Concorso Fotografico al Busto Folk Festival

Concorso Fotografico al Busto Folk Festival

Busto Folk-vivilanotizia

Busto Arsizio (VA) – Nell’ambito della manifestazione Busto Folk Festival Interceltico giunto quest’anno alla sua XXI edizione, in programma al Museo del Tessile di Busto Arsizio dal 15 al 18 settembre 2022, Gens d’Ys – Accademia Danze Irlandesi e A.F.I. Archivio Fotografico Italiano organizzano, in collaborazione con l’Ente Nazionale del Turismo Irlandese e con il patrocinio e il sostegno dell’Amministrazione comunale, il concorso fotografico internazionale dal titolo: PAESAGGIO NELLE TERRE CELTICHE – L’IRLANDA.

 

I partecipanti dovranno inviare i loro scatti dei paesaggi irlandesi in formato digitale entro il 30 agosto 2022, la premiazione è prevista per il 17 settembre.

Le foto saranno esposte al museo del tessile per tutta la durata di Busto Folk 2022.

Per i vincitori in palio premi d’eccezione. Il primo premio comprende un weekend per 2 persone in Irlanda offerto dall’Ente Turismo Irlandese e un libro fotografico offerto da AFI.

Clicca qui per il regolamento e la scheda di adesione.

 

Di seguito il PROGRAMMA della XXI edizione di Busto Folk Festival Interceltico organizzato da Gens D’Ys accademia danze irlandesi, dal 15 al 18 settembre 2022 al Museo del Tessile di Busto Arsizio

 

Giovedì 15 Settembre

Ingresso libero

Ore 19.00 Apertura della Mostra/concorso fotografico “Terre Celtiche – Irlanda” a cura dell’Istituto Fotografico Italiano. Con il patrocinio dell’Ente Nazionale del Turismo Irlandese.

Nella sala Gemella, accesso libero dal parco

Ore 19.00 Apertura mercato artigianale

Dalle ore 20.00 L’IRLANDA IN TAVOLA Serata Enogastronomica dedicata ai piatti tipici dell’Isola di smeraldo.

In collaborazione con Crespi Catering. Solo su prenotazione a info@bustofolk.it

Ore 21.30 Keltaholics (Lombardia) durante la cena la musica irlandese dal vivo con questa giovane band di Gallarate.

 

Venerdì 16 Settembre

Ingresso 10 euro – oppure sconti per più giorni

Ore 16.00 Apertura della Mostra/concorso fotografico “Terre Celtiche – Irlanda” a cura dell’Istituto Fotografico Italiano. Con il patrocinio dell’Ente Nazionale del Turismo Irlandese. Nella sala Gemella, accesso libero dal parco

Ore 19.00 Apertura mercato artigianale e food truck

Ore 19.00 Stage di danze Folk Nordeuropee a cura di Gens d’Ys

Ore 20.00 Emilio e gli Ambrogio (Lombardia). Un grande Gaber e Jannacci ma non solo. Un concerto dove cantare insieme le canzoni impegnate e surreali della tradizione moderna lombarda.

Ore 21.00 Vincenzo Zitello (Lombardia) Il Maestro dell’Arpa Celtica di fama mondiale, già musicista con Franco Battiato e molti altri artisti internazionali presenta: MOSTRI E PRODIGI… in parole e musica ! in collaborazione con l’autrice Elisabetta Motta, e i poeti/lettori Davide Ferrari e Paola Turroni.

Ore 22.00 Gens d’Ys (Lombardia) Nuove coreografie e musiche per lo spettacolo della compagnia di danza irlandese più conosciuta a livello nazionale pronta a sprigionare tutta l’energia accumulata durante la tournee estiva che li ha visti impegnati in Italia e all’estero.

 

Sabato 17 Settembre

Ingresso 15 euro – oppure sconti per più giorni

Ore 10.00 Convegno storico: DA POPOLO A REGNO: IL LUNGO VIAGGIO DEI LONGOBARDI

Protagonisti di una lunga migrazione che li avrebbe condotti all’Italia, i Longobardi si sono sempre distinti come un “popolo in trasformazione”.  Se l’incontro, avvenuto tra il II e il VI secolo tra l’Elba e la Pannonia, con altre popolazioni “barbariche” e delle steppe contribuì a forgiarne l’identità tribale e guerriera, il soggiorno nella penisola li vedrà interpreti di nuovi cambiamenti sul piano religioso, culturale, politico e sociale. Qui, creando un regno destinato a durare “solo” due secoli (568-774), sapranno giocare un ruolo cruciale come “ponte” tra Europa e Mediterraneo.

