Piante amiche delle Donne

Piante amiche delle Donne

Due rimedi naturali per ristabilire l’equilibrio ormonale durante la menopausa, regolarizzare il ciclo mestruale e donare forza e salute al corpo delle donne.

Si chiama Shatavari ed è una pianta tipica dell’India, anche se la si può trovare con facilità in Africa, Australia e Cina. Nonostante il suo nome appaia molto poetico, non è altro che una varietà di asparago leggermente differente da quella  che siamo abituati a vedere nelle nostre campagne. Le radici di questo asparago (Asparagus Recemosus) sono un eccellente rimedio per mantenere in perfetta salute il sistema riproduttivo e ormonale. E’ un ottimo aiuto per le donne che si stanno avvicinando alla menopausa e anche per quelle che soffrono di irregolarità mestruali. Nei paesi orientali è una delle cure di routine per le donne affette dalla sindrome dell’ovaio policistico. Ma non solo, questa pianta migliora la fertilità della donna riequilibrando i tempi di ovulazione. Inoltre possiede anche la virtù di aumentare il desiderio sessuale femminile. Anche per le neo mamme è un ottimo aiuto per la produzione di latte materno. Ma i suoi benefici non finiscono qui, secondo la Medicina Ayurvedica, Shatavari è un ringiovanente naturale che dona forza e vigore al corpo della donna aiutandola a mantenere un aspetto fresco e giovanile e soprattutto un ottimo stato di salute generale.

La dioscorea  viene chiamata anche amica delle donne, perchè contiene fitoestrogeni ossia molecole simili agli ormoni femminili che sembrano utili nel contrastare i tipici sintomi della menopausa. In particolare è molto utile per smaltire i chili di troppo, in particolare se dovuti a edemi o ritenzione idrica oltre che facilitare tutto il processo digestivo. Si sta parlano di una pianta di origine messicana, ma diffusa in tutta l’America latina, di cui a scopo fitoterapico si utilizzano soprattutto le radici, sotto forma di grossi tuberi simili a patate. La dioscorea contiene due sostanze, simili agli ormoni umani femminili , in grado di rallentare il processo di invecchiamento cerebrale e allevviando le donne dai tipici sintomi della menopausa come accumulo di grasso, vampate di calore, osteoporosi, caduta e diradamento dei capelli, ansia, palpitazioni, disturbi del sonno.  La dioscorea è però anche amica della donne in età fertile che abbiano problemi legati al ciclo mestruale. Assumere estratti di questa pianta può ridurre i sintomi della sindrome premestruale, soprattutto la ritenzione idrica e la tendenza all’accumulo lipidico e sembra essere anche una buona alternativa alle terapie ormonali tradizionali per quelle donne che soffrono della sindrome dell’ovaio policistico. Assumere la dioscorea sotto forma di integratore alimentare può essere utile anche per alleviare i sintomi di alcuni comuni disturbi intestinali come la diverticolite, il meteorismo e la sindrome del colon irritabile. Ma non è finita qui, questa pianta sembra utile anche a contrastare il colesterolo alto, riducendo i livelli di colesterolo cattivo LDL e aumentando quello buono HDL. Dal momento che questa pianta contiene, anche se naturali, degli estrogeni, è sempre bene seguire il consiglio di recarsi dal proprio medico nel caso si assumano già terapie ormonali o ci si trovi in condizioni particolari come la gravidanza e l’allattamento.  

Pubblicato il 25/09/2017

salute
Annuncio Google

I commenti sono chiusi