà la volta di Calendimaggio, il trionfo della Primavera per scoprire, attraverso un’escursione guidata la storia e la natura del territorio di Somma Lombardo. L’escursione di circa 8 km. percorrerà sentieri, tratturi sterrati e percorsi naturalistici alla scoperta del torrente Strona e dell’antica località Valgella.
    La Redazione
    Pubblicato il 20/04/2017
    Continua a leggere

  • La piccola Versailles
    La piccola Versailles

    Fondazione Augusto Rancilio riapre al pubblico “la piccola Versailles di Milano”
    Vieni a visitare Villa Arconati – FAR tutte le domeniche dal 30 aprile al 22 ottobre 2017.
    A Villa Arconati-FAR fervono i preparativi per la riapertura al pubblico della “la piccola Versailles di Milano”.
    Fondazione Augusto Rancilio ha in serbo tante novità perché il pubblico possa godere sempre più e sempre meglio delle “delizie” di questo luogo incantato.
    VILLA ARCONATI-FAR
    Villa Arconati-FAR è un luogo dal fascino unico: denominata la piccola Versailles di Milano per la sua raffinata eleganza, la dimora fu utilizzata nel Seicento e Settecento per mostrare il prestigio della Famiglia Arconati.
    Tra i suoi tesori: lo splendido giardino monumentale di 12 ettari e le 70 sale del palazzo, tra le quali spiccano la meravigliosa sala da ballo ricamata di stucchi e dorature, la sala dei ricevimenti con gli affreschi dei Fratelli Galliari e la scultura classica originale di Tiberio, storicamente detta di Pompeo Magno, sotto la quale la leggenda vuole essere stato pugnalato Giulio Cesare.
    Il suo fascino senza tempo rimane intatto ancora oggi ed è arricchito da quattro secoli di storia.
    IL PROGETTO DI RECUPERO
    Il progetto, iniziato nei primi anni 2000 in collaborazione con partner istituzionali quali la Sovrintendenza ai Beni Architettonici, Regione Lombardia, la Provincia di Milano, insieme al Comune di Bollate e Fondazione Cariplo oltre ad un nutrito gruppo di Partner privati, ha già portato alcuni significativi risultati volti al recupero strutturale del bene.Fondazione Augusto Rancilio opera un monitoraggio costante volto alla salvaguardia del bene, oltre ad una serie di interventi strutturali di recupero e restauro.
    INTERVENTI DI RECUPERO E RESTAURO 2016/2017
    Oltre alla manutenzione ordinaria che si concentra sia sulle sale del palazzo che sul giardino monumentale, nuovi interventi di recupero e restauro sono stati operati nei mesi di chiusura al pubblico tra ottobre 2016 e aprile 2017.
    Il Pubblico potrà ammirare il risultato di questi interventi di riqualificazione durante le giornate di apertura:
    – riqualificazione del giardino storico: l’intervento, puntuale e continuativo nel tempo, prevede una costante pulizia del sottobosco e il monitoraggio dei rami delle piante secolari e monumentali. Negli scorsi mesi sono state inoltre potate le carpinate del giardino all’italiana così come dal progetto raffigurato nei materiali iconografici storici della Villa.
    L’intervento principale di restauro degli scorsi mesi ha, però, interessato il parterre alla francese, dove sono state posizionate le bordure delle grandi aiole nel rispetto della struttura del giardino, a seguito dello studio delle immagini storiche di fine Ottocento. L’intervento ha previsto, inoltre, la completa topiatura dei carpini, che hanno ripreso la loro forma a “ballerina” e il ripristino dei viali in ghiaia.
    – interventi preparatori al recupero: nelle sale successivamente interessate dalla riqualificazione è stato operato un lavoro preventivo di messa in sicurezza degli intonaci rimuovendo parti di stuccature cementizie incoerenti e stendendo un nuovo livello sulle parti ammalorate.
    – riqualificazione delle Sale al Piano Terra: numerosi sono stati gli interventi che hanno interessato le sale al pianterreno del palazzo accumunate principalmente dal degrado causato dall’umidità. I lavori nelle Sale degli Ovali e delle tre sale adiacenti al Museo hanno coinvolto principalmente la messa in sicurezza degli intonaci, soprattutto nei sottofinestra. In un’ottica puramente conservativa, l’intera opera è stata resa nuovamente leggibile grazie ai consolidamenti degli intonaci, la rimozione delle efflorescenze saline, l’asportazione di grossi depositi di polvere e lo screening delle decorazioni che ne hanno valorizzato l’antica cromia.
    – riqualificazione delle pitture del portico della Corte Nobile: il lavoro di recupero iniziato nel 2016, sempre in un’ottica puramente conservativa, si è concentrato sul risanamento della parte muraria e consolidamento delle pellicole a rischio caduta; è stato successivamente eseguito un leggero adeguamento delle cromie per rendere Continua a leggere