Incontro a cura di Perceval Archeostoria, in collaborazione con Scuola di Scherma Storica Fortebraccio Veregrense. Interventi:

Elena Percivaldi: “Culti, miti, riti: i Longobardi tra tradizione tribale e acculturazione”

Diego Giulietti: “Dalla lancia alla staffa:  fanti e cavalieri nell’esercito longobardo”

Gabriele Archetti:  “I Longobardi in Lombardia: un’identità in trasformazione”

Presso la sala conferenze del Museo del Tessile

Partecipazione libera

Ore 10.00 Apertura della Mostra/concorso fotografico “Terre Celtiche – Irlanda” a cura dell’Istituto Fotografico Italiano. Con il patrocinio dell’Ente Nazionale del Turismo Irlandese. Nella sala Gemella, accesso libero dal parco

Ore 10.00 Festa a ballo con gli studenti delle scuole secondarie superiori di Busto Arsizio. Nel giardino quadrato

Ore 11.00 Apertura mercato artigianale e food truck

Ore 14.30 Premiazione del concorso Pagine Folk – VI Edizione nella sala conferenze

Ore 15.30 “Mini Rugby” Rugby per bambini/e e ragazzi/e fino alle 18.30

a cura di Rosafanti Rugby

Nel parco, partecipazione libera

Ore 15.00 Stage di Danze Irlandesi “Figure” a cura di Gens d’Ys

Dalle ore 15.00 alle 17.00 Arpamanetta: Stage di Arpa a cura di Katia Zunino

Gli stage di arpa sono a numero chiuso e al costo di 10 euro (include noleggio arpa più 1 h di lezione)

 Per prenotazioni inviare una mail a: zuninokatia@gmail.com

Ore 16.00 Premiazione del concorso fotografico “Terre Celtiche – Irlanda” – II Edizione

nella sala conferenze accesso libero

 

Ore 17.00 FAMINE 1847 – La Carestia della Patata in Irlanda. L’evento drammatico che sconvolse l’isola di smeraldo causando milioni di morti e una migrazione di massa. A cura del Dott. Andrea Mazzon

Nel parco, partecipazione libera

Ore 17.00 Stage di Danze Irlandesi “Festival Style” a cura di Gens d’Ys

Ore 18.30 The Shire (Lazio) Da Roma una delle storiche band italiane di musica tradizionale Irish.

Ore 20.00 Tribesmen (Irlanda) Per la prima volta a Busto Arsizio questa super band irlandese molto giovane di ben 10 musicisti ma che ha già ottenuto un enorme successo quest’anno al festival di San Patrizio a Milano.

Ore 21.30 Billow Wood (Irlanda) Giovane band irlandese pop-folk per la prima volta a Busto Arsizio!

Ore 23.00 Uncle Bard and the Dirty Bastards (Lombardia) La band icona del’irish folk rock in Italia presenta uno show inedito con una sezione fiati completa. Uno spettacolo imperdibile.

 

Domenica 18 settembre

Ingresso gratuito fino alle 19.00 poi 15 euro per i concerti – oppure sconti per più giorni

Ore 09.30 Inizio del Contest di Body Painting “Celtic Style” – VI Edizione

Ore 10.00 Apertura della Mostra/concorso fotografico “Terre Celtiche – Irlanda” a cura dell’Istituto Fotografico Italiano. Con il patrocinio dell’Ente Nazionale del Turismo Irlandese. Nella sala Gemella, accesso libero dal parco

Ore 11.00 Apertura mercato artigianale e food truck

Ore 14.00 Stage di danze Folk Nordeuropee a cura di Gens d’Ys

Ore 14.00-18.00 Spettacolo di Falconeria           

 

Nel Parco, ingresso libero

– Esposizione di n° 10/13 rapaci diurni e notturni

– Spiegazioni e battesimo del guanto per i bambini aspiranti falconieri con rilascio di diploma.

– Dimostrazione di volo

– Possibilità per il pubblico di foto gratuita (con la propria macchina fotografica) con il falco al pugno.

Ore 15.00 “Mini Rugby” Rugby per bambini/e e ragazzi/e fino alle 18.30

a cura di Rosafanti Rugby

Nel parco, partecipazione libera

Ore 15.00 Irish Accident  (Lombardia/Piemonte) Un concerto Irish tutto da gustare in compagnia di 4 virtuosi musicisti: Jacopo Ventura (Folkamiseria) Lorenzo Testa (Dirty Bastards) Caterina Sangineto (Lyra Danz) Davide Bonacina (Talamh)

Dalle ore 15.00 alle 17.00 Arpamanetta: Stage di Arpa a cura di Katia Zunino

Gli stage di arpa sono a numero chiuso e al costo di 10 euro (include noleggio arpa più 1 h di lezione)

 Per prenotazioni inviare una mail a: zuninokatia@gmail.com

Ore 15.30 PRESENTAZIONE DEL FONDO “FAMIGLIA TOZZI”La Fondazione Comunitaria del  Varesotto, rappresentata dalla dott.ssa Bellini presenterà le iniziative riguardanti il fondo della Famiglia Tozzi, dedicato alla memoria di Alessandra Tozzi  (socio fondatore di Gend ‘Ys).

