Una notte al Parco

Una notte al Parco

Il Parco Archeologico Comunale di Seradina-Bedolina (Brescia), in Valle Camonica, nasce nel 2005 con l’intento di salvaguardare e proteggere il patrimonio d’arte rupestre ivi conservato. La riserva è raggiungibile dal paese di Capo di Ponte e copre un territorio posto tra i 400 e i 600 m s.l.m.  Tutta la zona è soggetta ad una particolare esposizione del sole, per cui l’area è caratterizzata da una fauna specifica di climi più caldi. Vicino agli alberi tipici della valle, è possibile ammirare alcune specie particolari come l’Opunzia Compressa, si tratta di un piccolo fico d’India che con i suoi fiori viola richiama le sfumature della roccia affiorante. Figure e segni di quest’area sono segnalati dai vari studiosi fin dagli anni trenta, ma vere e proprie ricerche iniziano solo nel 1963, successivamente il Centro Camuno inizia a concentrare gli studi sulla grande roccia 12 di Seradina I, sulla quale è possibile ammirare un centinaio di figure incise. Estremamente curate e dinamiche rappresentano scene di caccia al cervo e scene di aratura: si riconoscono duellanti, cavalieri, cervi dalle grandi corna, cani dalla bocca spalancata, eroi che fermano a mani nude serpenti e oranti con le braccia alzate, realizzate con un tratto fine e sicuro. Per apprezzare le varie tipologie di incisioni, all’interno del Parco sono presenti  5 percorsi, che faranno apprezzare al visitatore le numerose scene di aratura, le capanne, le incisioni di corni, probabilmente usati come strumenti musicali e arrivare fino a scoprire la Mappa di Bedolina, posizionata su una terrazza panoramica naturale, che farà apprezzare al visitatore l’intero paesaggio sottostante. Per raggiungere il Parco bisogna arrivare a Capo di Ponte svoltare in direzione di Pescarzo; quindi girare a sinistra seguendo sempre Ie indicazioni per Pescarzo, oltrepassare il ponte sul fiume Oglio e proseguire fino al Cimitero, dove si possono parcheggiare gli autoveicoli, e si imbocca la strada acciottolata che lo costeggia sulla sinistra. L’accesso diretto all’area di Bedolina può essere raggiunto in auto percorrendo la strada Cemmo-Pescarzo, fino al parcheggio posizionato, salendo, sulla sinistra.

Tratto dal sito turismo vallecamonica.it

Il Parco è aperto tutto l’anno con i seguenti orari

orario invernale:
(dall’1 novembre al 28 febbraio)
10:00 – 17:00
aperto: tutti i giorni
ingresso gratuito
orario estivo:
(dall’1 marzo al 31 ottobre)
9:00 – 18:00 (ultimo ingresso ore 17.30)
chiuso: mai

Se poi i vostri bambini volessero rimanere una notte a dormire tra i percorsi d’arte rupestre, il Parco propone per Sabato 12 e Domenica 13 Agosto 2017 SERADINANNA: una notte al Parco per i bambini con il seguente programma SABATO 12 agosto dalle ore 17 allestimento tende animazione per grandi e piccini cena al sacco falò notturno DOMENICA 13 agosto  sveglia e colazione per tutti, visita guidata del Parco Archeologico.
Quota di partecipazione 5 EURO A PERSONA Sconto famiglie: dal secondo bambino 2,5 EURO A BAMBINO ISCRIZIONE OBBLIGATORIA ENTRO L’11 AGOSTO ALLE 12.00
Per maggiori informazioni rivolgersi all’agenzia turistico culturale di Capo di Ponte che ha la gestione del Parco Archeologico Comunale di Seradina e Bedolina Tel. +39 0364 42104 Fax. +39 0364 42571
Cell. +39 334 6575628 email: agenzia.capodiponte@libero.it

Pubblicato il 01/08/2017

dalle regioni
Annuncio Google

I commenti sono chiusi