  • Morcote e Parco Scherrer
    Morcote e Parco Scherrer

    Morcote, il Villaggio più bello della Svizzera Italiana.
    Il pittoresco villaggio che ai tempi del Medioevo era il più grande porto sul lago di Lugano, si trova a pochi km dal nostro confine.
    Il paesello che si affaccia sulle rive del lago di Lugano è unico nel suo genere. Con le facciate decorate, Morcote è famosa per i suoi edifici con porticato posti sulla riva del Lago che risalgono al tardo Medioevo. Si possono ammirare inoltre il palazzo “Torre del Capitano“, le Dimore Gentilizie  e la chiesa di Santa Maria del Sasso risalente al XIII secolo.

    Tappa obbligatoria per chi visita Morcote è Parco Scherrer, caratterizzato dalle sue meraviglie botaniche con oltre 50 varietà di piante tutte catalogate. Nella cornice spettacolare del parco che si estende per circa 15000 mq inserite in un contesto di flora subtropicale composta da cedri, cipressi, canfori, eucalipti, magnolie, azalee, palme, camelie, glicini, oleandri, si possono ammirare svariate collezioni di oggetti d’arte provenienti da altrettanti paesi ed epoche diverse. Uno spettacolo unico che in primavera sprigiona un fascino unico e irripetibile da vedere.
    La Redazione
    Pubblicato il 08/04/2017
    Continua a leggere

  • Le settimane del tulipano
    Le settimane del tulipano

    Dal 9 al 25 aprile 2017 nei Giardini Botanici di Villa Taranto, a Verbania, sul Lago Maggiore, si svolgono le consuete e tradizionali “Settimane del Tulipano”, rassegna inaugurata per la prima volta dal Capitano Neil Mc Eacharn nel lontano 1956.
    Questi fiori, coltivati più di mille anni fa in Turchia, arrivarono in Europa solo nel XVI secolo grazie al fiammingo Ogier Ghislain de Busbecq, ambasciatore di Ferdinando I alla corte di Solimano il Magnifico, che spedì alcuni bulbi al botanico Carolus Clusius, responsabile dei giardini reali olandesi. Per il loro prezioso ed elegante valore decorativo e altresì per quello economico, i tulipani divennero presto una merce di lusso e uno status symbol. Nel linguaggio dei fiori, il tulipano è oggi considerato come una dichiarazione d’amore. All’interno del Giardino, in un serpeggiante percorso denominato “Labirinto dei Tulipani”, sono piantumati oltre 20.000 bulbi appartenenti a 65 varietà diverse. Durante la passeggiata è impossibile non ammirare l’appariscente “Carnival de Nice” bianco con bordo rosso scuro, il simpatico “Micky Mouse”, dal colore giallo con screziature rosse, l’inusuale e ricercatissimo tulipano nero, “Queen of night”, oltre al frangiato “Flaming Baltic” con petali bianchi decorati da una fiamma di bordeaux intenso, il” Giant Orange Sunset”, il tulipano più grande del mondo ed infine il singolare contrasto creato dall’accostamento “Black&White” nella parte alta del giardino. Inoltre in questa stagione, all’interno del parco, è possibile ammirare una generosa fioritura di Magnolie, Rododendri, Forsythie, Narcisi, Viole e … un cromatico tappeto blu con oltre 40.000 Muscari in fiore. I Giardini sono aperti tutti i giorni, festivi inclusi, dalle 8.30 alle 18.30. Tutti gli iscritti al FAI (Fondo Ambiente Italiano) che presentano la tessera alla biglietteria dei Giardini, possono usufruire di un biglietto d’ingresso a condizioni agevolate durante questa rassegna.
    Fonte Villa Taranto, lagomaggiore.net
    La redazione
    Pubblicato il 07/04/2017
    Continua a leggere