Presso la sala conferenze del Museo del Tessile

Partecipazione libera

Ore 16.00 “CANTAMI, O MÜSA” Antemprima del disco “cantami, o müsa” di Daniele Bicego, edito da “ass. cult. Barabàn” dedicato alla cornamusa delle 4 Province, uno dei più importanti repertori di musica di tradizione orale del Nord Italia, con intervento musicale dal vivo e un’esposizione di strumenti a sacco di varie regioni europee

Presso la sala conferenze del Museo del Tessile

Partecipazione libera

Ore 16.00 Sfilata e Premiazione del Contest di Body Painting “Celtic Style” – VI Edizione

Ore 17.00 Sfilata Centro cittadino delle bande: “Vienna Pipes and Drums” (Austria) “Bagad de Plomodiern” (Bretagna) “Orobian Pipe Band” (Lombardia), “Celtic Knot Pipes&Drums” (Lombardia),“La Baldoria” (Busto Arsizio), “CatEaters Pipe Band”(Veneto) accompagnate da Gens d’Ys e altri artisti.

Partendo dal Tribunale e percorrendo il Viale della Gloria, passando per il centro storico per poi finire al Museo del Tessile per il gran concerto finale.

Esibizioni in Piazza San Giovanni e Piazza Vittorio Emanuele.

Ore 18.00 Stage di Danze Scozzesi a cura di Gens d’Ys

Ore 18.30 Busto Tattoo (Bretagna, Austria, Lombardia e Veneto)

Concerto finale di tutte le bande musicali sul palco del Bustofolk con anche  l’esecuzione finale di 2 brani tutti insieme. Oltre 60 musicisti in contemporanea, sarà difficile trattenere le emozioni.

Ore 20.00 Flavio Oreglio & Staffora Bluzer (Lombardia) Per la prima volta a Busto Arsizio il noto attore presenta “Anima Popolare” un progetto sulla musica tradizionale dell’oltrepò pavese, la musica delle 4 province, insieme a bravissimi musicisti.

Ore 21.00 The Fragment  (Lazio) La giovane band laziale di musica irlandese con i suoi particolari arrangiamenti  per la prima a Busto Arsizio!

Ore 22.00 Tribesmen (Irlanda) Per la prima volta a Busto Arsizio questa super band irlandese molto giovane di ben 10 musicisti ma che ha già ottenuto un enorme successo quest’anno L’Ial festival di San Patrizio a Milano.

Tutti gli eventi si terranno anche in caso di maltempo.

 

BUSTOFOLK NEI QUARTIERI

Per volontà dell’organizzazione del Festival e in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Identità di Busto Arsizio si è deciso di far vivere anche in alcuni quartieri di Busto il Festival internazionale Bustofolk.

Due i concerti bandistici per questa prima volta. Alle bande straniere saranno affiancate le bande bustocche.

Una grande opportunità musicale per la Città e una crescita culturale che nascerà dallo scambio musicale con realtà estere. 

 

Sabato 17 Settembre

QUARTIERE SANT’ANNA

Concerto in Piazzale Sant’Anna (In caso di pioggia Teatro Sant’Anna)

Partecipazione gratuita

Ore 19.00 Vienna Pipes and Drums (Austria)

Per la prima volta a Busto Arsizio la Pipe Band della capitale austriaca per portarci nelle meravigliose terre di Scozia al suono delle cornamuse e dei tamburi.

Ore 19.30 Corpo Musicale Pro Busto (Busto Arsizio)

Questa tradizione musicale di Busto Arsizio è molto antica: era, infatti, il 1893 quando il Corpo Musicale “Pro Busto”nasceva per volere d’alcuni appassionati di musica.

 

QUARTIERE BORSANO

Concerto in Piazza della Chiesa (In caso di pioggia Tensostruttura dell’Oratorio)

Partecipazione gratuita

Ore 21.00 Bagad de Plomodiern (Bretagna)

La tipica banda marciante bretone. Per la seconda volta a Busto Arsizio con un concerto statico che farà viaggiare il cuore verso le spiagge oceaniche del Finisterre .

Ore 21.30 Borsound 1919 (Busto Arsizio)

Il Corpo Musicale S. Cecilia di Borsano fu fondato nel 1919 da Don Angelo Belloli e, da sempre, E’ costituito da persone che, senza perseguire scopi di lucro, si sono dedicati e si dedicano ancora oggi all’esecuzione e divulgazione della musica, partecipando a tutti i momenti di carattere religioso e/o civile in Borsano e nelle cittadine del circondario.

 

La Redazione

Pubblicato il 08/08/2022

Clicca qui e continua a seguirci sui nostri social

comuni
Annuncio Google

I commenti sono chiusi