  • Apertura stagione 2017
    Apertura stagione 2017

    Chiuso per la pausa invernale, il monte Tamaro (1962m.), situato nel triangolo tra Lugano – Bellinzona – Locarno riapre i suoi impianti Sabato 1 Aprile 2017. Il monte meta di escursioni, è noto per la Chiesa Santa Maria degli Angeli di Mario Botta con dipinti di Enzo Cucchi e per l’escursione panoramica in cresta da e verso il Monte Lema. Ma gli itinerari escursionistici portano in tutte le direzioni con passeggiate panoramiche adatte alla famiglia. Gli amanti della mountain bike invece apprezzeranno particolarmente il Bike-park, ma le esperienze emozionanti e il divertimento non finiscono qui, da Rivera una comoda cabinovia porta all’Alpe Foppa a 1530m dove si trova un grande e accogliente ristorante, un innovativo parco giochi per bambini, la pista estiva per gli slittini, la tirolese con la quale lanciarsi a valle in un emozionante volo di oltre 400m. e la partenza per i percorsi in mountain bike. Alla stazione intermedia della cabinovia si trova invece il punto accoglienza con snack-bar, l’organizzatissimo Parco Avventura, il Downhill & Free Ride, una pista nera con un dislivello di 680m, ideale per chi volesse migliorare la propria tecnica e allenarsi con la MTB e il nuovo Tamaro Jumping, salto spettacolare da un’altezza di circa 15 metri. A Rivera poi non mancano i divertimenti acquatici, tra spruzzi, scivoli, onde, idromassaggi, slide, gommoni, tunnel bui come la notte e il relax in saune al sale dell’ Himalaya, nelle vasche saline iodate, nel bagno turco purificante, tutto questo è “Splash & Spa Tamaro” un parco acquatico di oltre 10.000 metri quadrati che coniuga divertimento e benessere.
    La Redazione
    Pubblicato il 27/03/2017
    Continua a leggere

  • Giornate Fai a Milano
    Giornate Fai a Milano

    GIORNATE FAI DI PRIMAVERA IN PROVINCIA DI MILANO. Le Giornate Fai di Primavera in programma per sabato 25 e domenica 26 marzo 2017 sono arrivate quest’anno alla 25^ edizione e i volontari Fai apriranno per l’occasione al grande pubblico circa 1000 luoghi visitabili con un contributo libero. Questo evento unico in Italia contribuisce a riscoprire luoghi a volte sconosciuti o dimenticati che raccontano la nostra storia. Il Fai Fondo Ambiente Italiano con impegno costante e concreto tutto l’anno custodisce e protegge luoghi monumenti e capolavori d’arte che racchiudono l’identità del nostro Paese contribuendo ad offrire l’opportunità di un tempo libero di qualità per tutta la famiglia. Numerosi i siti aperti in questo weekend in Provincia di Milano: dall’Accademia di Belle Arti di Brera al Castello Visconteo di Cusago senza dimenticare il piccolo Oratorio San Salvatore a Casorezzo. La Redazione
    Pubblicato il 24/03/2017
     
    Continua a leggere

  • Apprendisti Ciceroni
    Apprendisti Ciceroni

    APPRENDISTI CICERONI PER LE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA
    I giorni 25 e 26 marzo 2017 tornano le ‘Giornate FAI di Primavera, in cui il FAI (Fondo Ambiente Italiano) apre al pubblico un gran numero di luoghi degni di interesse. Anche l’Oratorio di San Salvatore a Casorezzo, piccolo edificio di culto, tra più antichi della Lombardia, contenente resti di un ciclo di rari dipinti murali di origine romanica e pregevoli affreschi del primo Rinascimento, potrà essere visitato sabato 25 e domenica 26 marzo 2017 dalle ore 10 alle ore 17.30. Ad accogliere e guidare i visitatori saranno apprendisti Ciceroni del territorio e più precisamente gli studenti dell’ IISS G.Torno di Castano Primo. I ragazzi hanno seguito un percorso di preparazione con  Andrea D’Alessio della Delegazione Milano NordOvest, che li ha fatti entrare nel mondo FAI, e con la Professoressa Chiara Maggioni dell’Università Cattolica di Milano, che li ha contagiati con la sua competenza e passione per l’arte medievale e per quel gioiello nascosto che è l’Oratorio di San Salvatore.
    La Redazione
    Pubblicato il 24/03/2017
     
    Continua a leggere

  • Volontari per FAR 2017
    Volontari per FAR 2017

    VOLONTARI PER FAR 2017 Torna la campagna di reclutamento Volontari per Villa Arconati. Da quando Villa Arconati di Bollate (Mi) ha chiuso i portoni per la stagione invernale, tanti sono gli interventi di recupero, consolidamento, manutenzione e studio del palazzo e del giardino che Fondazione Augusto Rancilio sta portando avanti … dunque nuove sorprese attendono i visitatori! La Fondazione è consapevole che questo ambizioso progetto di recupero e valorizzazione coinvolge le tante persone che amano Villa Arconati e la sua storia. Anche quest’anno, quindi, Fondazione Augusto Rancilio chiede l’aiuto di tutti coloro che abbiano voglia di prestare un po’ del loro tempo per sostenere la cultura e il loro territorio. Diventare VOLONTARI per FAR è semplicissimo! Non servono competenze particolari, solo un po’ del proprio tempo da mettere a disposizione per fare animazione, assistenza nell’organizzazione, accoglienza, visite guidate e tanto altro, anche a seconda dei propri interessi e della propria disponibilità.Fondazione Augusto Rancilio valorizzerà l’esperienza di volontariato culturale di quanti doneranno il proprio tempo per Villa Arconati, così che quest’esperienza sia arricchente non soltanto per la villa, ma anche per quanti chiedono di poter fare qualcosa per valorizzare questo bene così amato da tutti.Per ricevere maggiori informazioni e per presentare la propria candidatura è possibile scrivere all’indirizzo mail didattica@villaarconati.it. Fondazione Augusto Rancilio riapre Villa Arconati al pubblico a partire dal 30 aprile 2017. La villa e il suo sontuoso giardino monumentale incanteranno i visitatori con nuove attività e tante sorprese: percorsi tematici, visite guidate, esposizioni d’arte, spettacoli ed eventi per tutti i gusti. Come sempre il ricavato di tutte le iniziative sarà interamente devoluto da Fondazione Augusto Rancilio al progetto di recupero e valorizzazione di Villa Arconati. Comunicato stampa Fondazione Augusto Rancilio – Villa Arconati Bollate (Mi)
    La Redazione
    Pubblicato il 17/02/2017
    Continua a leggere

  • Commedia Segreta
    Commedia Segreta

    Sabato 22 e Domenica 23 Ottobre 2016 la Fondazione Augusto Rancilio presenta: LA COMMEDIA SEGRETA DEGLI ARCONATI. Una visita a sorpresa per festeggiare la chiusura della stagione,un’occasione unica per vedere Villa Arconati come mai prima d’ora: passato e presente, insieme, daranno nuova vita a questo luogo dal fascino senza tempo! Villa Arconati, la villa di delizia un tempo detta la “piccola Versailles lombarda”, sta chiudendo le sue porte per la stagione 2016 e per farlo ha una sorpresa in serbo per i suoi ospiti. Oltre al parco, al piano terra e alle scuderie per soli due giorni, il 22 e il 23 ottobre, sarà possibile visitare il piano Nobile con uno speciale percorso più ampio del solito e che, per la prima volta, vi condurrà a scoprire ogni segreto degli Arconati! Avrete la possibilità di entrare tra la pagine della Commedia segreta che gli Arconati riservano solo ai loro ospiti più illustri. Non una semplice visita guidata ma un viaggio nel passato, attraverso i secoli, in compagnia dei personaggi che in questo luogo hanno vissuto e in cui hanno lasciato le loro tracce. Dagli appartamenti delle signore, alle sale degli uomini passando dalla vita pubblica a quella privata tra svaghi e passatempi che vi faranno sobbalzare di emozioni inattese. Un racconto ricco di sorprese e colpi di scena che solo chi verrà ad ascoltarlo in questi pomeriggi potrà conoscere! Sabato 22 ottobre e domenica 23 ottobre Dalle ore 13.30 alle ore 18.00 Ingresso a Villa Arconati € 4,00 Ingresso + Visita “La Commedia segreta degli Arconati” € 7,00 Speciale sera Dalle ore 18.00 alle ore 21.00 Ingresso a Villa Arconati gratuito (non sarà possibile accedere al parco) Ingresso + Visita “La Commedia segreta degli Arconati” € 5,00 Inizio visite ogni mezz’ora circa. Acquisto biglietti presso Villa Arconati fino a esaurimento posti.     Villa Arconati Via Madonna Fametta, 1 – 20021 Bollate (Mi) Info: 393.8680934 -info@villaarconati.it Foto evocativa di Jordan Cozzi.
    La Redazione
    Pubblicato il 2/10/2016
     
    Continua a leggere

  • Riapre il Foro Romano
    Riapre il Foro Romano

    Anche in questa settimana dal 1 al 9 Ottobre 2016 in via del tutto eccezionale ci sarà l’apertura straordinaria del Foro Romano dalle ore 12 alle ore 17.30
    Nel foro di Milano hanno transitato diverse persone, dalle più umili a quelle di massima personalità che, da ogni parte del Mediterraneo passarono nella città; “Mediolanum” voleva dire infatti la Terra di mezzo.
    Un’occasione imperdibile per visitare la piazza dove passeggiarono Santi e Imperatori quali Costantino, Teodosio e Ambrogio.
    Per i biglietti e le prenotazioni cripta@milanotourismpoint.com – 340 4085729
    La Redazione
    Pubblicato il 15/09/2016
    Continua a leggere

  • Apertura Foro Romano
    Apertura Foro Romano

    Dal 4 Giugno al 10 Giugno 2016. Ci siamo, dal 4 giugno al 10 giugno 2016 si potrà tornare a visitare l’antico centro di Milano, il #Foro #Romano . Il centro del negotium, cioé degli incontri e degli affari si trova collocato esattamente sotto la Biblioteca Ambrosiana e solo qualche mese fa era stato aperto ad un pubblico assai ristretto di giornalisti, mentre a partire dal 4 giugno e per una settimana anche il grande pubblico potrà ammirare un luogo magico, leggendario e ricco di storia. Per l’occasione sono stati predisposti biglietti che comprendono anche la visita alla Cripta di San Sepolcro, infatti tutti i giorni dalle 12 alle 17.30 sarà possibile accedere all’antico Foro Romano di Milano (Via dell’Ambrosiana) beneficiando di una promozione sul prezzo del  biglietto integrato Cripta + Foro Romano a soli 11,00 € invece di 13,00 €. Per chi invece avesse già visitato la Cripta di San #Sepolcro e volesse visitare solo il Foro Romano sarà disponibile un biglietto a 3,00€. Solo per i Gruppi invece l’opportunità di visitare #Cripta e Foro Romano al solo costo della Cripta (10,00 €).
    La visita al Foro sarà arricchita dalle spiegazioni di uno studente in alternanza scuola-lavoro messo a disposizione dei visitatori che potrà dare assistenza fornendo utili informazioni, aneddoti e curiosità riguardo al luogo . Rimane comunque sempre la possibilità di prenotare visite guidate con le principali guide turistiche di Milano.
    La Redazione
    Pubblicato il 20/05/2016
    Continua a leggere

  • Scopri il Campo dei Fiori
    Scopri il Campo dei Fiori

    ALLA SCOPERTA DEL CAMPO DEI FIORI TRA TERRA, ACQUA, CIELO E STELLE. Il Parco Naturale Regionale Campo dei Fiori è situato pochi chilometri a nord della città di Varese. Istituito nel 1984 ed ampliato nel 2009 si estende per circa 6.300 ettari sul territorio di 17 comuni e 2 Comunità Montane in Provincia di Varese. La sede dell’ Ente di gestione del Parco è situata a Brinzio, unico comune il cui territorio è completamente inserito all’ interno dell’area protetta insieme a Masciago Primo.
    Il Parco comprende due massicci montuosi: il Campo dei Fiori e il Martica – Chiusarella. Il primo occupa la parte occidentale del territorio del Parco e si affaccia con le sue pendici meridionali sul Lago di Varese. L’orientamento da est ed ovest consente a chi proviene dalla pianura padana di riconoscerne immediatamente l’ inconfondibile profilo e le sue cime, dalle quali si gode uno stupendo panorama sull’ arco alpino e sulla pianura. La vetta più alta è Punta Paradiso (1227 m.). Il massiccio del Campo dei Fiori è formato da rocce di natura carbonica nelle quali l’ incessante opera erosiva dell’ acqua ha dato origine a ben 130 grotte, per uno sviluppo complessivo di oltre 30 km. Il secondo massiccio abbraccia il confine orientale del Parco, con due cime che si susseguono in direzione sud-nord: il Monte Chiusarella (912 m.) ed il Monte Martica (1025 m.). I due massicci principali sono separati dalla Valle Rasa che unisce la Valcuvia alla Valle del fiume Olona, la quale prende nome dall’omonimo fiume che nasce alla Rasa di Varese. All’interno del Parco sono istituite 6 Riserve naturali che racchiudono gli ambienti più importanti e caratteristici: le Riserve naturali Lago di Ganna, Lago di Brinzio, Torbiera Pau Majur e Torbiera del Carecc con le principali zone umide del Parco; la Riserva del Monte Campo dei Fiori con il suo articolato sistema carsico ipogeo; la Riserva della Martica-Chiusarella con gli ultimi lembi di prato magro, ricchi di rarità di flora e fauna invertebrata. Meritano poi una visita gli 8 Monumenti naturali disseminati nel territorio del Parco, piccole gemme di particolare interesse naturalistico. Tutto il Parco è facilmente visitabile attraverso i suoi 20 sentieri principali adeguatamente segnalati. L’area è attraversata da sentieri di più lunga percorrenza come il sentiero europeo E1, il sentiero del Giubileo, la Via Verde Varesina, l’ Anulare Valcuviano.
    Le Guardie Ecologiche Volontarie del Parco Regionale Campo dei Fiori organizzano una serie di escursioni guidate a piedi a tema naturalistico che attraversano nel corso dei 12 mesi dell’anno l’intero parco, per farne conoscere gli angoli più suggestivi. Gli itinerari proposti non presentano particolare difficoltà; date le caratteristiche dell’ambiente in cui si svolgono essi vanno comunque affrontati con la preparazione richiesta da un’attività escursionistica in media montagna: allenamento fisico, calzature da trekking, abbigliamento adatto alla stagione, mantella impermeabile in caso di pioggia. I partecipanti possono scegliere tra il percorso completo, con colazione al sacco e rientro nel pomeriggio ad ora variabile in funzione dell’escursione e della stagione, ed un percorso più breve, limitato al mattino e con ritorno per l’ora di pranzo. Per ciascuna escursione è indicato con degli asterischi (*) il livello di difficoltà del percorso. 
    Per gli amanti dei percorsi in altezza al Centro Parco di Villaggio Cagnola alla Rasa di Varese l’Adventure Park offre percorsi caratterizzati da diversi gradi di difficoltà, adatti anche ai più piccoli, in un contesto di straordinaria bellezza naturalistica. 
    La Redazione
    Pubblicato il 02/05/2016
    Continua a leggere

MOSTRA TUTTI GLI ARTICOLI

    I commenti sono chiusi